Sabato 27 Febbraio 2021 | 11:29

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 
Musica
«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

 
Musica
«Mogi», da Lucera il nuovo album di Giuseppe Silvestri

«Mogi», da Lucera il nuovo album di Giuseppe Silvestri

 
Musica
Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

 
Musica
«Mille cose», brano d'esordio del tarantino Edodacapo, «per infelice consapevoli»

«Mille cose», brano d'esordio del tarantino Edodacapo, «per infelici consapevoli»

 
Il brano
«Come i delfini», l'estro di Iravox anticipa la raccolta di tutti i suoi singoli

«Come i delfini», l'estro di Iravox anticipa la raccolta di tutti i suoi singoli

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariNel barese
In trasferta dalla Sicilia a Monopoli per molestare showgirl: divieto di dimora in Puglia per un fan ossessionato

In trasferta dalla Sicilia a Monopoli per molestare showgirl: divieto di dimora in Puglia per un fan ossessionato

 
BatL'episodio
Trani, a fuoco portone del sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

Trani, a fuoco portone sindaco Bottaro: ieri l'ordinanza anti-stazionamento

 
FoggiaCoronavirus
Peschici, aumento contagi: sindaco chiude ristoranti e bar

Peschici, aumento contagi: sindaco chiude ristoranti e bar

 
LecceSi indaga
Lecce, rogo nel parcheggio dell'ospedale: a fuoco archivi cartelle cliniche 2018-19

Lecce, rogo nel parcheggio dell'ospedale: a fuoco archivi cartelle cliniche 2018-19

 
Covid news h 24Lotta al virus
Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

Vaccini, l'appello del sindaco di Matera a Bardi: «serve accelerazione»

 
TarantoIl siderurgico
Mittal al sindaco di Taranto: bisogna attendere l'esito del Consiglio di Stato

Taranto, Mittal al sindaco: su spegnimento impianti, attendere Consiglio di Stato. Melucci: «Minacce da no comment»

 
BrindisiIl ricordo
Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

Brindisi, 30 anni fa lo sbarco degli albanesi: in teatro uno spettacolo in streaming

 

musica

«So pazz'e te»: nuovo singolo per Sal Da Vinci con Vale Lambo, e quel video girato a Matera

Il cantante e attore pubblica il nuovo singolo in collaborazione con uno dei più interessanti esponenti dell'urban partenopeo

Un reggaeton lento, che fonde i suoni più moderni con la poesia del dialetto napoletano: è «So pazz’e te», nuovo brano del cantante e attore Sal Da Vinci insieme al rapper Vale Lambo. Un progetto che profuma di sud, e soprattutto di Basilicata, dal momento che il videoclip,con la produzione di Terranera, è stato girato tra i sassi di Matera e il circolo velico Riva dei Ginepri a Marina di Pisticci.

Come mai le riprese in Basilicata?
«È stata un’idea del regista Giuseppe Marco Albano, che ha curato il video insieme al direttore della fotografia Marco Stramaglia:volevamo ambientarlo in costiera amalfitana, poi abbiamo deciso di svilupparlo fra i paesaggi e i colori lucani. Sono rimasto colpito e affascinato da questa terra: Matera è una meraviglia naturale, poi ci siamo spostati sul mare: avete un litorale mozzafiato, di una bellezza disarmante, quasi sospesa»

Come nasce la collaborazione con Vale Lambo?
«Gli anni passano, le tendenze cambiano, ma la musica ha sempre un messaggio che arriva dritto al cuore. ‘So pazz’e te’ è una dichiarazione d’amore:da uomo del sud volevo trasmettere questo concetto con una contaminazione un po’ urban e moderna, e ho coinvolto Vale, che mi ha aiutato a far arrivare il sound ai giovani. Abbiamo mischiato due linguaggi, poi gli arrangiamenti sono stati curati da Adriano Pennino, così come quelli di tutto l’album nuovo, in uscita il prossimo autunno»

Cosa significa per lei essere artista al sud?
«Avere la possibilità di raccontare le sfaccettature dell’amore in tutti i loro colori. Noi meridionali abbiamo dentro la libertà, il sole ci cambia l’umore, la luce rivelale bellezze che altrimenti resterebbero nascoste. Siamo ancora legati a questo concetto che con il sole va tutto nel verso giusto: esprime grande umanità, che c’è anche in altre parti d’Italia, ma da noi è più evidente. E poi tutte le regioni del sud sono vulcano di talenti, nuove idee, collaborazioni: ecco perché sono così gettonate anche a livello turistico»

Dopo il momento difficile che abbiamo vissuto, in cui si è parlato delle difficoltà della filiera dello spettacolo, si sta muovendo qualcosa?
«Almeno è stata attirata l’attenzione. Noi artisti non siamo mai stati riconosciuti, in altri paesi a chi fa spettacolo vengono dedicate strade e quartieri.L’Italia vive di cultura, ma noi facciamo fatica, nonostante l’arte in genere corrisponda quasi al 20% del pil nazionale. È l’attenzione morale che manca, siamo stati dimenticati, anche se le ultime settimane sono state importanti perché hanno fatto emergere problematiche in tante regioni. Io stesso ho incontrato il presidente della mia, la Campania: si sta cercando di fare il possibile, di distribuire le risorse»

Che estate sarà per Sal Da Vinci?
«Vado pazzo per l’estate, che per noi napoletani è semplicemente “la stagione”. Faremo di tutto per ripartire con la musica e i momenti di aggregazione, rispettando logiche e protocolli, ma senza fobie. Credo sia importante pensare in positivo, per noi stessi e per il nostro paese. Ripartire in sicurezza, ma con la voglia di gioire, perché presto arriverà il momento di lasciarci tutto questo alle spalle»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie