Martedì 24 Novembre 2020 | 02:18

NEWS DALLA SEZIONE

IL PUNTO
Puglia crocevia dell’evoluzione 5S dal «Vaffaday» al governismo

Puglia crocevia dell’evoluzione 5S dal «Vaffaday» al governismo

 
Il commento
Dal boom economico al dopo pandemia

Dal boom economico al dopo pandemia

 
L'ANALISI
Oggi e domani alla ricerca della fede perduta

Oggi e domani alla ricerca della fede perduta

 
La riflessione
Tutti noi e la Gazzetta: una relazione speciale

Tutti noi e la Gazzetta: una relazione speciale

 
L'editoriale
Storie politiche e prepolitiche della sfida del centrodestra

Storie politiche e prepolitiche della sfida del centrodestra

 
L'analisi
Liberare l’Europa dai veti incrociati

Liberare l’Europa dai veti incrociati

 
L'editoriale
Se Natale diventa l’unico vaccino già disponibile

Se Natale diventa l’unico vaccino già disponibile

 
Il caso
Bari, lezione sessista all'Università: il Rettore «Chiedo scusa a tutte le donne»

Bari, lezione sessista all'Università: il Rettore «Chiedo scusa a tutte le donne»

 
Il commento
Centomila terroni tornati sono il Sud che vincerà

Centomila terroni tornati sono il Sud che vincerà

 
L'editoriale
Il nuovo inizio della «Gazzetta», la nuova sfida di un'impresa

Il nuovo inizio della «Gazzetta», la nuova sfida di un'impresa

 
L'editoriale
Le grandi manovre sognando il Quirinale

Le grandi manovre sognando il Quirinale

 

Il Biancorosso

SERIE C
Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

Casertana-Bari 0-2: i biancorossi si rialzano dopo il ko con la Ternana

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

Covid 19, positiva addetta ai pasti: chiusa scuola dell'infanzia a Lecce

 
BariIl caso
Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

Covid, rientra l'allarme in casa di riposo ad Alberobello: ora solo 1 positivo

 
FoggiaIl caso
Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito

Sparatoria in un quartiere popolare di Foggia: un ferito FOTO

 
TarantoL'evento
Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

Vela, sarà Taranto a ospitare la prima tappa europea della SailGP 2021

 
BatA Barletta
Natale al tempo del Covid 19, Boccia: «Con 700 morti al giorno è fuori luogo parlare di cenoni»

Natale col Covid, Boccia: «Con 700 morti al giorno fuori luogo parlare di cenoni. Aree provinciali? Non cambia»

 
PotenzaIl caso
Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

Potenza, i pilomat «vandalizzati» costano cari al Comune

 
BrindisiVita amministrativa
Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

Brindisi, bufera al Comune: sul bilancio Forza Itala e il Pd ai ferri corti

 
Potenzadati regionali
Covid in Basilicata, 281 nuovi positivi su circa 2mila test durante il week end e altri 4 decessiA Matera tamponi drive in con la Marina

Covid Basilicata, + 281 positivi su circa 2mila test durante week end e + 4 decessi. A Matera tamponi drive in con la Marina

 

i più letti

L'editoriale

Conte e Gualtieri portate l'Europa verso il pil sapere

Conte e Gualtieri portate l'Europa verso il pil sapere

Caro Presidente del Consiglio, caro Ministro dell’economia, grazie alla scoperta di uno o più vaccini si comincia a vedere una luce, specie se i politici seguiranno l’appello all’unità del Presidente Mattarella. Ma se volete passare alla storia non solo per bonus e sostegni, giusti e indispensabili, ma anche come storici personaggi DC, che non è sigla di uno storico partito, ma sigla del Dopo Covid, la strada maestra è una sola, non avete alternative: “sapere occupazione a reddito” deve essere il vostro slogan per far nascere oggi in Italia l’industria del sapere.

Sapere aude, caro PM (Primo Ministro) e caro Ministro. Il bravo Orazio non avrebbe mai pensato che un suo messaggio del 20 BC sarebbe stata la ricetta per risolvere il problema del 2020 DC (Dopo Covid). Né il buon Immanuel (noto anche come Kant), nei suoi puntualissimi giri intorno all’isolato di casa che servivano a sincronizzare gli orologi dei vicini data la sua cronometrica puntualità, avrebbe immaginato che richiamando quel motto per caratterizzare l’Illuminismo nel 1784, avrebbe fatto un grande favore al sottoscritto che ad un nuovo illuminismo in economia è interessato, convinto che sia l’unica carta a disposizione degli economisti per far vivere meglio gli umani del pianeta e permettere loro di sopravvivere non solo al Covid, ma anche alla sesta estinzione di massa che antichi e superati modelli economici si sforzano di fare avvicinare.
Sapere aude. Il sapere di cui parliamo è quello dell’economia digitale.

Digitale viene da digitus, dito. Impariamo a contare con il “digitus” sul naso. E se ci limitiamo a contare 0 e 1, non solo studiamo la matematica con il sistema vedico che li usa per indicare il vuoto e il pieno, ma entriamo nel digit dei computer. Re, imperatore, dittatore della società digitale moderna, quella in cui immagini, testi, suoni sono tutti trasformati in codici binari da manipolare, trattare, trasmettere su un satellite, magari via cellulare, e farlo rimbalzare dall’altro lato del pianeta, a disposizione di tutti, ovunque si trovino in pochi secondi, anzi attimi. Ma questa è tecnologia. È il potenziale di questa tecnologia la vostra carta per far nascere l’industria del Sapere e risolvere il problema del Dopo Covid e dare l’avvio al Nuovo illuminismo dell’economia.

Cominciamo dal Dopo Covid. Se riusciremo ad impedire al Covid 19 di lasciare disastri di natura sociale, per esempio la gente non sorride più perché con le mascherine si è disabituata a farlo, e vogliamo occuparci solo di economia, col vaccino in vista è arrivato il momento di occuparsi della di un tessuto economico che cambierà radicalmente. E per essere soggetti attivi e non solo passivi, il sapere digitale entra in gioco.
Questo sapere è quello del lavoro a distanza, della formazione a distanza, della vendita a distanza. È il sapere che cambia la vita dei sindacati e quella delle imprese.

Questo sapere digitale prodotto da tutti, è diverso da quello tradizionale, paludato, contegnoso, prodotto nei circoli esclusivi del potere. Questo sapere è merce di massa che cambia il concetto di ricchezza di una nazione ed è così rivoluzionario perché può essere prodotto a volontà, giocando sui coefficienti di diffusione, moltiplicazione e di amplificazione.
E veniamo ad Immanuel. Questo sapere digitale ha messo in contatto mondi, società, valori che non possono essere più accantonati perché sono condivisi continuamente da miliardi di persone. Dunque la produzione della ricchezza di una nazione basata solo sulla produzione di beni materiali non è più sufficiente. Il nuovo illuminismo dell’economia implica una diversa nozione di ricchezza nazionale. Il GDP deve essere messo in sala di rianimazione. Va integrato con il GDHP, ricchezza salute, con il GDCP, ricchezza clima, con il GDEP ricchezza estetica prodotta e per la sintesi di tutto con il GDKP ovvero il Pil Sapere
Questo concetto è stato fatto proprio dal governo indiano che mi ha affidato il compito di dirigere il calcolo del primo Pil sapere al mondo dandomi il rango di Secretary del Governo, un rango che certamente va al di là dei miei meriti. Ma il Pil sapere a Biden insediato, verrà lanciato dalla University of Southern California, USA. Particolare non trascurabile, l’India è la quinta economia al mondo, e il Pil della California è di $3,4 trilioni, cinquanta per cento superiore a quello dell’Italia che è di $2,08. Ma allora perché India e California sì, e Italia no?

Il Governo Italiano dovrebbe farsi carico di affiancarsi a India e California e presentarlo alla comunità europea. Con lo slogan, Sapere, Occupazione e Reddito farsi promotore in Europa del Rinascimento Sapere. Quale paese può meglio dell’Italia patria del più grande genio universale del Rinascimento, può proporre un Rinascimento Sapere
Ma per passare dalla teoria alla pratica, il Governo italiano dovrebbe realizzare qualcosa di molto operativo. Occorre creare un’IRI Sapere. Questa è la vera sfida per la nascita dell’Industria del Sapere. E poiché l’Europa giustamente ci condanna per come trattiamo il sud quest’IRI Sapere va costituita al Sud distribuita fra regioni, Puglia, Campania, Sicilia, Sardegna, Calabria al servizio di Confindustria, Confcommercio etc della scuola, del Governo, della università dei cittadini.
Ministro Gualtieri, ascolti Orazio e Immanuel. Sapere Aude. Proponga al Presidente di costituire l’IRI Sapere basata sul Pil Sapere Italia. E come storici politici DC (Dopo Covid) vedrà ha ragione Orazio Dimidium facti, qui coepit, habet; sapere aude, incipe. Chi comincia è già alla metà dell’opera.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie