Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 00:51

LETTERE ALLA GAZZETTA

L'atteggiamento nei confronti degli atei

LETTERE ALLA GAZZETTA - Chissà perché gli atei a volte vengono considerati persone diverse e un po' stravaganti e quasi corpi estranei di questa società, e si pensa che siano pochissimi, invece ci sono. Sono gente normalissima che non si oppone alle religioni, non è il loro scopo, cercano solo pacificamente di far valere i proprio diritti, perché ne hanno.

A loro si deve la sala del commiato al cimitero, e affiancate ad altre sigle hanno combattuto per il testamento biologico e portano avanti altre tematiche. Ci sono associazioni di atei in tutta Italia e desiderano avere un posto preciso in questa società, una identità che non si mescoli e si confonda con altre.

Lilli Maria Trizio, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400