Lunedì 25 Maggio 2020 | 23:58

NEWS DALLA SEZIONE

La provocazione
Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

 
Il siderurgico
ArcelorMittal, ministro Catalfo: «Massimo 10 giorni per soluzione definitiva». Ma all'ex Ilva resta stato d'agitazione

ArcelorMittal, Catalfo: «10 giorni per soluzione definitiva». I sindacati: «Stato entri in azionariato»

 
L'iniziativa
video per graziana

Turismo, a Martina Franca uno spot con i vip della città per la ripartenza

 
nel Tarantino
Pulsano, weekend di caos: sindaco rinvia apertura spiagge libere di una settimana

Pulsano, weekend di caos: sindaco rinvia apertura spiagge libere di una settimana

 
nell'agrigentino
Settanta migranti tunisini sbarcati in Sicilia: disposto trasferimento a Taranto

Settanta migranti tunisini sbarcati in Sicilia: disposto trasferimento a Taranto

 
la decisione
Tavolo al Mise: sciopero in tutti gli stabilimenti Mittal, anche a Taranto

Tavolo al Mise: sciopero in tutti gli stabilimenti Mittal, anche a Taranto

 
l'iniziativa
Massafra, «We are the world» diventa «We are the school», in un video che unisce alunni, docenti e genitori

Massafra, «We are the world» diventa «We are the school» in un video

 
La curiosità
Taranto, case in vendita a 1 euro nel centro storico: l'idea della giunta comunale

Taranto, case in vendita a 1 euro nel centro storico: l'idea della giunta comunale

 
Il recupero di beni storici
Marco Turco

Taranto, il sottosegretario Turco: «Finanziati nel Cis progetti per la riconversione»

 
Il caso Ilva
Tarnto, due lettere turbano l’ex Ilva il Governo prepara la svolta

Taranto, due lettere turbano l’ex Ilva: il Governo prepara la svolta

 
Il caso
Taranto, uccise agente penitenziario: liberato per emergenza Covid, ora torna in carcere

Taranto, uccise agente penitenziario: liberato per emergenza Covid, ora torna in carcere

 

Il Biancorosso

SERIE C

Il Bari vuole e prepara lo sprint. L’eventuale stop fa meno paura

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaL'ordinanza
Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

Coronavirus in Basilicata, Bardi riapre da domani palestre e piscine

 
TarantoLa provocazione
Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

Taranto, i vucumprà si attrezzano contro il Coronavirus e vendono mascherine in spiaggia

 
BrindisiSanità
Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

Ospedale Ostuni, finiti i lavori a Chirurgia generale: restyling prosegue

 
BariLa richiesta
Penalisti Bari e il «Requiem della Giustizia», l'appello a Bonafede: «Dia segno che lo Stato c'è»

Penalisti Bari e il «Requiem della Giustizia», l'appello a Bonafede: «Dia segno che lo Stato c'è»

 
FoggiaA Borgo Mezzanone
Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

Covid 19, a Foggia distribuiti 1200 kit anticontagio ai migranti

 
LecceIl rilancio del turismo
OTRANTO

La bellezza di Otranto d'estate in totale sicurezza: lo spot con Lele Spedicato

 
Batnella bat
Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

Bisceglie, la polizia lo pizzica mentre nasconde tre kg di marijuana in garage: arrestato 26enne

 

i più letti

Il caso

Ginosa, picchia e tenta estorsione a bracciante: arrestato

L’aggressione dovuta a un presunto debito, imposto dal 40enne a titolo estorsivo per la sua opera d’intermediazione abusiva, è stata interrotta dai carabinieri che hanno messo in fuga il 40enne e soccorso la vittima

112 carabinieri pronto intervento

Un cittadino tunisino di 40 anni, residente a Matera e domiciliato a Ginosa (Taranto), è stato arrestato e posto ai domiciliari dai carabinieri con l'accusa di tentata estorsione aggravata, intermediazione illecita e sfruttamento di manodopera. L’uomo, dedito secondo l'accusa all’attività di 'caporalato', in una piazza di Ginosa avrebbe aggredito un connazionale 42enne, che aveva reclutato per lavorare nelle campagne di Ginosa, procurandogli lesioni giudicate guaribili in 25 giorni dai medici dell’ospedale San Pio di Castellaneta.

L’aggressione dovuta a un presunto debito, imposto dal 40enne a titolo estorsivo per la sua opera d’intermediazione abusiva, è stata interrotta dai carabinieri che hanno messo in fuga il 40enne e soccorso la vittima. Il tunisino è stato poi rintracciato in una vicina area di servizio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie