Domenica 02 Ottobre 2022 | 14:31

In Puglia e Basilicata

Il virus

Bari, emergenza Covid 19: ordinati mille saturimetri per assistenza domiciliare

Coronavirus Puglia

La seconda fase in Puglia prevede attivazione delle Usca. Prorogati tutti i contratti a tempo determinato del personale sanitario, compresi medici e infermieri assunti per l'emergenza coronavirus

05 Aprile 2020

Redazione online

BARI - Concluso il rafforzamento della rete ospedaliera per fronteggiare l’emergenza coronavirus, la task force pugliese adesso sta avviando la seconda fase che riguarda il potenziamento dei servizi sanitari territoriali per l'assistenza a domicilio dei pazienti non gravi. La Regione ha effettuato nei giorni scorsi l’ordine di acquisto diretto, oltre che di ventilatori polmonari e dispositivi di protezione individuale, anche di mille saturimetri che verranno distribuiti al personale sanitario per lo screening. La ha comunicato, secondo quanto si apprende da fonte sindacale, il direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro, nel corso di una video conferenza con i sindacati. I saturimetri misurano la percentuale di ossigeno nel sangue e se inferiore al 96% scatta l’allarme e ulteriori accertamenti. La Regione Puglia ha già avviato la procedura per creare le Usca, le Unità speciali di continuità assistenziale che affiancheranno i medici di medicina generale nel monitoraggio domiciliare dei pazienti Covid.

PROROGATI I CONTRATTI DEGLI OPERATORI SANITARI - Tutte le Asl pugliesi hanno ricevuto il via libera dal dipartimento regionale Salute diretto da Vito Montanaro a prorogare tutti i contratti a tempo determinato del personale sanitario, compresi medici e infermieri assunti per l'emergenza coronavirus, sino al raggiungimento dei 36 mesi consecutivi. La ha comunicato, secondo quanto si apprende da fonte sindacale, lo stesso Montanaro, nel corso di una video conferenza con i sindacati.
L’indicazione fornita alle Asl è anche quella di avviare anche da subito le procedure di stabilizzazione, secondo i requisiti previsti dalla legge Madia, maturati entro il prossimo 31 dicembre. Secondo i dati forniti durante l’ultima videoconferenza stampa convocata dal presidente Michele Emiliano, sono 750 gli operatori sanitari assunti per l'emergenza coronavirus, di questi 81 sono medici e 482 infermieri. Il numero di assunzioni inizialmente previste dalla Regione Puglia è di 2.539 persone, ma le Asl e gli ospedali stanno incontrando diverse difficoltà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725