Domenica 16 Giugno 2019 | 10:29

NEWS DALLA SEZIONE

La tragedia
Fragagnano, a centinaia ai funerali del pompiere morto

Fragagnano, a centinaia ai funerali del pompiere morto

 
L'annuncio
Medicina, parte a Taranto il primo corso per 60 studenti

Medicina, parte a Taranto il primo corso per 60 studenti

 
Lotta alla droga
Taranto, sorpresi a spacciare cocaina: in arresto zio e nipote

Taranto, sorpresi a spacciare cocaina: in arresto zio e nipote

 
La scoperta
Taranto, dal sottosuolo emerge una tomba a camera del II sec. a.C.

Taranto, dal sottosuolo emerge una tomba a camera del II sec. a.C.

 
La tragedia
Laterza, vola giù dal terrazzo di casa: muore un altro Vigile del Fuoco

Laterza, vola giù dal terrazzo di casa: muore un altro Vigile del Fuoco

 
L'intesa
Tempa Rossa, da Eni 6 mln a Taranto per strade e arredi

Tempa Rossa, da Eni 6 mln a Taranto per strade e arredi

 
Corte dei Conti
Massafra, truffa sui fondi Ue: sequestrati 2,6 mln a società

Massafra, truffa sui fondi Ue: sequestrati 2,6 mln a società

 
Il provvedimento
Taranto, questore notifica primo Daspo urbano a parcheggiatore abusivo

Taranto, questore notifica primo Daspo urbano a parcheggiatore abusivo

 
Il messaggio
Taranto, vescovo: «Prima salute e lavoro, poi profitto»

Taranto, vescovo: «Prima salute e lavoro, poi profitto»

 
Taranto
Dl crescita: stallo per nodo responsabilità amministratori ex Ilva. Appello bis per morti amianto

Dl crescita, stallo per nodo responsabilità ex Ilva. Appello bis per morti amianto

 
I fondi
Rischio idrogeologico, in arrivo a Ginosa 2,9 mln per centro abitato

Rischio idrogeologico, in arrivo a Ginosa 2,9 mln per centro abitato

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Il Monopoli sulle tracce di Barretoriparte dalla Puglia l'avventura ?

Il Monopoli sulle tracce di Barreto, riparte dalla Puglia l'avventura ?

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiAmara sorpresa
Francavilla, morde la focaccia e ci trova dentro uno scarafaggio cotto

Francavilla, morde la focaccia e ci trova dentro uno scarafaggio

 
BariTecnologia
Gravina, parcheggi a pagamento? Incubo finito: si paga con un'app

Gravina, parcheggi a pagamento? Incubo finito: si paga con un'app

 
BatTragedia sfiorata
Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

Sedicenne cade a Trani dal muro della Villa sul mare: paura e fratture

 
TarantoLa tragedia
Fragagnano, a centinaia ai funerali del pompiere morto

Fragagnano, a centinaia ai funerali del pompiere morto

 
NewsweekDal 23 al 27/7
Richard Gere in Basilicata: superospite alle Giornate di Maratea

Richard Gere in Basilicata: superospite alle Giornate di Maratea

 
HomeL'evento a S. Giovanni Rotondo
S. Giovanni Rotondo, al raduno della Protezione civile la più piccola volontaria d'Italia

Raduno nazionale Protezione civile, ecco la più piccola volontaria d'Italia: è pugliese

 
MateraL'iniziativa
Matera, un bonus per l'e-bike: in centinaia in fila al Comune

Matera, un bonus per l'e-bike: in centinaia in fila al Comune

 

i più letti

Ambiente

Decarbonizzazione: non passa l'emendamento. Boccia: «Giornata triste»

I Dem proponevano la riconversione industriale in linea con i Paesi Ue. L'ex Ilva di Taranto è al centro del dibattito

Ilva

«La loro anima ambientalista o non c’è mai stata e siamo stati raggirati o è stata sacrificata sull’altra delle poltrone. È davvero una giornata triste». Francesco Boccia, deputato del Pd, allarga le braccia appena uscito dalla commissione congiunta Bilancio-Finanze che ieri era chiamata ad esaminare gli emendamenti dal decreto Crescita. Tra le proposte c’era quella riguadante l’uscita integrale dal carbone entro il 2040. Primo firmatario, appunto, Boccia, convinto che su quell’idea di ripulire l’ambiente riconvertendo l’industria nell’arco di vent’anni sarebbero convenuti anche i Cinque Stelle. Nulla da fare.
«Ii presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel Consiglio Europeo del 22 marzo non si schierò con i Paesi favorevoli al percorso di decarbonizzazione integrale entro il 2050 guidati dalla Francia, con Spagna e i Paesi del Nord, di fatto posizionandosi con i Paesi legati agli interessi sul carbone, come Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca e Germania. Non contento - attacca - a Torino annuncia che in Italia “elimineremo la produzione di energia a carbone entro il 2025”, dimostrando totale incompetenza sulla materia. E, come se non bastasse, i suoi deputati votano in commissione, insieme alla Lega, contro la proposta sulla decarbonizzazione entro il 2040». Il deputato Dem ricorda che sui principi stabiliti nella «Coop 21» di Parigi, ovvero un piano per l’ambiente in Europa che prevede la decarbonizzazione dell’industria, la Puglia ha condotto una dura battaglia «in beata solitudine. Il presidente Emiliano ha lottato anche contro il proprio partito, il Pd, per portarli avanti e trovare, finalmente, una sponda nel Pd di Zingaretti, che ha messo l’ambiente e lo sviluppo sostenibile tra i propri punti programmatici». Di più: se oggi l’Italia si ritrova in linea con gli obiettivi europei 2020 sulle fonti rinnovabili al 20% e poco più del 18% sui consumi finali - scandisce - è prprio grazie al lavoro fatto nel decennio scorso. «Ma sul 2030 siamo in grave ritardo e il governo non ha fatto nulla in termini di risorse e provvedimenti».


Strategie per tenere in piedi un traballante governo? «Certamente il M5S ha dimostrato col voto contrario di essere al guinzaglio della Lega, che è per un industrialismo spinto. Ma a questo punto il premier provi a rimediare: convochi il Tavolo dell’Allenza italiana per lo sviluppo sostenibile - propone Boccia - che ha ottenuto le firme delle organizzazioni datoriali e sindacali, dunque mondo dell’impresa e del lavoro, su un Patto per la decarbonizzazione. Se non vuole intestare al Pd questa battaglia, convochi loro e chiarisca, una volta per tutte,i se la sua posizione è a favore del carbone».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400