Lunedì 30 Marzo 2020 | 13:10

NEWS DALLA SEZIONE

Il personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 
La conferma
Taranto, operaio ex Ilva si sente male in fabbrica: è positivo al Coronavirus

Taranto, operaio ex Ilva si sente male in fabbrica: è positivo al Coronavirus. Isde: «Fermare produzione»

 
le dichiarazioni
Mittal, sindaco Taranto: stop impianti entro 30 giorni

Mittal, sindaco Taranto: stop impianti entro 30 giorni

 
era del Tarantino
Nicaragua, 54enne di Martina Franca ucciso: 3 condanne

Nicaragua, 54enne di Martina Franca ucciso: 3 condanne

 
emergenza coronavirus
Taranti, reparti del «Moscati» trasferiti in cliniche private

Taranto, reparti del «Moscati» trasferiti in cliniche private

 
pericolo contagio
Mittal Taranto, caso sospetto Coronavirus: operaio attende tampone

Mittal Taranto, caso sospetto Coronavirus: operaio attende tampone

 
La denuncia
Emergenza coronavirus, a Taranto troppi lavoratori esposti

Emergenza coronavirus, a Taranto troppi lavoratori esposti

 
emergenza coronavirus
Mittal Taranto, si valuta riduzione numero operai

Mittal Taranto, si valuta riduzione numero operai

 
l'operazione
Taranto, carabinieri arrestano 30enne rumena in casa con connazionali: ricercata dal 2015

Taranto, carabinieri arrestano 30enne rumena in casa con connazionali: ricercata dal 2015

 
Solidarietà
Taranto, comunità cinese dona 8mila mascherine per emergenza Covid 19

Taranto, comunità cinese dona 8mila mascherine per emergenza Covid 19

 
emergenza coronavirus
Castellaneta, pericolo focolaio ospedale «Aspettiamo esito tamponi. Situazione insostenibile»

Castellaneta, pericolo focolaio ospedale «Aspettiamo esito tamponi»

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barila denuncia
Adelfia, Comune devastato dopo raid notturno di ladri-piromani

Adelfia, Comune devastato dopo raid notturno di ladri-piromani

 
Foggiala decisione
Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

 
PotenzaLa decisione
Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

 
Materacontrolli
Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 
Hometragedia sfiorata
Galatina, fiamme al materasso, divampa incendio in stanza ospedale

Galatina, paura in ospedale: a fuoco materasso, fiamme in una stanza

 
TarantoIl personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 

i più letti

l'illustrazione

Diodato nella sua Taranto: premiato con attestato benemerenza dal Comune «Serve una rivoluzione»

Prima uscita nella sua città dopo vittoria a Sanremo. L'artista Giovanni Guida gli ha dedicato un disegno

Diodato nella sua Taranto: l'omaggio di un artista è virale

TARANTO - «Credo che si possa lavorare tutti insieme per un futuro diverso per la nostra città. Penso che Taranto abbia pagato abbastanza in questi anni. C'è bisogno di una rivoluzione vera e propria». Lo ha detto Antonio Diodato, vincitore del festival di Sanremo con la canzone Fai Rumore, parlando con i giornalisti dopo aver ricevuto dal Comune di Taranto l’attestato di «civica benemerenza», consegnatogli dal vice sindaco Paolo Castronovi e dall’assessore Fabiano Marti. Il riferimento del cantautore è agli aspetti sanitari, ambientali e occupazionali della questione posta dall’ex Ilva. Pur nato ad Aosta, Diodato ha «origini di Taranto - si legge nell’attestato - città nella quale è da sempre vissuto e cresciuto». E quella canzone «ha onorato la città di Taranto, concorrendo alla crescita del bene comune e al rafforzamento dell’immagine positiva della stessa». L’artista, insieme all’attore Michele Riondino e al musicista Roy Paci, è uno dei direttori artistici del concertone del Primo Maggio di Taranto che «da anni chiede delle cose ben precise. Credo che si possano lanciare dei messaggi importanti attraverso la musica», ha aggiunto: «Ora spero che si possa lavorare insieme per i nostri cittadini» e per quelli «che non ci sono più, per i nostri operai che non meritano di andare al lavoro tutti i giorni con questo peso». E’ «arrivato il momento di pretendere - ha detto ancora - un futuro diverso per la nostra città, un presente diverso: noi abbiamo bisogno di una soluzione adesso. E credo che abbiamo dato abbastanza. Ci vorrebbe un intervento dello Stato importante e definitivo». «Sono felice di aver sentito questa unità nella mia città perché noi viviamo in una città in cui il tessuto sociale è stato distrutto da questa guerra tra poveri a cui ci hanno costretto in questi anni. Sono convinto che ci voglia un confronto costante tra le istituzioni e la popolazione. Uniti, in qualche modo, possiamo pretendere una soluzione». 

L'INSTORE A TARANTO - «Grazie a tutti, davvero. Taranto, fai rumore». Così Antonio Diodato, vincitore della 70esima edizione del festival di Sanremo, ha esordito, accolto da centinaia di fan, nell’appuntamento instore in un centro commerciale di Taranto per la presentazione dell’album «Che vita meravigliosa». E proprio con il brano che fa da colonna sonora all’ultimo film di Ozpetek «La dea fortuna» ha voluto salutare il pubblico nella sua prima uscita a Taranto dopo il trionfo a Sanremo.

Diodato ha poi cantato «Fai rumore», la canzone vincitrice del Festival, il singolo attualmente più venduto nella classifica singoli Top of the music. «Grazie di cuore. Grazie davvero - ha aggiunto - per essere qui, sono senza parole. Ci ho tenuto a dedicare questa vittoria alla mia città perchè, guardate, siamo bellissimi. E dobbiamo lottare sempre per tutelare la nostra bellezza. Non ce lo dimentichiamo». Domani il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci consegnerà a Diodato un attestato di «civica benemerenza» nel corso di una cerimonia che si svolgerà alle ore 11.30 a Palazzo di Città. Nel provvedimento si sottolinea che l’artista «ha onorato la città di Taranto, concorrendo alla crescita del bene comune e al rafforzamento dell’immagine positiva della stessa».  «Con la dedica della vittoria della più importante manifestazione canora - ha spiegato il primo cittadino - ha onorato la città di Taranto, concorrendo alla crescita del bene comune e al rafforzamento dell’immagine positiva della stessa». Il sindaco Rinaldo Melucci si «augura» che la vittoria di Diodato possa «essere la prima di una lunga serie» di Taranto.

Nei giorni scorsi il vincitore del Festival di Sanremo 2020 ha incontrato i fan della sua regione, a Bari e Brindisi, nelle Librerie Feltrinelli. Tra i tanti omaggi dei fan, molto successo sta riscuotendo questa immagine, realizzata dall'artista Giovanni Guida, che ha disegnato il cantautore e ha intitolato l'opera 'Fai Rumore', proprio come il pezzo vincitore del Festival. Il disco di Diodato, "Che vita meravigliosa" è uscito il 14 febbraio per Carosello Records.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie