Sabato 24 Agosto 2019 | 13:48

NEWS DALLA SEZIONE

Al rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
Tre denunciati
Sava, villa di lusso con piscina abusiva, rubavano energia elettrica

Sava, nella villa di lusso con piscina abusiva rubavano energia elettrica

 
Dopo il Cinzella Festival
Gli Afterhours stregati da Taranto: Agnelli e D'Erasmo al MarTa

Gli Afterhours stregati da Taranto: Agnelli e D'Erasmo al MarTa

 
Il caso
Strage di pecore a Martina Franca: branco di lupi ne sbrana decine

Strage di pecore a Martina Franca: branco di lupi ne sbrana decine

 
L'offesa
Taranto, scritta contro dirigente Ugl: «Chicco Russo fascio infame»

Taranto, scritta contro dirigente Ugl: «Chicco Russo fascio infame»

 
Il caso
ArcelorMittal, Usb proclama sciopero: «ci sono microchip nelle tute»

ArcelorMittal, Usb proclama sciopero: «ci sono microchip nelle tute»
Veicolo si ribalta in reparto Irf

 
Al Santissima Annunziata
Nadia Toffa, da Taranto 30 mila firme per dedicarle reparto oncologico

Nadia Toffa, da Taranto 30 mila firme per dedicarle reparto oncologico

 
Il ritrovamento
Taranto, oltre 300 reperti archeologici recuperati dalla polizia

Taranto, oltre 300 reperti archeologici recuperati dalla polizia

 
Lavoro in nero
Castellaneta, 4 braccianti sfruttati nei campi per più di 10 ore al giorno: 3 denunce

Castellaneta, 4 braccianti sfruttati nei campi per più di 10 ore al giorno: 3 denunce

 
Inquinamento
Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cisl: camino «fuma» ancora

Emissioni a Taranto, forse riaperte scuole ai Tamburi. Cittadini presentano esposto

 
Un 46enne
Massafra, perseguita la ex e il suo compagno: in cella

Massafra, perseguita la ex e il suo compagno: in cella

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceLe celebrazioni
Lecce, via alla festa di Sant'Oronzo: il programma, i bus e i parcheggi

Lecce, via alla festa di Sant'Oronzo: il programma, i bus e i parcheggi

 
MateraCarabinieri Forestali
Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

 
BariDalla Polizia
Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

Bari, in casa centrale dello spaccio: arrestato 33enne

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
BatUn 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
PotenzaLavoro
Fca a Melfi, da settembre stop produzione per altri 30 turni

Fca a Melfi, da settembre stop produzione per altri 30 turni

 
FoggiaLotta alla droga
Trinitapoli, beccati 92 pacchi di cannabis light, ma in realtà era marijuana illegale

Trinitapoli, beccati con 92 pacchi di finta-cannabis light: arrestati in 2

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 

i più letti

A taranto

Ex Ilva: fumo nero da altoforno, foto virali sui social

Si è sprigionato questa mattina dall’Altoforno numero 4 dello stabilimento ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto, visibile anche a chilometri di distanza

Ex Ilva: fumo nero da altoforno, foto virali sui social

foto Instagram @stefanomariabianchi

Un denso fumo nero si è sprigionato questa mattina dall’Altoforno numero 4 dello stabilimento ArcelorMittal (ex Ilva) di Taranto, visibile anche a chilometri di distanza. Le immagini del fenomeno emissivo, riprese dai cittadini, hanno subito fatto il giro dei social network. L’azienda in una nota precisa che «alle 9,20 l’Afo 4 è andato in fermata rapida per permettere il ripristino di una tubiera (sistema di immissione dell’aria preriscaldata a circa 1000 °C all’interno del forno) per la quale era arrivata una segnalazione di anomalia. La fermata dell’altoforno viene eseguita, come previsto dalle procedure di sicurezza, riducendo in tempi rapidi la portata di aria calda immessa nello stesso da 220.000 Nmc/h a circa 80.000 Nmc/h ca e riducendo anche la pressione interna (che si aggira intorno ai 2 bar)». Si aggiunge che «la riduzione della pressione interna si effettua attraverso l'apertura delle valvole bleeder, poste sulla sommità del forno. L'azienda sta provvedendo a fornire tutte le comunicazioni alle autorità preposte».

FIM TARANTO: SERVONO RISPOSTE - «Bisogna fare in modo che eventi come quello di stamattina, verificatosi in Afo4, non debbano più accadere. Situazioni incresciose non solo per i lavoratori che operano all’interno della fabbrica, ma anche per la comunità tarantina che attende le giuste risposte. Ricordo che il tempo rappresenta una variante preziosa e non può subire modifiche o ritardi. Ed è per questo che bisogna accelerare». Lo afferma il segretario generale aggiunto della Fim Cisl Taranto-Brindisi, Biagio Prisciano, riferendosi al fenomeno emissivo verificatosi questa mattina nell’altoforno 4 del Siderurgico a Taranto, con la fuoriuscita di un denso fumo nero.


L’azienda ha spiegato che l’impianto «è andato in fermata rapida per permettere il ripristino di una tubiera (sistema di immissione dell’aria preriscaldata a circa mille gradi nel forno) per la quale era arrivata una segnalazione di anomalia».
La Fim Cisl chiede «maggiore sicurezza sia dentro che fuori lo stabilimento ArcelorMittal». «Appello - spiega - che giunge alla luce dell’evento verificatosi questa mattina al reparto Afo 4, caratterizzato da un’emissione in atmosfera di notevole importanza». «Le nostre Rls - prosegue il sindacato - hanno scritto ai responsabili aziendali, chiedendo loro un incontro urgente per comprendere meglio le cause dell’evento».
L’emissione in atmosfera, puntualizza Prisciano, «giunge a poche ore di distanza dalla visita a Taranto del vicepremier Di Maio e dei quattro ministri. Taranto e i suoi cittadini hanno bisogno della Politica con la 'P' maiuscola. Diciamo no ai soliti incontri organizzati in periodo di campagna elettorale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie