Venerdì 05 Giugno 2020 | 19:09

NEWS DALLA SEZIONE

la bella stagione
A Porto Cesareo esplode l’estate

A Porto Cesareo esplode l’estate: spiagge del Salento piene e mare cristallino

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaEdilizia
San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

San Giovanni Rotondo, l'Arca consegna 18 alloggi. Emiliano: «Casa è sinonimo di dignità»

 
Brindisiterapia Covid
Brindisi, al «Perrino» prime 2 donazioni di plasma iperimmune

Brindisi, al «Perrino» prime 2 donazioni di plasma iperimmune

 
LecceCoronavirus
Soleto, anziana di nuovo malata di Covid dopo 4 tamponi negativi

Soleto, anziana di nuovo malata di Covid dopo 4 tamponi negativi

 
Potenzafase 3
Basilicata, piattaforma online per autosegnalazioni di lucani che tonano in regione

Basilicata, piattaforma online per autosegnalazioni di lucani che tonano in regione

 
BariI dati
Effetto Covid 19, meno reati a Bari e nella Bat: il bilancio dei carabinieri

Effetto Covid 19, meno reati a Bari e nella Bat: il bilancio dei carabinieri

 
Tarantomobilità sostenibile
Taranto prima in Puglia nella graduatoria: 800mila euro per piste ciclopedonali

Taranto prima in Puglia nella graduatoria: 800mila euro per piste ciclopedonali. Stanziati 13,8 mln dalla Regione

 

i più letti

Il sit in

Bari, Salvini atteso domani al Libertà: scatta la protesta al Redentore

Manifestazione contro il vicepremier e ministro degli Interni

BARI - Grande attesa per Matteo Salvini in arrivo domani a Bari, nel quartiere Libertà che come annunciato un paio di mesi fa, incontrerà i cittadini che hanno dato il via con ben tremila firme, a una petizione contro l'eccessiva presenza di migranti. In risposta alla visita del vicepremier un centinaio di persone, tra cui rappresentanti di diverse associazioni baresi riunite dallo slogan «Mai con Salvini», ha organizzato un sit-in. «Non vogliamo nella nostra città passerelle razziste - dicono gli organizzatori - Bari è una città aperta e solidale e lo sarà sempre». Ecco le foto. 

LE PAROLE DI DON FRANCESCO PREITE - «La visita del ministro ci fa piacere, ma non diventi un modo per aizzare i venti della lotta tra poveri. Chiederei al ministro di non fomentare una conflittualità maggiore, ma di farsi garante del bene comune, di facilitare percorsi che possono migliorare la qualità della vita di questo quartiere». Così don Francesco Preite, responsabile dell’Oratorio del Redentore, nel quartiere Libertà di Bari, alla vigilia della visita a Bari del ministro dell’Interno, Matteo Salvini. 
«Il ministro Salvini - ha detto don Francesco - venga ad ascoltare le reali esigenze del territorio, che sono quelle di chi ha a cuore il benessere del quartiere, incentivando i percorsi di istruzione e formazione professionale, le politiche attive del lavoro per i giovani, la lotta alla criminalità. Questo è un quartiere popolare bellissimo, in cui la questione povertà ha due facce: la disoccupazione giovanile e il degrado culturale». «È un quartiere - ha aggiunto - fatto di tante persone per bene, ma è anche sotto lo scacco dei clan. Il problema principale non sono gli immigrati, spesso sfruttati dalla mafia, ma la presenza prepotente dei clan criminali. Le giovani piante hanno bisogno di aria salubre per crescere, se diamo area inquinata, cresceranno malate».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie