Lunedì 09 Dicembre 2019 | 10:47

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
L’Italia del buon senso non s’arrenda al senso comune

L’Italia del buon senso non s’arrenda al senso comune

 
L'analisi
Il «popolo di formiche» ora vive tra i muretti a secco

Il «popolo di formiche» ora vive tra i muretti a secco

 
L' opinione
Se le «capre» diventano «sardine»

Se le «capre» diventano «sardine»

 
Il punto
Caro Fedez le tue paure siano un messaggio per chi soffre

Caro Fedez le tue paure siano un messaggio per chi soffre

 
L'analisi
Ogni giorno Sud sempre più derubato: basta, da oggi deve finire

Ogni giorno Sud sempre più derubato: basta, da oggi deve finire

 
L'analisi
I nostri ragazzi sono asini? Eppure leggono di più

I nostri ragazzi sono asini? Eppure leggono di più

 
L'editoriale
La politica internazionale torna a influire sui patti interni

La politica internazionale torna a influire sui patti interni

 
Il commento
Uno strappo per lasciare il siderurgico al suo destino

Uno strappo per lasciare il siderurgico al suo destino

 
L'analisi
Manette agli evasori, ceppi alle imprese

Manette agli evasori, ceppi alle imprese

 
Il commento
«Santa Subito», il docufilm su Santa Scorese vince la Festa del Cinema di Roma

«Santa subito» e altri doc: l’Italia colpita al cuore

 
Il punto
Più ingegneria civile per salvare il territorio

Più ingegneria civile per salvare il territorio

 

Il Biancorosso

Al San Nicola
Il Bari aggancia il Potenza: la partita giocata in casa finisce 2-1

Il Bari aggancia il Potenza: il match finisce 2-1. Rivedi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batnordbarese
Facevano motocross nel Parco dell'Alta Murgia: fuggono alla vista dei cc

Facevano motocross nel Parco dell'Alta Murgia: fuggono alla vista dei cc

 
FoggiaNel foggiano
volante polizia

San Severo, in fuga per 30 chilometri: aveva eroina nell'auto

 
PotenzaLa tragedia
Scivola e cadendo parte un colpo dal suo fucile. Muore un cacciatore

Forenza, scivola e gli parte un colpo dal fucile: muore cacciatore

 
BariLa cena del cuore
Metti una sera a cena con i bimbi autistici dietro i fornelli

Metti una sera a cena a Bari con i bimbi autistici dietro i fornelli

 
HomeIl siderurgico
Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

Cantiere Taranto, a studio sgravi del 100% per chi assume lavoratori ex Ilva

 
BrindisiPub Ciporti
Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

Fasano, incendio a un pub: terzo attentato in pochi mesi

 
LecceL'analisi
Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

Lecce, il boom della grande distribuzione: in provincia ci sono 402 strutture

 
MateraOperazione dei Cc
Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

Pisticci, sorpresi in garage con 800 grammi di marijuana: in cella due 21enni

 

i più letti

Economia

L'autunno caldo delle tasche degli italiani

Quest’anno ad aggravare la pressione fiscale si aggiungono altre due voci: un ennesimo nuovo governo e i raid contro gli impianti petroliferi in Arabia Saudita

L'autunno caldo delle tasche degli italiani

Si prepara un autunno caldo per le tasche di noi poveri italiani. Certo, ogni anno, dopo la consueta caduta delle «foglie morte», arriva puntale la stangata legata alla Finanziaria che deve, o almeno dovrebbe, servire a riportare in ordine i conti del nostro sgangherato Paese sempre più oberato da un debito pubblico che, unico, non conosce «crisi». Aumenta sempre nonostante gli strombettanti annunci che i nostri infaticabili governanti, da decenni, riversano sulle nostre menti ormai obnubilate dalla caterva di tasse, tributi, imposte: pagare sempre pagare.

Ma quest’anno ad aggravare la pressione fiscale, diretta o indiretta, che preme sui nostri sempre più sottili portafogli, si aggiungono altre due voci: un ennesimo nuovo governo e i raid contro gli impianti petroliferi in Arabia Saudita.
Una Finanziaria ordinaria già promette una bella mazzata, ma un nuovo governo, per sua stessa natura, non può che finire con l’aggravare le cose. Al momento dell’insediamento, infatti, il presidente del Consiglio di turno, illustra un libro dei sogni che comunque vanno alimentati con denaro contante. Mai le lacrime sudore e sangue che annunciava Winston Churchill ai cittadini britannici nel drammatico maggio del 1940. Per noi solo rosee prospettive come la piuttosto recente «eliminazione della povertà».

Fra le tante promesse di razionalizzazioni e riorganizzazioni, naturalmente a esclusivo beneficio dei contribuenti, questa volta c’è l’unificazione di Imu (Imposta municipale unica) e Tasi (Tributo per i servizi indivisibili). La saggezza che deriva dall’età, leggasi vecchiaia, porta ad assodare che dietro una razionalizzazione contributiva non possa che esserci un aumento complessivo: nonostante la matematica non sia un’opinione, una tassa più un’altra tassa porta al risultato di tre anziché due. Ci piacerebbe sbagliare ma così purtroppo temiamo non sarà. Del resto qualcuno il conto delle promesse dei nuovi governi lo deve pur pagare ed è, inevitabilmente, il solito noto, il contribuente, quello già randellato mille volte.

Come non bastassero i problemi di casa nostra, dal momento che «il battito d’ali di una farfalla può provocare un uragano dall’altra parte del mondo», ecco che i raid contro gli insediamenti petroliferi in Arabia Saudita rischiano di innescare una corsa sfrenata del prezzo dei carburanti nel resto del mondo. E questo è particolarmente grave in Italia dove il livello delle accise sui prodotti petroliferi non conosce rivali. Alcuni analisti, speriamo si sbaglino, prevedono che il costo della benzina possa arrivare a superare i due euro. Con tutto quello che ne consegue riguardo all’ulteriore aumento generalizzato dei prezzi a causa della crescita dei costi di produzione e trasporto di qualsiasi cosa.

Più ancora che caldo sembra che ci aspetti pertanto un autunno, e pure un inverno, entrambi roventi. C’è da restare traumatizzati in un Paese, nel quale, proprio in questi giorni, tra il serio e il faceto, si parla, di una «tassa sulla pipì», ma si profila, tra le altre, anche una più intricata e controversa tassa sui contanti. Però rassicuriamoci. Tutto servirà a migliorare ulteriormente il nostro tenore di vita e combattere gli sprechi nella spesa pubblica. Non accade già così da tempo immemore?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie