Domenica 20 Ottobre 2019 | 14:10

NEWS DALLA SEZIONE

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
BariIl fenomeno
Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

Bari, la nuova guerra dei gazebo colpa di abusi, tolleranze e scelte sbagliate

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
TarantoMARINA MILITARE
Taranto, musica e solidarietà insiemesuccesso del concerto "Note d'autunno"

Taranto, musica e solidarietà insieme successo del concerto "Note d'autunno"

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Il 21 giugno

Solstizio d'estate a Bari, la magia di luce si ripete in Cattedrale

Nel primo giorno d'estate, alle 17.10, la luce filtra dal rosone e si proietta sul pavimento, andando a combaciare con il mosaico ai piedi dell'altare. Un fenomeno che accomuna San Sabino ad altre chiese romaniche dell'XI-XII secolo

BARI - Come ogni 21 giugno la magia del solstizio d'estate si ripete a Bari: la luce colpisce la facciata della Cattedrale di San Sabino e filtra dal rosone per combaciare con quello musivo a due passi dall'altare. Il tutto, come si vede dalle foto, sotto gli occhi di numerosi fedeli, curiosi e turisti accorsi per lo spettacolo all'interno del monumentale edificio religioso del borgo antico. 

L'evento tra musica, brani d'organo danze e canti è iniziato alle 17.10, momento in cui il fascio di luce entra dal rosone della facciata proietta il suo disegno sul rosone pavimentale della navata centrale della Cattedrale, facendo coincidere perfettamente i due motivi ornamentali.

Un rito che si ripete una volta l'anno ma che lascia sempre senza fiato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie