Domenica 13 Giugno 2021 | 17:27

NEWS DALLA SEZIONE

Ladro seriale
Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

 
Il confronto
Sud, Letta a Taranto: «Pnrr dia risposte a disuguaglianze»

Sud, Letta: «Pnrr dia risposte a disuguaglianze. L'Italia deve risarcire Taranto»

 
La tragedia
Taranto, Infortunio mortale alla foce del Tara

Taranto, infortunio mortale alla foce del Tara

 
la richiesta
Taranto, l’associazione Genitori Tarantini: «Vogliamo parlare con Letta»

Taranto, l'associazione Genitori Tarantini: «Vogliamo parlare con Letta»

 
Dogana
Taranto, sequestrati al porto oltre 3 milioni di mascherine non conformi

Taranto, sequestrati al porto oltre 3 milioni di mascherine non conformi

 
Il progetto
Taranto, a scuola si fa lezione di attualità, dall'immigrazione alla violenza sulle donne

Taranto, a scuola si fa lezione di attualità, dall'immigrazione alla violenza sulle donne

 
La storia
Taranto, Cosimo da Como in bicicletta per l'ambiente

Taranto, Cosimo da Como in bicicletta per l'ambiente

 
Il caso
Taranto, sequestrato laboratorio clandestino per la lavorazione di mitili

Taranto, sequestrato laboratorio clandestino per la lavorazione di mitili

 
Il caso
Ex Ilva e caso Capristo, il gruppo Riva: «noi estranei e danneggiati»

Ex Ilva e caso Capristo, il gruppo Riva: «noi estranei e danneggiati»

 
Il caso
Taranto, sequestrati 14 videopoker non autorizzati nel quartiere Paolo VI

Taranto, sequestrati 14 videopoker non autorizzati nel quartiere Paolo VI

 
ex ilva
Qual è il piano B per Taranto? Le aziende dell'indotto incalzano il Governo

Qual è il piano B per Taranto? Le aziende dell'indotto incalzano il Governo. Carfagna: «Presto tavolo per Cis»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

Bari, De Laurentiis: «Polito è qui per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel Foggiano
Carlantino, il parroco viene trasferito: sindaco protesta e diserta messa S.Antonio

Carlantino, il parroco viene trasferito: sindaco protesta e diserta messa S.Antonio

 
BariPolizia locale
Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

Bari, travolge due motociclisti e scappa: pirata della strada rintracciato a Valenzano

 
PotenzaNel Potentino
Melfi, scritte e atti vandalici contro sede del Pd. Letta su Twitter: «Non ci fermiamo»

Melfi, scritte e atti vandalici contro sede del Pd. Letta su Twitter: «Non ci fermiamo»

 
TarantoLadro seriale
Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

Taranto, 22 auto danneggiate in una sola notte per rubare dagli abitacoli: 57enne in carcere

 
LecceIl gip: manca la prova
Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

Covid, «Non contagiò paziente in studio»: archiviazione per un medico salentino

 
BrindisiIl virus
Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

Covid 19, a Brindisi due casi accertati di variante indiana

 
Materafelicità
Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

Miglionico, «Felice per la nostra prima unione civile»

 

i più letti

La decisione

Taranto, al via il piano contro le cozze straniere nel Mar Piccolo

Assessore Cataldino lo illustra a miticoltori in sit-in protesta

Taranto, al via il piano contro le cozze straniere nel Mar Piccolo

TARANTO -  Un gruppo di mitilicoltori tarantini ha protestato con un sit davanti al Municipio per sollecitare interventi contro la «colonizzazione delle coltivazioni con cozze provenienti dall’estero». Si tratta di una «pratica - sottolinea in una nota l’assessore alla Risorsa Mare, Gianni Cataldino, che ha incontrato una delegazione di manifestanti - che si sta diffondendo: alcuni produttori acquistano cozze già cresciute in altri compartimenti e dall’estero, principalmente da Grecia, Turchia e Spagna, per poi impiantarle in Mar Piccolo affinché ottengano lo status di cozza tarantina».

In questo modo si innesca «una indebita concorrenza con le cozze autoctone - spiega - poiché sul mercato questi mitili nati altrove arrivano con dimensioni maggiori e anche con prezzi inferiori. Tra l’altro, mentre il secondo seno di Mar Piccolo ha la classificazione A, non è nota la classificazione delle acque nelle quali sono cresciute le cozze straniere prima di essere impiantate qui». Secondo l’assessore, «il rischio è che questa pratica, sulla quale non ci sono vincoli particolari di natura europea, possa costringere i produttori di autentica cozza tarantina a distruggere i molluschi. In loro soccorso arriverà il Piano delle Coste redatto dall’amministrazione Melucci, che una volta effettivo vieterà di reimmergere in Mar Piccolo molluschi che non siano autoctoni».

Nel frattempo, Cataldino ha già dato mandato agli uffici comunali di coordinarsi con Asl Taranto e Arpa Puglia per predisporre un’ordinanza sindacale che anticipi gli effetti del Piano. «Trattandosi di un sistema chiuso - conclude Cataldino, riferendosi alla filiera produttiva della cozza tarantina - possiamo derogare alle norme europee che oggi consentono l'utilizzo di molluschi non autoctoni nelle nostre acque». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie