Venerdì 14 Dicembre 2018 | 18:46

NEWS DALLA SEZIONE

Lunga e buona vita ai trapiantati, ma hanno difficoltà a curarsi

 

Gravidanze fantasma e figli miracolo dopo il cancro

 

Nuovi anziani, nuova medicina, nuovo medico: rivoluzione epocale

 

Rischio ospedale: due volte su cento per farmaco improprio

 

Over 55, hikikomori (in disparte)? No!

 

Matera si illumina per «spegnere» l'artrite psoriasica

 

Il Parkinson, malattia che provoca disabilità motoria

 

Aids, scontro sul numero dei farmaci

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Due invece di tre farmaci per i malati di Aids. E questo significa meno probabilità (che purtroppo non è rara) di dimenticarne uno, meno rischio di effetti collaterali, più economia per il Servizio Sanitario Nazionale.

La notizia, presentata da ViiV Healthcare alla severa 22° International AIDS di Amsterdam ha interessato favorevolmente ricercatori e clinici cui sono stati esposti direttamente i dati di fase III che dimostrano che il regime a due farmaci di dolutegravir e lamivudina ha un’efficacia simile al regime a tre senza provocare resistenza alcuna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400