Venerdì 07 Agosto 2020 | 17:41

NEWS DALLA SEZIONE

IL PUNTO
Il machista, femminista

L'ardita teoria etologica del prode leghista machista, femminista

 
Il commento

Dall’Europa 135 miliardi per il Sud, ma 74 vanno al Nord

 
IL RICORDO
Amarcord, la voce del silenzio di un virtuoso della parola

Amarcord, la voce del silenzio di un virtuoso della parola

 
IL PUNTO

Tutti a scuola? A settembre poi verrà ma senza sole

 
L'EDITORIALE
La concorrenza è la madre di tutte le riforme

La concorrenza è la madre di tutte le riforme

 
L'EDITORIALE
Ma l'Italia non può permettersi tre crisi

Ma l'Italia non può permettersi tre crisi

 
L'ANALISI
Dalla disparità di genere alla violenza di genere

Dalla disparità di genere alla violenza di genere

 
L'EDITORIALE
La filosofia del gattopardo sulla questione femminile

La filosofia del Gattopardo sulla questione femminile

 
L'ANALISI
Un'estate fa il finimondo scatenato dal Papeete,

Un'estate fa il finimondo scatenato dal Papeete

 
Il punto
L’incredibile certezza degli italiani che il peggio debba sempre colpire gli altri

L’incredibile certezza degli italiani che il peggio debba sempre colpire gli altri

 
L'editoriale
Una narrazione «eroica» col trionfo della pancia, Mingardi

Una narrazione «eroica» col trionfo della pancia

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoNel centro storico
Martina Franca, imbrattato comitato elettorale FdI

Martina Franca, imbrattato comitato elettorale FdI

 
Potenzala denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Barimaltrattamenti in famiglia
Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne violento

Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne

 
Leccegiornalismo
Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

 
Batl'evento
Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
FoggiaOCCUPAZIONE
Centri impiego «barricati, colpa del Covid: non si entra

Foggia, centri impiego «barricati», colpa del Covid: non si entra

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 

i più letti

Il punto

Stop al razzismo, Europa sempre più intransigente

Del resto il motto dell'Unione europea “Uniti nella diversità” è la bussola che dovrebbe far percorrere sentieri opposti a quelli della discriminazione

Ci vuole la grande Europa per sopravvivere al virus

Europa e razzismo un binomio da non coniugare mai. Del resto il motto dell'Unione europea “Uniti nella diversità” è la bussola che dovrebbe far percorrere sentieri opposti a quelli della discriminazione.

Tutto questo è ben raccolto nell'Articolo 21, paragrafo 1, della Carta dei diritti fondamentali: "Qualsiasi discriminazione basata su qualsiasi motivo come sesso, razza, colore, origine etnica o sociale, caratteristiche genetiche, lingua, religione o convinzioni personali, opinioni politiche o di altro genere, è vietata l'adesione a una minoranza nazionale, proprietà, nascita, disabilità, età o orientamento sessuale". Tuttavia l'assassinio da parte di un agente della Polizia di Filadelfia di George Floyd avvenuto lo scorso 25 maggio 2020 ha animato il dibattito anche nelle istituzioni europee in merito ai rischi che si corrono. Proprio i deputati europei, a fine giugno, hanno condannato formalmente “ogni forma di razzismo, odio e violenza” e “l'atroce morte di George Floyd” sostenendo “le recenti proteste”. Nella risoluzione parlamentare (adottata con 493 voti favorevoli, 104 contrari e 67 astensioni) il Parlamento non si è limitato alla condanna dell'episodio negli Usa bensì ha allargato la sua attenzione anche ad uccisioni analoghe dovunque nel mondo. Estremamente significativo il minuto di silenzio per le vittime di razzismo e ogni altra forma di discriminazione in apertura della sessione parlamentare al pari delle parole del presidente David Sassoli che ha sottolineato il rispetto per i valori democratici e dei diritti umani. Anche Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha evidenziato che “è il momento di parlare di razzismo, apertamente e onestamente”.

Nella risoluzione vi è anche un diretto riferimento alla professione giornalistica infatti è fatta espressa considerazione del fatto che “un reporter della Cnn, Omar Jimenez, e i suoi colleghi sono stati arrestati mentre coprivano la protesta di Minneapolis e sono stati successivamente rilasciati dopo la conferma che erano membri dei media; considerando che a un gran numero di giornalisti è stato impedito di riferire liberamente sulle manifestazioni, nonostante mostrassero visibilmente le proprie credenziali mediatiche, e che dozzine sono state attaccate dalle forze di polizia, alcune delle quali hanno subito gravi ferite”. Al fine di combattere al meglio i rigurgiti razzisti il Parlamento europeo “invita i leader dell'UE a organizzare un vertice europeo contro il razzismo sulla lotta alla discriminazione strutturale in Europa nel prossimo futuro” esortando la Commissione “a presentare una strategia globale contro il razzismo e la discriminazione e un quadro dell'UE per i piani d'azione nazionali contro il razzismo con una componente dedicata alla lotta contro questi fenomeni nei servizi di contrasto, adottando un approccio intersezionale”. Al Consiglio è chiesto di “istituire una configurazione specifica del Consiglio per la parità; invita le istituzioni dell'UE a istituire una task force interistituzionale per combattere il razzismo e la discriminazione a livello dell'UE”.

A livello operativo, in questo percorso di “sminamento del razzismo”, le Agenzie europee coinvolte nel processo sono la Fra - Agenzia dell’Unione europea per i diritti fondamentali -, la Cepol - Agenzia europea per la formazione delle forze dell'ordine - e l'Europol - Agenzia europea per la cooperazione giudiziaria. A questi organismi è stato chiesto “nell'ambito dei rispettivi mandati, a intensificare gli sforzi nella lotta al razzismo e alla discriminazione”. In particolare la Fra, fondata nel 2007 con sede a Vienna e diretta da Michael O’Flaherty, fornisce consulenza alle istituzioni dell’UE e ai governi nazionali sui diritti fondamentali, in particolare nei seguenti settori: discriminazione, accesso alla giustizia, razzismo e xenofobia e altro. Interessante ricordare che secondo il rapporto “Being black in the Eu” della Fra, almeno un terzo degli europei con pelle nera ha subito un'aggressione tra il 2013 e il 2018. In ultimo ma non per ultimo è opportuno interiorizzare le parole della senatrice a vita Liliana Segre pronunciate il 29 gennaio al Parlamento europeo «La parola razza ancora la sentiamo dire e per questo dobbiamo combattere questo razzismo strutturale, che c'è ancora». Ancora.
Twitter@peppedimiccoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie