Venerdì 22 Gennaio 2021 | 12:58

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

Erica Mou canta «Soldi» di Mahmood con «inserti» in barese: il risultato fa impazzire il web

 
Il video
«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

«La vita è un sogno»: visioni dantesche con i Tamburellisti di Torrepaduli

 
Musica
«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

«Era bella»: il video del salentino Manu Funk è una storia d'amore vista da un acquario

 
Il disco
Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

Quell'antica Puglia musicale che fece la «napoletana»

 
La notizia
È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

È di Roberto Ottaviano il miglior cd del 2020

 
Musica
Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

Il nuovo Anteros, un talento pronto al primo album

 
L'intervista
Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

Camerata Musicale Barese, le 80 stagioni: parla il direttore De Venuto

 
Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

Bari, con Caffellatte la psicologia si racconta anche in musica

 
La rassegna
Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

Festival della Valle d'Itria, barocco e classicismo anime della 47esima edizione

 
Inediti e rarità
Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

Vito Clemente e la Sinfonica alla ricerca dei due Traetta

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

Auteri e la C infuocata del Bari: «Volevo proteggere il gruppo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl caso
Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

Potenza, crolla pezzo di solaio di un appartamento: 60enne ferita

 
LecceL'iniziativa
«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

«Back to school»: a Lecce l'evento in streaming con i ministri Azzolina e Spadafora

 
Barinel Barese
Modugno, 51enne si sente male in casa: cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

Modugno, 51enne si sente male in casa, cane abbaia a lungo e allerta i vicini: è salva

 
MateraNel Materano
Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

Mafia, sequestrati beni a capoclan lucano: case, mezzi e contanti

 
FoggiaIl caso
Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

Foggia: «Ho fatto il tampone, ma forse non è il mio»

 
Brindisimaltrattamenti in famiglia
Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

Ostuni, distrugge i mobili di casa e minaccia di morte madre e moglie: arrestato 45enne violento

 
Tarantoil progetto
Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

Taranto, piantine antinquinanti nelle scuole: al via «La Natura entra in classe»

 
BatNella Bat
Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

Droga, condanne definitive per sette trafficanti di Andria

 

i più letti

musica

«U’ Sand’ Nèst»: il nuovo singolo dei baresi Hora Prima è dedicato al culto di San Nicola

Registrato durante la quarantena, mescolando dialetto e sonorità elettroniche

U’ Sand’ Nèst è il nuovo singolo della rock band barese Hora Prima, registrato durante la quarantena e dedicato alla figura di San Nicola. Anche se quest’anno sarà una festa diversa a causa dell’emergenza Covid, gli Hora Prima continuano il loro viaggio musicale per raccontare la storia di Bari e delle sue tradizioni. Mescolando dialetto e sonorità elettroniche, il brano U’ Sand’ Nèst è un omaggio alla tradizione e alla devozione dei baresi che, prima come marinai spinti verso Oriente da un folle miraggio e poi come fedeli in processione verso la Basilica, hanno accolto e celebrato il Santo di Myra nella loro città.
Il brano, è stato scritto da Francesco Bux, voce e batterista della band.

«Mi sono immerso nella folla – afferma Bux, parlando della genesi del testo - sono diventato parte di essa e mi sono lasciato trasportare dal flusso di gente che cantava e applaudiva la lignea rappresentazione del Santo. La statua danzava al ritmo della banda e tutte le persone esprimevano la loro devozione. Il clima euforico e la moltitudine di culture mi pervadevano. Così mi è bastato ascoltare: 'Cuss iè u’ Sand’ Nèst!', esclamava un signore, ed è venuto fuori il titolo. Guardando la statua, la stessa sin dall'800, ho riflettuto su quante volte abbia visto la Città cambiare ed evolversi negli anni, e di come, in fondo, noi baresi non cambiamo mai e cerchiamo sempre la Sua benedizione.»

«La musica – continua Bux, esprimendosi in merito alla melodia - è venuta molto spontaneamente. Volevo che il brano suonasse come una canzone popolare da cantare tra la folla, immersi nel clima di festa. Mi è bastato ripercorre l'euforia che mi aveva lasciato quell'esperienza, e così accordi e melodia sono fluiti immediatamente. Inoltre, il brano ha una vena ironica che
serpeggia tra le righe. È di sicuro una raccolta di emozioni positive e di ammirazione verso il Santo ma, come esprimo nel ritornello, è una sorta di caricatura verso il barese, il quale si ricorda di San Nicola quando versa in cattive condizioni. Solo allora “iè u’ Sand’ Nèst”, altrimenti è il santo dei forestieri.»

Gli Hora Prima si sono esibiti lo scorso anno sul lungomare di Bari, in occasione della “Festa dei Baresi”, e successivamente hanno registrato il loro primo singolo, Le mie figlie, racconto di uno dei miracoli più rappresentativi di San Nicola: il prodigio della dote alle tre fanciulle povere. Sono inoltre stati selezionati per le prossime finali regionali del Sanremo Rock Festival 2020. La band composta da Roberto Gomes (voce e tastiere), Domenico De Zio (chitarra), Gianluca De Bene (chitarra), Valeria Tritto (basso) e Francesco Bux (batteria e voce). Per gli altri brani dedicati alla figura del Santo, tra cui Le mie figlie, si sono avvalsi della collaborazione dell’autore Giovanni Boccuzzi. Gli Hora Prima nascono nel 2015 con l'obiettivo di ricreare le armonie e le atmosfere tipiche della scena progressive italiana ed internazionale, non soltanto attraverso l'esecuzione dei brani delle band più rappresentative, ma soprattutto mediante la stesura di componimenti che, per via della fusione fra i diversi generi musicali e le tematiche trattate, si inseriscono nel solco tracciato dai maestri del prog classico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie