Giovedì 28 Maggio 2020 | 02:17

NEWS DALLA SEZIONE

fase 2
Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

 
L'annuncio
Mittal Taranto, 114 dipendenti rientrano dalla cassa integrazione

Mittal Taranto, 114 dipendenti rientrano dalla cassa integrazione

 
Controlli della Ps
Taranto, spacciava pasticche di «turbodroga» sintetica Tesla: arrestato 22enne

Taranto, spacciava pasticche di «turbodroga» sintetica Tesla: arrestato 22enne

 
dalla polizia
Migranti, controlli in hotspot Taranto: arrestati 7 tunisini

Migranti, controlli in hotspot Taranto: arrestati 7 tunisini

 
IL CASO
Taranto, il pasticcio dell’appalto: il nuovo ospedale resta bloccato

Taranto, il pasticcio dell’appalto: il nuovo ospedale resta bloccato

 
L'INCIDENTE
Aereo cade nel Tevere, di Martina Franca l’istruttore

Aereo cade nel Tevere, il racconto dell'istruttore martinese sopravvissuto

 
LA VERTENZA
Taranto, altra Cig per non decidere dell'ex Ilva

Taranto, altra Cig per non decidere sull'ex Ilva

 
La tragedia
Taranto, si ribalta Apecar muore 80enne, ferita la moglie

Taranto, si ribalta Apecar muore 80enne, ferita la moglie

 
taranto
Mittal, cassa integrazione Covid prolungata per 5 settimane

Mittal, cassa integrazione Covid prolungata per 5 settimane

 
ll caso
Taranto, il nuovo ospedale non sarà pronto prima di quattro anni

Taranto, il nuovo ospedale non sarà pronto prima di quattro anni

 
spazi verdi
Taranto, al rione Tamburi tutto pronto per la Foresta Urbana

Taranto, al rione Tamburi tutto pronto per la Foresta Urbana

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

Bari, il difensore Perrotta: «Chiediamo chiarezza sul prosieguo del torneo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLutto
Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

Brindisi piange la scomparsa si «Mestru Roc», tra i primi meccanici della provincia

 
Battragedia sfiorata
Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

Barletta, misterioso agguato, 30enne ferito a colpi di pistola alla coscia e braccio

 
Potenzafase 2
Basilicata economia, 53 milioni per microimprese e turismo

Basilicata economia, 53 milioni per microimprese e turismo

 
BariLa decisione
Salvataggio Popolare Bari, via libera del Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi con 1,17 miliardi

Salvataggio PopBari, via libera del Fondo interbancario con 1,17 miliardi

 
MateraLavori pubblici
Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

Matera, sicurezza stradale: nuovo intervento Anas sulla «Basentana»

 
Tarantofase 2
Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

Taranto, più controlli anti-assembramento: vertice in prefettura con le forze dell'ordine

 
Foggiafase 2
Foggia, vietato mangiare e bere all'aperto: arriva ordinanza anti-assembramenti

Foggia, vietato mangiare e bere all'aperto: arriva ordinanza anti-assembramenti

 
LecceLa tragedia
Il cantiere del gasdotto

Pisignano, operaio 35enne muore schiacciato da tubo in gasdotto: cantiere sequestrato

 

i più letti

4 gli imputati

Soldi per la discarica di Grottaglie, al via il processo a Tamburrano

La Provincia e i Comuni di Grottaglie e Sava presentano il conto

rifiuti e polemiche Discarica di Grottaglie si candida a ospitare tutti i rifiuti pugliesi

TARANTO - La Provincia di Taranto e i Comuni di Grottaglie e Sava presentano il conto (250 mila euro di provvisionale la Provincia, 10 milioni Grottaglie e un milione Sava) ma il tribunale deciderà lunedì prossimo se accogliere o meno le richieste di costituzione di parte civile avanzate per conto degli enti in questioni dagli avvocati Giuseppe Losappio, Andrea Starace e Francesco Nevoli nel processo nato dall’inchiesta «T-Rex» svolta dai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria, guidati dal tenente colonnello Marco Antonucci, sulle presunte tangenti legate all’ampliamento della discarica per rifiuti solidi urbani «Torre Caprarica» di Grottaglie.

A giudizio, dinanzi al tribunale (presidente Patrizia Todisco), ci sono l’ex presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano (difeso dagli avvocati Carlo Raffo e Giuseppe Modesti), l’ex dirigente della Provincia al settore Ambiente Lorenzo Natile (difeso dagli avvocati Claudio Petrone e Daniele D’Elia), l’imprenditore Pasquale Lonoce (difeso dagli avvocati Michele Laforgia e Maurizio Petrarulo) e Roberto Venuti (difeso da Giuseppe Alamia e Silvia Franciosa), manager di Linea Ambiente, società che gestiva la discarica, tutti arrestati il 14 marzo scorso e attualmente sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari.
A chiedere e ottenere il giudizio immediato sono stati il procuratore aggiunto Maurizio Carbone e dal sostituto Enrico Bruschi per i reati per i quali i quattro erano finiti in carcere quasi 7 mesi fa, cioè turbata libertà degli incanti e corruzione aggravata.
Il processo ruoterà attorno alla famigerata determina 45, firmata da Natile, con cui nel 2018 la Provincia autorizzò l’ottimizzazione orografica della discarica Torre Caprarica, di fatto un ampliamento per circa un milione di tonnellate che consentì l’arrivo di altri rifiuti nel periodo compreso tra aprile e novembre, quando l’impianto poi fu chiuso su decisione del Tar di Lecce, decisione poi confermata dal Consiglio di Stato.

I militari delle Fiamme Gialle hanno intercettato alcuni degli imputati, utilizzando sofisticati virus installati sui telefoni cellulari. Secondo l’accusa, il presidente Tamburrano, la cui amministrazione un anno prima aveva respinto la richiesta di autorizzazione, avrebbe cambiato idea perché ricoperto di regali, cene, telefoni, computer, tangenti da 5mila euro al mese, una Mercedes e perfino le spese per la campagna elettorale della moglie, candidata al Senato. Tangenti che, sempre secondo l’accusa, transitavano nella società di Lonoce, il quale doveva gonfiare le fatture per riciclare il denaro da consegnare in contanti a Tamburrano. Tra gli affari ritenuti illeciti e captati nelle intercettazioni, è finita anche la gara d’appalto da quasi 3 milioni di euro per l’affidamento dei rifiuti solidi urbani del comune di Sava, sulla quale sarebbe intervenuto Tamburrano per assicurare l’aggiudicazione dell’appalto in favore della Universal Service, una società di fatto amministrata dal suo amico Lonoce.

Accuse sempre respinte dagli imputati e che andranno naturalmente provate nel processo che riprenderà lunedì prossimo quando il tribunale deciderà sulle eccezioni fatte dalla difesa sulle costituzioni di parte civile e incarterà le questioni preliminari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie