Giovedì 21 Marzo 2019 | 08:40

NEWS DALLA SEZIONE

Nel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
Casa Leopold
Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

Un orfanotrofio per il Burundi: nel progetto una famiglia di Canosa

 
Il Puttilli
Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

Barletta, si allontana la riapertura parziale dello Stadio

 
L'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
Le dichiarazioni
Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

Barletta, sciopero clima, le parole di Don Serio: «Giovani sognatori e profetici»

 
Il caso
Trani, i 65 anni della Lampara festeggiati dai vandali: il locale resta chiuso

Trani, i 65 anni della Lampara festeggiati dai vandali: il locale resta chiuso

 
Operazione della Polizia
Barletta, 4 baby spacciatori in zona del Castello. In manette anche 25enne

Barletta, 4 baby spacciatori in zona del Castello. In manette anche 25enne

 
L'attentato
Trani, incendio doloso in studio commerciale: avvertimento?

Trani, incendio doloso in studio commerciale: avvertimento?

 
Cultura in pericolo
Trani, i libri di Palazzo Vischi assaliti dal degrado: «Bisogna salvarli»

Trani, i libri di Palazzo Vischi assaliti dal degrado: «Bisogna salvarli»

 
Nordbarese
Andria, 20mln di euro per lavori canale Ciappetta-Camaggio

Andria, 20mln di euro per lavori canale Ciappetta-Camaggio

 
Tragedia sfiorata
Il vento fa crollare impalcatura a Barletta: nessun ferito

Il vento fa crollare impalcatura a Barletta: nessun ferito

 

Il Biancorosso

IL PERSONAGGIO
La signora Francesca colpisce ancoraPizze e focacce per gli auguri a Brienza

La signora Francesca colpisce ancora
Pizze e focacce per gli auguri a Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

MateraInfortunio sul lavoro
Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

Policoro, 34enne muore mentre taglia alberi. Allarme sindacati

 
LecceIl fatto nel 2015
Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

Lecce, pm riapre il caso del suicidio di «dj Navi»

 
BariCassazione
BARI, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

Bari, Lady Asl pagò ricerca microspie con soldi pubblici: risarcirà

 
BatNel nordbarese
Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

Margherita di Savoia, 200kg di cozze conservate e lavorate in un autoparco: sequestri

 
TarantoA taranto
Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

 
FoggiaNel Foggiano
Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

Lesina, procura indaga su imprenditore Casanova per abusi edilizi

 
BrindisiCentrale Enel Brindisi
Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

Cerano, principio di incendio nella torre nastro trasportatore, nessuna conseguenza

 
PotenzaLe previsioni
Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

Economia: nel 2019-2023 Potenza crescita zero

 

Ambiente

Trani, la cava dismessa diventa un percorso salutistico

Ecco la riconversione di contrada Montericco: la consigliera Barresi plaude al progetto di trasformazione

Monterricco

TRANI - Trani - Un percorso salutistico in una cava dismessa, per invertire la rotta rispetto alle immagini che, finora, i siti utilizzati a suo tempo per la coltivazione della pietra di Trani hanno trasmesso all’opinione pubblica.

Talvolta, purtroppo, in assenza di documenti e prove certe, si sono alimentate anche molte illazioni, sebbene talune dichiarazioni rilasciate da collaboratori di giustizia negli anni passati abbiano puntato il dito proprio su alcuni vulnus lasciati nell’agro di Trani, e di cui qualcuno potrebbe avere approfittato con conferimenti di materiale illecito, adottando pratiche a dir poco criminali.

A maggior ragione il consigliere comunale Anna Maria Barresi, eletta nella maggioranza a sostegno del sindaco, Amedeo Bottaro, e adesso indipendente di minoranza, accoglie e con soddisfazione e mostra fiera le immagini di una cava dismessa, in contrada Montericco, trasformata in un vero e proprio percorso di addestramento, utile per la salute di appassionati e cittadini in genere.

E lo fa, soprattutto per dare un esempio di come possa bastare anche poco per trasformare luoghi quasi spettrali in qualcosa di decisamente diverso «e favorire - fa notare - soprattutto lo svolgimento di nuove attività e, di conseguenza, l’incremento del lavoro».

Questo primo caso a Trani potrebbe fare da apripista verso progetti strutturalmente meglio qualificati, come per esempio teatri all’aperto, parchi naturali e quanto altro si possa realizzare compatibilmente con il paesaggio e, soprattutto, le risorse economiche che in ogni caso per questi progetti, possono giungere sicuramente con finanziamenti sovracomunali.
Merito del figlio della stessa consigliera: «Parlando con lui del problema delle cave dismesse, ho scoperto che qualcosa mi era sfuggita e me l’ha rivelata proprio lui, che si reca spesso in quel luogo per trascorrere un po’ di tempo libero con gli amici e praticare sport».

Detto, fatto, ecco il sopralluogo e la descrizione dei luoghi: «La prima percezione che ho provato - racconta Barresi - è stata di piacevole spaesamento. Ho avuto la sensazione di essere sul set di un film, una distesa immensa il cui paesaggio, sebbene si presenti ai nostri occhi arido, mi ha trasmesso grande serenità. Infatti, la presenza di attrezzature che formano un percorso da seguire per l’allenamento ed il raggiungimento dell’obiettivo fisico desiderato, paragonabile quasi ad un percorso di sopravvivenza, ti proietta nella dimensione di una palestra all’aperto».

Tra le particolarità, la trasformazione di un vecchio bus in bar, utile alla ristorazione degli atleti. Non si tratta di un’attività a scopo di lucro, né di un mezzo rottamato, ma riconvertito al punto che, per esso, viene ancora regolarmente pagato il bollo.
Secondo quanto riferito al consigliere dal proprietario del sito, «questa procedura sportiva, amata da tanti, anche non più ragazzini, è molto praticata al nord e sono numerose, in ogni caso, le cave dismesse adibite a luoghi di sport, tempo libero, cultura e arte».
Oggi Montericco è il nome di un’associazione sportiva dilettantistica, alla cui attività Barresi plaude pubblicamente: «Ci hanno dimostrato che una cava dismessa ha una serie di potenzialità da sfruttare, dando spazio per il tempo libero a tutta la famiglia e allontanando la possibilità che qualcuno scarichi rifiuti nocivi e pericolosi, causando danni irreparabili alla madre terra e di conseguenza a noi cittadini, come è già accaduto non solo a Trani, ma in tutta Italia».
Barresi, richiamando la richiesta della collega Francesca Zitoli, sua ex alleata in maggioranza, di procedere ad un censimento delle cave dismesse, auspica che «non solo si realizzi questo, ma che altri soggetti si attivino per la realizzazione di simili strutture».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400