Domenica 18 Agosto 2019 | 11:13

NEWS DALLA SEZIONE

Il contenzioso
Porticciolo S. Francesco, il Tar condanna il Comune: pagherà 1,5 mln

Porticciolo S. Francesco, il Tar condanna il Comune di Taranto: pagherà 1,5 mln

 
Il gesto per gelosia
Taranto, crede che lui abbia un'altra: 27enne gli danneggia l'auto e picchia i poliziotti intervenuti, denunciata

Taranto, crede che lui abbia un'altra: gli danneggia l'auto e picchia i poliziotti intervenuti, denunciata

 
Beccati dalla polizia
Taranto, spacciano hashish a 18 anni: due denunce

Taranto, spacciano hashish a 18 anni: due denunce

 
Il caso
Taranto, litiga con la moglie incinta e aggredisce agenti: arrestato

Taranto, litiga con la moglie incinta e aggredisce agenti: arrestato

 
Tutele legali
Pronta la norma «salva-Ilva», ma il decreto è ancora in attesa

Pronta la norma «salva-Ilva», ma il decreto è ancora in attesa

 
Nel tarantino
Pulsano, minacce a sorella e ex cognato per l'assistenza ai genitori: arrestato

Pulsano, minacce a sorella e ex cognato per l'assistenza ai genitori: arrestato

 
L'omaggio
Nadia Toffa, tarantini ai funerali con magliette «Ie Jesche pacce pe te»

Nadia Toffa, tarantini ai funerali con magliette «Ie Jesche pacce pe te»

 
L'omelia
Taranto, folla alla messa per Nadia Toffa, il vescovo: «Infondeva serenità»

Taranto, folla alla messa per Nadia Toffa, il vescovo: «Infondeva serenità»

 
Violenza in famiglia
Violentava e picchiava la moglie: arrestato nel Tarantino

Violentava e picchiava la moglie: arrestato nel Tarantino

 
Sanità
Pronto soccorso a Taranto: «Pazienti mai abbandonati»

Pronto soccorso a Taranto: «Pazienti mai abbandonati»

 
Il siderurgico
ArcelorMittal, 3 giorni di sciopero contro esuberi dopo morte gruista

ArcelorMittal, revocati 3 giorni di sciopero contro esuberi dopo morte gruista

 

Il Biancorosso

Sport
Bari calcio, boom per gli abbonamenti: superati i 5mila tesserati

Bari calcio, boom abbonamenti: superati i 5mila tesserati

 

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaIl caso
Castelmezzano, Rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

Castelmezzano, rubano offerte in chiesa: messi in fuga da 2 parrocchiani

 
TarantoIl contenzioso
Porticciolo S. Francesco, il Tar condanna il Comune: pagherà 1,5 mln

Porticciolo S. Francesco, il Tar condanna il Comune di Taranto: pagherà 1,5 mln

 
NewsweekVacanze vip
Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

Gallipoli, attracca al porto lo yacht dell’emiro del Qatar

 
FoggiaI controlli
Foggia, lavoro nero nei lidi: «Il contratto? E chi l'ha visto?»

Foggia, lavoro nero nei lidi: «Il contratto? E chi l'ha visto?»

 
BatL'iniziativa il 22 agosto
Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

Bisceglie dedica a Leopardi la scalinata dell'Infinito

 
BariLa denuncia di Radicali e Penalisti
«Bari ha bisogno di un nuovo carcere»: solo 299 posti, mai i detenuti sono 428

«Bari ha bisogno di un nuovo carcere»: solo 299 posti, mai i detenuti sono 428

 
MateraTragedia nel Materano
Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: forse un malore

Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: grave la figlia di 6 anni

 
BrindisiNel Brindisino
Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

 

i più letti

Sanità

Taranto, c'è il ricorso al Tar per l'appalto del nuovo ospedale

In ballo un'opera da 161 milioni: avrà 715 posti letto e sorgerà sulla Statale 7

Taranto, c'è il ricorso al Tar per l'appalto del nuovo ospedale

L’appalto da 161 milioni per il nuovo ospedale di Taranto finisce davanti al Tar di Lecce. E dentro il contenzioso per realizzare il «San Cataldo» c’è anche una lite in famiglia. Perché ad impugnare l’aggiudicazione disposta a favore del raggruppamento guidato dalla Debar, l’impresa che fa capo al presidente regionale di Confindustria, Domenico De Bartolomeo, è stata un’altra cordata di imprese pugliese in cui compare anche la Guastamacchia di Ruvo, che fino a pochi anni fa era costantemente «alleata» con Debar.

Debar, con il consorzio Com di Modugno e con Cn Costruzioni (che fa capo all’ex consigliere regionale Nicola Canonico, ex componente del cda di Aqp), Edilco, Mazzitelli e Icoser, si è piazzata prima con il 24,7% di ribasso (per un prezzo finale di 122 milioni) e soprattutto proponendo con una riduzione di 846 giorni sui 1.245 giorni previsti dal bando, un’offerta sprint che è stata sottoposta a verifica di anomalia. Al secondo posto, appunto, il consorzio stabile Research (con Cisa, Ciro Menotti, Cobar e Guastamacchia), terza Matarrese srl di Bari con il consorzio Unimed, davanti ai gruppi Impregilo, Cmc, Pessina e Donati.
Debar e Guastamacchia hanno a lungo lavorato insieme, vincendo appalti importanti come il raddoppio dell’aeroporto di Bari e la nuova sede del Consiglio regionale.

Il ricorso del gruppo guidato dal consorzio Research (avvocati Pietro Quinto e Michele Dionigi), che ha chiesto ai giudici amministrativi di sospendere l’aggiudicazione disposta a fine giugno, verte su una serie di aspetti tecnici tra cui anche il ribasso e il tempo di realizzazione dei lavori che, pur risultando congrui alla verifica di anomalia, per la commissione di gara (presidente Enrico Fusco, componenti Elio Sannicandro, Rita Greco, Pietro Paolo Lucente e Gabriele Giacobazzi) erano frutto di ribasso «significativamente superiore a quello offerto dagli altri operatori». L’udienza di mercoledì scorso davanti al Tar Lecce si è conclusa con un rinvio a martedì 23 a seguito del deposito di documentazione da parte di Invitalia (avvocati Todarello e Fuda), mentre Debar (avvocati Francesco Paolo Bello, Fabio Cintioli, Saverio Sticchi e Giovanni Nardelli) ha a sua volta presentato un ricorso incidentale nei confronti di Research.

Il nuovo «San Cataldo», finanziato nell’ambito del Contratto di sviluppo per Taranto, prevede un ospedale da 715 posti letto che sorgerà sulla statale 7, tra Taranto e San Giorgio Jonico. Il contratto per la realizzazione dell’opera non è ancora stato firmato ma la Asl di Taranto appare ottimista. «Ci auguriamo una rapida definizione del contenzioso - dice il direttore generale Stefano Rossi -. È chiaro che fino al 23 non accadrà nulla. Se la sospensiva dovesse essere rigettata, procederemo in maniera spedita. Se ci verrà proposta una decisione nel merito con sentenza a breve ne approfitteremo per completare le verifiche sulle prime classificate, visto che tutte le fasi del procedimento passano attraverso il protocollo di vigilanza collaborativa firmato con Regione e Invitalia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie