Sabato 15 Dicembre 2018 | 19:29

LETTERE ALLA GAZZETTA

Un «gradito» ritorno sul teleschermo

Non sono un assiduo spettatore della tv, forse per questo mi ha stupito vedere fra gli ospiti Antonio Di Pietro, nel ruolo di esperto di diritto. L’ultima volta che avevo sentito parlare di lui era stato a Report, al tempo “mitico” della Gabanelli.

Da una sua inchiesta, l’eroe di “Mani pulite” risultava stranamente proprietario di tanti palazzi di pregio a Roma. Ce ne fornì anche una lunga e precisa documentazione televisiva. Per l’occasione venne fuori che il bilancio del partito “L’Italia dei valori” veniva gestito in famiglia, dalla moglie. E Di Pietro, messo alla strette in tv, imbarazzato, balbettante, se ne uscì in modo ridicolo: ”ma mia moglie… non è mia moglie”. E quella storia e quella frase, fonte di sollazzi e risa, fece crollare il mito Di Pietro.

Ora la Tv ce lo ripresenta gradito ospite come se quella storia non fosse che un ricordo onirico.

Ezio Pelino - Sulmona (L’Aquila)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400