Mercoledì 23 Settembre 2020 | 19:02

NEWS DALLA SEZIONE

Avvio anno scolastico
Scuola in Provincia di Bari: 110 nuove aule «anti Covid» e 75 cantieri in 25 Comuni

Scuola in Provincia di Bari: 110 nuove aule «anti Covid» e 75 cantieri in 25 Comuni

 
Scuola
Bari, troppi alunni nelle aule: caos per le classi miste

Bari, troppi alunni nelle aule: caos per le classi miste

 
Delitto Brescia
Bitetto, omicidio fidanzato della sua della ex: trovato su un tetto il coltello

Bitetto, omicidio fidanzato della sua della ex: trovato su un tetto il coltello

 
Operazione Gdf
Altamura, sequestrato immobile a un pregiudicato 37enne: «Pericoloso dalla minore età»

Altamura, sequestrato immobile a un pregiudicato 37enne: «Pericoloso dalla minore età»

 
la decisione
Polignano a Mare - Bari

Polignano, prorogata ordinanza per prevenire il contagio

 
Il caso
Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

Bari, scatta la prescrizione per 11 furbetti del cartellino dell'ex Provincia

 
Maltempo
Nubifragio nel Barese: ad Altamura strade allagate. A Ceglie del Campo intense grandinate

Nubifragio nel Barese: ad Altamura crolla muro e strade allagate. A Ceglie del Campo intense grandinate

 
Sanità
Bari, ora un centro per fare terapia al San Paolo

Bari, ora un centro per fare terapia al San Paolo

 
emergenza Covid
Cassano, dietrofront della sindaca: niente più coprifuoco

Cassano, dietrofront della sindaca: niente più coprifuoco

 
Università
Bari, specializzazione in Medicina: 2mila al concorso all'Uniba

Bari, specializzazione in Medicina: 2mila al concorso all'Uniba

 
la sentenza
Spaccio a Modugno, condanne per pusher e donne custodi droga: inflitte pene fino a 18 mesi

Spaccio a Modugno, condanne per pusher e donne custodi droga: inflitte pene fino a 18 mesi

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, ceduto il centrocampista Schiavone alla Salernitana

Bari calcio, ceduto il centrocampista Schiavone alla Salernitana

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'incontro
Mittal Taranto, Patuanelli: «Serve sostenibilità su tutti i fronti»

Mittal Taranto, Patuanelli: «Serve sostenibilità su tutti i fronti»

 
Leccela svolta
Lecce, duplice omicidio, sospettato in Procura: è un 37enne di Aradeo

Lecce, duplice omicidio, interrogato sospettato: la Procura smentisce
Autopsia: «Ferocia omicida su donna»

 
BariAvvio anno scolastico
Scuola in Provincia di Bari: 110 nuove aule «anti Covid» e 75 cantieri in 25 Comuni

Scuola in Provincia di Bari: 110 nuove aule «anti Covid» e 75 cantieri in 25 Comuni

 
PotenzaAgricoltura
Basilicata, fondi Ue: da Regione 1,7 mln per agriturismi colpiti da crisi Covid

Basilicata, fondi Ue: da Regione 1,7 mln per agriturismi colpiti da crisi Covid

 
Foggiatragedia sfiorata
Foggia, auto esce di strada per evitare bici e si ribalta: ferite due ragazze

Foggia, auto esce di strada per evitare bici e si ribalta: ferite due ragazze

 
BatIl contagio
Barletta docenti positivi al Covid: restano chiuse due elementari e una media

Barletta docenti positivi al Covid: restano chiuse due elementari e una media

 
BrindisiArrestati e scarcerati
Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

Brindisi, fiamme in casa: vanno in strada, se le danno di santa ragione e poi aggrediscono i Cc

 
Materal'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 

i più letti

truffa

Bari, cancellata condanna a ex primario Neurochirurgia, ma pagherà i danni

Pasqualino Ciappetta era accusato di aver truffato il sistema sanitario effettuando visite e interventi in una clinica privata romana

Bari, cancellata condanna a ex primario Neurochirurgia, ma pagherà i danni

Nel 2010 finì ai domiciliari con l’accusa di aver contribuito al sistema dei fratelli Tarantini, quello delle protesi d’oro. Ieri la Corte d’appello ha chiuso con la prescrizione anche il percorso giudiziario di Pasqualino Ciappetta, il neurochirurgo all’epoca primario del Policlinico di Bari, chiamato a dover rispondere dell’ultima accusa rimasta: quella di aver truffato il sistema sanitario, effettuando visite e interventi in una clinica privata romana.

In primo grado a novembre 2017 Ciappetta è stato condannato a un anno e 6 mesi: nonostante il rapporto di esclusiva con l’azienda ospedaliera barese, nei fine settimana il neurochirurgo operava a «Villa del Rosario», a Roma. Per questo - sulla base delle indagini condotte dalla Finanza, che innescò anche un procedimento della Corte dei conti - gli furono sequestrati anche 70mila euro, pari al profitto che avrebbe illegittimamente ottenuto con il doppio lavoro. Ma i fatti (10 interventi chirurgici e 8 visite effettuate nell’arco di 4 anni, dal 2006 al 2009) sono ormai troppo datati, e così i giudici di appello (presidente Gozzo, relatrice Schiralli) hanno dichiarato la prescrizione. Ciappetta dovrà tuttavia risarcire Policlinico, Università degli Studi di Bari e Regione Puglia (rappresentata dall’avvocato Francesco Marzullo) e rimborsare le spese legali.

Si chiude dunque un altro capitolo delle inchieste che alla fine dello scorso decennio rivoltarono il sistema della sanità pugliese. Il caso Ciappetta è lo stralcio di uno dei tanti processi ai fratelli Tarantini, per i quali già in primo grado era stata dichiarata la prescrizione delle accuse di di corruzione, concussione e turbativa d’asta: in cambio dell’acquisto delle protesi commercializzate dai Tarantini, Ciappetta avrebbe ottenuto viaggi, congressi medici, l’utilizzo di una macchina con autista e a volte anche la spesa da un noto salumiere del centro di Bari. Il medico romano - scrissero però i giudici in sentenza - aveva messo in atto un «mercimonio della pubblica funzione in vista dei vantaggi privati». Un rapporto chiuso nel gennaio 2009, quando Ciappetta (che venne poi sospeso dal Policlinico e nel frattempo è andato in pensione) non aveva trovato l’auto di Tarantini ad attenderlo in aeroporto.

A 10 anni dalle indagini della Procura di Bari sulla sanità pugliese, le condanne divenute definitive si contano sulle dita di due mani e - al momento - non riguardano direttamente gli appalti finiti nel mirino. La vicenda Ciappetta è a sua volta uno stralcio dei fatti che riguardano altri due medici, Ilaria Tatò e Vittorio Patella, condannati in primo grado (insieme a Gianpi Tarantini) per una presunta associazione a delinquere: è in corso il processo d’appello e anche questa accusa sta per prescriversi, dopo che il decorso del tempo aveva già cancellato 14 dei 21 capi di imputazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie