Lunedì 21 Ottobre 2019 | 09:05

Il Biancorosso

L'intervista
Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

Bergossi sente la voce del cuore: «Bari hai tutto per tornare in B»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl contest
Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

Casamassima, MusicGallery Puglia premia i talenti musicali: tutti i vincitori

 
TarantoLa visita
Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

Scuola, domani il ministro Fioramonti in visita a Taranto

 
PotenzaInvasi semivuoti
Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

Basilicata, è allarme acqua: dighe ai minimi degli ultimi 20 anni

 
LecceIL casi
Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

Lecce, eredità contesa dello zio: indagati noto avvocato e suo padre

 
FoggiaSalgono a due le vittime
Manfredonia, scontro frontale tra due auto: un morto e 4 feriti

Manfredonia, scontro frontale tra due auto: muoiono marito e moglie

 
BrindisiIl sequestro
Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

Ceglie Messapica, arrivano i Cc e nascondono fucile: arrestato padre e figlio

 

i più letti

Scossone per l'Europa

Il #PremioCarloMagno a Francesco

Una responsabilità per tutti

Il dramma dei migranti

Lo sportello Ue

Giuseppe Dimiccoli

Giuseppe Dimiccoli

Tutte le novità, le curiosità e le nuove regole introdotte dall'Unione europea. Un blog per conoscere meglio i segreti dell'Unione curato da un giornalista che all'Unione ci ha lavorato.

Il #PremioCarloMagno a Francesco

"Che cosa ti è successo, Europa madre di popoli e nazioni, madre di grandi uomini e donne che hanno saputo difendere e dare la vita per la dignità dei loro fratelli?" Questo si è chiesto e ci ha chiesto Papa Francesco. E allora è bene iniziare da questo quesito per comprendere che il Premio Carlo Magno che oggi Papa Francesco ha ricevuto in Vaticano è un avvenimento che deve assolutamente scuotere i cuori, le menti e le coscienze di tutti i cittadini dell'Unione Europea e del mondo. La motivazione alla base di tale conferimento è la assoluta certezza da parte del Pontefice di essere dalla parte degli ultimi e di chi soffre. Concetto nobile che dovrebbe essere tradotto in una politica di attenzione e umanità nei confronti del dramma di chi arriva a casa nostra dopo peripezie inimmaginabili. Non dimenticando chi muore, e sono troppi, per strada. Allora l'Unione europea memore di quanto intimato proprio da Papa Francesco al Parlamento europeo di Strasburgo durante la sua visita ufficiale deve immediatamente cambiare rotta e attuare provvedimenti che siano utili a fermare questa mattanza. Gli Stati membri non possono continuare a giocare sulla pelle di chi poi muore. Non è questa l'Europa che amiamo. L'Europa  è un continente dove pace, tolleranza, dialogo e amore trovano la ragione di essere e di trovare casa. Ma alla luce di questo comportamento in questo momento tutto questo è annullato. E allora il premio a Papa Francesco sia il momento dal quale tutti prendano consapevolezza di questa responsabilità di fronte al nostro cuore e al mondo intero.

twitter@peppedimiccoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie