Domenica 26 Giugno 2022 | 06:18

In Puglia e Basilicata

LOTTA ALLA MALA

Droga e armi ai «Tamburi» di Taranto, 23 gli indagati

Droga e armi ai «Tamburi» di Taranto, 23 gli indagati

Il quartiere Tamburi a Taranto

L’inchiesta è partita dal ferimento avvenuto l’11 novembre 2018: documentata l’esistenza di una fiorente piazza di spaccio

24 Giugno 2022

Francesco Casula

Gestiva lo spaccio di droga in alcune piazze del quartiere Tamburi di Taranto ed è ritenuto uno dei migliori «armaioli» della mala tarantina. Giuseppe Gentile è un tarantino di 43 anni ed è conosciuto da molti come «Pippetto», nomignolo che ha dato il titolo all’indagine che lo ha portato in carcere ad agosto dello scorso anno. È lui secondo i poliziotti della Squadra Mobile di Taranto il fulcro di una attività criminale di smercio di stupefacenti e di acquisto, vendita e riparazioni di armi che ha coinvolto complessivamente 23 persone alle quali nei giorni scorsi, il pubblico ministero francesca Colaci ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini.

L’inchiesta è partita dal ferimento di cui Gentile è stato vittima l’11 novembre 2018: le attività di intercettazione avviate dagli investigatori subito dopo la sua gambizzazione, ha permesso secondo l’accusa di accertare che «Pippetto» fosse inserito «in un sodalizio criminoso – si legge negli atti dell’inchiesta – dedito, in maniera continuativa, ad un’attività illecita che si articolava, fondamentalmente, in due settori: quello degli stupefacenti, in cui provvedeva all’approvvigionamento, al confezionamento, alla custodia e consegna di droga e quello delle armi, in cui si muoveva per reperire armi comuni da sparo, armi clandestine o parti di esse che egli stesso provvedeva a modificare o a rendere efficienti».

CONTINUA A LEGGERE SULL'EDIZIONE CARTACEA O SULLA NOSTRA DIGITAL EDITION



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -

BAT

 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725