Mercoledì 19 Febbraio 2020 | 09:04

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza d'appello
Taranto e bilanci fasulli, ex sindaco non dovrà risarcire Comune

Taranto e bilanci fasulli, ex sindaco Di Bello non dovrà risarcire Comune

 
Il caso
Taranto, controlli antidroga a tappeto in città: sospesa una discoteca di Castellaneta

Taranto, controlli antidroga a tappeto in città: sospesa discoteca Cromie di Castellaneta

 
Lotta alla droga
Catellaneta, sei misure per tentata estorsione, spaccio e porta abusivo di armi

Catellaneta, sei misure per tentata estorsione, spaccio e porta abusivo di armi

 
Politica
Taranto, Laricchia (M5s) : «Noi, al lavoro per riconvertire la città»

Taranto, Laricchia (M5s) : «Noi, al lavoro per riconvertire la città»

 
Stalking
Perseguita e violenta per 4 mesi una donna: arrestato 49enne nel Tarantino

Perseguita e violenta per 4 mesi una donna: arrestato 49enne nel Tarantino

 
AERONAUTICA MILITARE
Taranto, il 36° Stormo e l'84° Csarregalano un sorriso ai piccoli malati

Taranto, il 36° Stormo e l'84° Csar regalano un sorriso ai piccoli malati

 
La «staffetta»
Taranto, mercoledì arrivano le Sardine. Poi sarà la volta di Squinzano

Taranto, mercoledì arrivano le Sardine. Poi sarà la volta di Squinzano

 
Incidente stradale
Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

 
Il caso
Taranto, operaio dimenticato a 70 metri d'altezza: le sue urla hanno attirato i soccorsi

Taranto, operaio dimenticato a 70 metri d'altezza: le sue urla attirano i soccorsi

 
Lutto
La scomparsa di Gianni Rotondo, decano dei giornalisti pugliesi

La scomparsa di Gianni Rotondo, decano dei giornalisti ionici

 
L'iniziativa
Taranto, «bonus bebè» da 300mila euro nel bilancio di previsione

Taranto, «bonus bebè» da 300mila euro nel bilancio di previsione

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, Ciofani: «Bisogna cambiare passo per vincere tutte le partite»

Bari calcio, Ciofani: «Bisogna cambiare passo per vincere tutte le partite»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Batnel nordbarese
Andria, armi da guerra per vendicare il padre boss ammazzato l'anno scorso: arrestati in 2

Andria, armi da guerra per vendicare il padre boss ammazzato l'anno scorso: arrestati in 2

 
Leccecontrolli della gdf
Lecce, mezza tonnellata di droga nel vano di uno scafo, in casa armi e munizioni: un arresto

Lecce, mezza tonnellata di droga nel vano di uno scafo, in casa armi e munizioni: un arresto

 
FoggiaL'aggressione
Apricena, commerciante rapinato e ferito mentre va in banca

Apricena, commerciante rapinato e ferito mentre va in banca

 
BariL'inaugurazione
Spazio, la barese Sitael apre sede in Australia: costruirà satelliti

Spazio, la barese Sitael apre sede in Australia: costruirà satelliti

 
TarantoLa sentenza d'appello
Taranto e bilanci fasulli, ex sindaco non dovrà risarcire Comune

Taranto e bilanci fasulli, ex sindaco Di Bello non dovrà risarcire Comune

 
PotenzaIl caso
Petrolio lucano, incidente a Tempa Rossa: si tratta di malfunzionamento

Petrolio lucano, incidente a Tempa Rossa: si tratta di malfunzionamento

 
MateraL'inchiesta
Sanitopoli lucana, ex governatore Marcello Pittella rinviato a giudizio

Sanitopoli lucana, a giudizio ex governatore Pittella: con lui anche ex dg Asl Bari

 
BrindisiIl caso
Francavilla Fontana, col trattore rubato non si ferma all’alt

Francavilla Fontana, col trattore rubato non si ferma all’alt

 

i più letti

Ebraismo

Taranto, nella città vecchia spunta una casa adattata a «sinagoga»

In un palazzetto fatiscente alle spalle della Torre dell'Orologio, vicino a piazza Fontana

Taranto, nella città vecchia spunta una casa adattata a «sinagoga»

foto Todaro

Non è una vera e propria sinagoga, semmai - forse... - un appartamento adattato a luogo di culto pressoché domestico, ad uso della ormai esigua colonia ebraica in Taranto degli anni Trenta del XX secolo (l’ultimo censimento dopo le leggi razziali registrava in Taranto appena sette famiglie di «razza ebraica»; tre – ricorda Nello De Gregorio – di nome Coen).

La scoperta è avvenuta ieri, in Città Vecchia, in un palazzetto fatiscente alle spalle della Torre dell’orologio, vicino a piazza Fontana: molto al di fuori, insomma, dello storico quartiere ebraico, situato nel «pittagio» di Turripenne, all’altro capo dell’Isola. Che in quel fabbricato pericolante (e murato) ci fosse stato un luogo di culto ebraico era voce circolante fra le famiglie di più antico radicamento a Taranto Vecchia; approfittando della Giornata europea della cultura ebraica, che si celebrerà il 15 settembre e che vedrà manifestazioni in Puglia, anche a Taranto, il Comune ha deciso di compiere un iniziale sopralluogo, avvenuto ieri, presente l’assessore al Patrimonio Francesca Viggiano. Di origine cinquecentesca, rimaneggiato e sopraelevato, il palazzetto presenta anche un peculiare comignolo che richiama la stella di Davide. Le indagini proseguiranno, con cautela, per lo stato di fatiscenza.

Taranto fu tra le prime città al mondo, subito dopo Roma, ad ospitare una comunità ebraica, dopo la diaspora (dispersione; gli Ebrei parlano di «galut», esilio) seguita alla distruzione del Tempio di Gerusalemme ed alla fine del regno di Giuda, nel 70 d.C.; una tradizione giudaica medievale stima addirittura in 5000 il numero degli Ebrei deportati a Taranto; altri centri che ospitarono presto i Giudei che avevano dovuto lasciare la loro terra furono, nei primi secoli, come segnala Cesare Colafemmina, il maggiore studioso dell’ebraismo in Puglia, Otranto, Lecce, Oria, Bari, Venosa. Numerose lapidi – spesso bilingui, in ebraico e greco prima, ebraico e latino poi – furono rinvenute nell’area dell’odierno Palazzo degli Uffici, dove fu anche scoperto un sepolcreto ebraico con deposizioni ancora in situ; sappiamo che in seguito il quartiere dei Giudei fu Turripenne.

Nel XVI secolo gli Ebrei che non accettano di convertirsi (le conversioni «incentivate» avevano prodotto già dal XIII secolo un forte numero di cosiddetti «neofiti», formalmente cristiani ma guardati con sospetto) saranno espulsi dal Viceregno di Napoli (1541), dopo la precedente cacciata dalla Spagna (1492). Ma l’avventura della illustre colonia ebraica tarantina era entrata in crisi ancor prima.

Taranto (e la Puglia) tornano provvisoriamente a popolarsi di Ebrei (non solo italiani) nel 1943/45. In un campo di Bari c'erano 650 profughi, nei dintorni 500, 200 a Taranto. Nel gennaio ‘45 – scrive Francesco Terzulli – a Bari c'erano, in attesa di partire per la Palestina, 1327 Ebrei non italiani. A marzo partì da Taranto, dopo tre giorni di visite mediche, la prima nave con 900 Ebrei diretti in Palestina.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie