Martedì 25 Settembre 2018 | 18:36

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

cultura & sviluppo

Notte dell'archeologia
i numeri sono da record

Più di seicento persone hanno visitato le necropoli e le tombe

 Notte dell'archeologia i numeri sono da record

di Leo Spalluto

«La notte bianca dell’archeologia» ha incantato i tarantini. La serata del 28 dicembre ha fatto registrare un successo confortante e, per certi versi, inatteso. Quasi seicento persone hanno affollato le strade della città visitando la Necropoli di via Marche e le tombe a camera di via Pio XII, via Pasubio, via Umbria, via Sardegna e Cripta del Redentore in via Terni. La vicinanza delle postazioni e il clima favorevole hanno favorito l’afflusso di famiglie, appassionati, studenti universitari e tantissimi curiosi. L’evento, unico in Italia, ha richiamato anche persone provenienti dalle province di Bari, Brindisi e Lecce: la sapiente fusione di nozioni archeologiche, momenti di cultura e teatro e degustazioni «storiche» ha riscosso consensi unanimi.

La prima grande iniziativa organizzata dall’Ati «Taranto Sotterranea», gestore dei sei siti archeologici dallo scorso mese di settembre, ha avuto un esito incoraggiante. La manifestazione, realizzata assieme all’Associazione «Terra» con il supporto dell’Amministrazione comunale e la disponibilità della Soprintendenza, rappresenta un punto di partenza per gli organizzatori Gianluca Guastella, Franco Zerruso e Riccardo Chiaradia di Taranto Sotterranea e Toto Santacroce dell’Associazione Terra.

«La manifestazione – sottolinea Guastella – è andata oltre le nostre più rosee aspettative, grazie anche alla partecipazione gratuita di tanti bambini e semplici curiosi. Nelle tombe a camera abbiamo registrato un flusso continuo di gente. Eppure era solo un esperimento, una sorta di edizione zero». I tarantini hanno risposto con entusiasmo. «Il nostro intento – prosegue – era proprio quello di creare un circuito archeologico che interessasse la gente. È stato bello vedere gruppi di persone che andavano in giro per le strade del quartiere con la piantina in mano per cercare la postazione successiva. Abbiamo animato la zona».

I visitatori hanno potuto raggiungere agevolmente tutti i siti inseriti nella Notte bianca. «Purtroppo – spiega l’esponente di Taranto Sotterranea – abbiamo dovuto tenere chiusa la Tomba degli Atleti di via Crispi. Ma era troppo isolata dal contesto: abbiamo preferito puntare sulle tombe a camera vicine tra loro, limitandoci ad un solo quartiere. I visitatori hanno camminato volentieri a piedi senza saltare neppure una postazione. Si sono create file enormi, abbiamo dovuto persino aprire una seconda biglietteria».

La «Notte bianca dell’archeologia» ha coinvolto un pubblico variegato: «Ci sono venute a trovare persone dai 20 ai 75 anni – spiega Guastella - , animate dall’identica curiosità. Oltre a tanti apparentemente poco interessati all’archeologia che si sono fatti coinvolgere dalle rappresentazioni teatrali o dalla degustazione di ricette tipiche degli antichi. Il vino greco, ad esempio, è piaciuto moltissimo».

Buona la prima. «Il matrimonio tra archeologia e attrattive culturali – osserva Guastella – funziona anche qui. Ora ne abbiamo la conferma. Secondo noi l’evento potrebbe rinnovarsi due volte l’anno, con una seconda fase in primavera. Sottoporremo l’idea al Comune di Taranto». Nel frattempo le visite guidate archeologiche inserite nel «Natale tarantino» proseguono: stamattina è in programma un nuovo appuntamento con partenza alle 10.30 dalla Tomba degli Atleti, in via Crispi 2.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Pericolo gas radon, tutelare i bambini

Pericolo gas radon, tutelare i bambini

 
Taranto, gas radon nelle scuole, il Comune: «A lavoro su areazione»

Taranto, gas radon nelle scuole, il Comune: «A lavoro su areazione»

 
Ilva, il sindaco Melucci: «Inizia una nuova fase con la grande industria»

Ilva, il sindaco Melucci: «Inizia una nuova fase con la grande industria»

 
Taranto, Amianto killer all'Ilva: la Procura chiede il rinvio a giudizio

Taranto, Amianto killer all'Ilva:
Procura chiede rinvio a giudizio

 
Taranto, dubbi sulle ceneri usate da Cementir: «Più chiarezza»

Taranto, dubbi sulle ceneri usate da Cementir: «C'è bisogno di chiarezza»

 
Martinata, fucili di precisione e pistola in casa: in cella 53enne

Martina Franca, pistole a fucili di precisione in casa: in cella 53enne

 
Taranto, pesta a sangue un marocchino: in manette un 39enne

Lite tra due dipendenti del circo: in manette un 39enne, un ferito grave

 

GDM.TV

Arresti a Foggia e Bari per furti mezzi agricoli: l'operazione

Arresti a Foggia e Bari per furti mezzi agricoli: l'operazione

 
Bari, il coro dei 10mila che cantano: «Bari grande amore»

Stadio San Nicola, il coro dei 10mila canta: «Bari grande amore»

 
Bari, viale Traiano: è cominciata la demolizione del ponte

Viale Traiano a Bari: al via la demolizione del ponte

 
La Sancataldese in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

La Sancataldese (illusa) in hotel: «Oggi col Bari vittoria secca»

 
Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 

PHOTONEWS