Lunedì 15 Ottobre 2018 | 18:41

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Norme e regole

Giocattoli di Natale e Ue

Le regole per non farsi male

Lo sportello Ue

Giuseppe Dimiccoli

Giuseppe Dimiccoli

Tutte le novità, le curiosità e le nuove regole introdotte dall'Unione europea. Un blog per conoscere meglio i segreti dell'Unione curato da un giornalista che all'Unione ci ha lavorato.

Giocattoli di Natale e Ue

L’Europa: occhio ai giocattoli

Anche un regalo di Natale può provocare seri problemi di salute. Del resto non manca Natale che non si registrino «incidenti» legati alla non sicurezza dei regali. Un mercato tanto vasto quanto pericoloso. È bene precisare che già da anni tutti i giocattoli venduti nell’Unione europea devono rispondere ai requisiti di sicurezza e sistemi di controllo più rigorosi al mondo grazie alla direttiva europea sulla «sicurezza dei giocattoli».
A dar manforte il programma di protezione dei consumatori dell’Ue (2014-2020) che fa rispettare le leggi a tutela dei consumatori in tutto il mercato unico, offrendo un livello elevato di protezione giuridica.
La frenesia del momento spesso è a discapito della attenzione alla qualità (nel periodo di Natale vengono acquistati oltre il 60% di tutti i giocattoli dell’anno).
Non comprare mai giocattoli sprovvisti del marchio «Ce».
È questa la «parola magica» che garantisce ai consumatori che il prodotto è stato controllato prima di essere immesso sul mercato e rispetta le regole europee per sicurezza, salute e protezione ambientale. Con l’apposizione del marchio Ce su un prodotto il produttore dichiara la conformità del prodotto e si assume la piena responsabilità riguardo a tutti i requisiti di legge.
Tra i consigli da seguire per l'acquisto di un giocattolo è indispensabile «leggere attentamente tutte le avvertenze e le istruzioni», «assicurarsi che il gioco sia adatto all'età del bambino cui è destinato», «acquistare il giocattolo sempre presso rivenditori e siti web di fiducia» e «rivolgersi sempre al produttore o al rivenditore in caso di dubbi relativi alla sicurezza del giocattolo».
Mai acquistare giocattoli contraffatti ricordandosi che le copie illegali di marchi di giocattoli ben noti quasi mai rispettano le norme di sicurezza dell’Ue. Per i bambini di età inferiore ai 3 anni «non comprare giocattoli che presentino piccoli parti staccabili» considerando che sono particolarmente esposti al rischio di soffocamento poiché tendono a mettersi tutto in bocca. Attenzione ai materiali pena ricoveri per dermatiti causate dal contatto con materiali tossici.
«Sono ancora troppi i prodotti non sicuri e non conformi venduti sul mercato dell’Ue: ad esempio, risulta dalle ispezioni che il 32% dei giocattoli, non soddisfano i requisiti in tema di sicurezza o di informazioni ai consumatori previsti nella legislazione dell’Ue. Oltre a rappresentare un rischio per i consumatori, tali prodotti pongono in una situazione di svantaggio competitivo le imprese virtuose», è scritto in una nota dell’Ufficio in Italia del Parlamento europeo di Roma.
In ultimo ma non per ultimo è bene sapere che i prodotti contraffatti alimentano il crimine organizzato che spesso utilizza proprio i bambini. Tanti auguri con giocattoli sicuri.
twitter@peppedimiccoli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400