Domenica 21 Ottobre 2018 | 00:08

NEWS DALLA SEZIONE

Scoperta dal Noe di Lecce
Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

Manduria, piantagione ulivi trasformata in discarica

 
Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Nel Tarantino
S.G. Jonico, autocarro investe e uccide ciclista 80enne

San Giorgio Jonico, autocarro investe e uccide ciclista...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Lotta allo spaccio
Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un casolare: 2 arresti

Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un ca...

 
Il caso
Taranto, provocò un incidente in cui una bimba rimase gravemente ferita: a giudizio 23enne

Taranto, provocò incidente e bimba perse una mano: a gi...

 
Il siderurgico
Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori ancora al buio

Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori...

 
A Sava (TA)
Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per droga: arrestato 17enne

Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per dr...

 
Sanità
Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

 
Nel Tarantino
Scarico di acque reflue a Martina Franca, sequestrato depuratore aziendale

Scarico di acque reflue a Martina Franca, sequestrato d...

 
Taranto
Staff al comune, 3 indagati per truffa e abuso d'ufficio

Staff al comune, 3 indagati per truffa e abuso d'uffici...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più visti della sezione

i più letti

«Città nostra»

Blitz di giugno a Taranto
arrestato l'ultimo latitante
Era in hotel sotto falso nome

RIMINI - L’esponente di un’associazione mafiosa della provincia di Taranto è stato rintracciato e fermato mentre era in vacanza nel Riminese con la famiglia. Cosimo De Leonardo, tarantino di 63 anni, era destinatario di un provvedimento di fermo del pm emesso dalla Direzione Distrettuale di Lecce il 20 giugno, al quale si era sottratto, rendendosi irreperibile.

Nel tardo pomeriggio di ieri gli investigatori della Squadra Mobile di Rimini, in collaborazione con i colleghi di quella di Taranto, lo hanno rintracciato a Bellaria-Igea Marina in una struttura ricettiva. Secondo le indagini della mobile tarantina De Leonardo è un elemento di spicco del clan 'Di Pierrò. L’uomo ha cercato di esibire agli inquirenti un documento d’identità contraffatto. Solo successivamente, vistosi scoperto, ha confermato le proprie generalità. Per questo è stato anche arrestato per fabbricazione di documento contraffatto e portato in carcere a Rimini in attesa della convalida del fermo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400