Sabato 23 Marzo 2019 | 15:19

NEWS DALLA SEZIONE

Divieto di avvicinamento
Taranto, aggredisce la sorella perché geloso del fidanzato

Taranto, aggredisce la sorella perché geloso del fidanzato

 
Il siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
Il caso
Mottola, nascondeva in casa pistola e proiettili: arrestato 32enne

Mottola, nascondeva in casa pistola e proiettili: arrestato 32enne

 
Serie D
Taranto calcio, revocata penalizzazione: la vetta è a -7

Taranto calcio, revocata penalizzazione: la vetta è a -7

 
Il siderurgico
Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

Taranto, da Regione corsi di riqualificazione per i lavoratori ex Ilva

 
Nel tarantino
Castellaneta Marina, sequestrato ristorante sulla spiaggia completamente abusivo

Castellaneta Marina, sequestrato ristorante in spiaggia abusivo

 
A taranto
Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

Ex Ilva, genitori bimbi morti: «Inopportuno vertice su inquinamento»

 
A Taranto
Ricostruzione mammella con il lipofilling: interventi riusciti

Ricostruzione mammella con il lipofilling: interventi riusciti

 
L'operazione
Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

Taranto, la Guardia Costiera sequestra una tonnellata di ricci e "bianchetto"

 
La polemica
Ex Ilva, associazioni contro il vertice in Procura: «È un errore parlare con chi inquina»

Ex Ilva, associazioni contro vertice in Procura: «È errore parlare con chi inquina»

 
Dopo il sequeestro
Usura, confiscati beni per 2,2 mln a pregiudicato di Lizzano

Usura, confiscati beni per 2,2 mln a pregiudicato di Lizzano

 

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaUn 72enne
Carapelle, voleva farsi saltare in aria e uccidere tutti i condomini: arrestato

Carapelle, voleva farsi saltare in aria e uccidere tutti i condomini: arrestato

 
BariI fatti nel 2015
Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

Soldi in cambio di voti: confermate condanne 5 baresi affiliati al clan Di Cosola

 
LecceA san Cataldo (Le)
Bombe della Seconda Guerra Mondiale trovate su spiaggia in Salento: distrutte

Bombe della Seconda Guerra Mondiale trovate su spiaggia in Salento: distrutte

 
TarantoDivieto di avvicinamento
Taranto, aggredisce la sorella perché geloso del fidanzato

Taranto, aggredisce la sorella perché geloso del fidanzato

 
BrindisiGuidava l'auto del padre
I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

I cc lo fermano, rifiuta test antidroga: trovato con hashish

 
MateraPer porto d'armi bianche
Pisticci, coltelli e tirapugni nello zaino: denunciato 20enne

Pisticci, coltelli e tirapugni nello zaino: denunciato 20enne

 
BatParla un imprenditore
Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

Andria, cartelloni pubblicitari non a norma: la denuncia

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 

Decide il giudice del lavoro

Ex Ilva, ricorso Usb contro ArcelorMittal: udienza rinviata al 19 marzo

In tribunale anche Emiliano e Borraccino

Ex Ilva, oltre 700 esodi: per nuove assunzioni valutate esperienza, anzianità e carichi di famiglia

TARANTO - Il giudice del lavoro Lorenzo De Napoli ha aggiornato al prossimo 19 marzo l’udienza per decidere sul ricorso ex articolo 28 (comportamento antisindacale) intentato dal sindacato Usb contro ArcerlorMittal, in merito agli accordi stipulati il 6 settembre scorso tra azienda e sindacati al Mise. Al centro del contendere, in realtà più dal punto di vista politico che squisitamente tecnico-giuridico, ci sono i criteri che la multinazionale dell’acciaio avrebbe utilizzato per scegliere quali operai dell’Ilva assumere e quali invece lasciare in forza all’amministrazione straordinaria, criteri che sarebbe stati diversi da quelli cristallizzati negli accordi. Il rinvio dell’udienza si è reso necessario per audire tre testimoni per parte (l’Usb è assistita dall’avv. Mario Soggia, ArcerlorMittal dall’avv. Daniele Santoro). Ad assistere all’udienza anche il governatore Michele Emiliano e l’assessore regionale Mino Borraccino con i dirigenti Usb Francesco Rizzo e Sergio Bellavita, oltre a numerosi operai finiti in cassa integrazione a zero ore. L’azienda ha assunto 10.700 lavoratori (8.200 a Taranto), mentre circa 1.775 lavoratori sono in cassa integrazione in capo all’Ilva in amministrazione straordinaria e poco meno di 800 hanno accettato l’esodo incentivato.

«Sono venuto in Tribunale - ha detto Emiliano - in mezzo agli operai Ilva che hanno impugnato davanti al giudice del lavoro i criteri con i quali la azienda ha scelto chi deve rimanere in fabbrica e chi deve rimanere fuori. Forte è il sospetto che abbiano lasciato a casa quelli con la schiena dritta che facevano valere le proprie ragioni e quelle dei compagni di lavoro».
Più conciliante la posizione dell’azienda. «ArcelorMittal Italia ha confermato e documentato di aver avuto un intenso e costante confronto con le organizzazioni sindacali - si legge in una nota - per tutta la fase precedente e attuativa dell’accordo sindacale e sino alla conclusione del cosidetto periodo transitorio. Nel rispetto dell’accordo sindacale, ArcelorMittal Italia ha sempre perseguito un’intensa attività di condivisione della futura struttura organizzativa della società, definita anche in ragione ed a seguito dell’individuazione degli impegni occupazionali assunti in sede di accordo. Nel quadro di un costante dialogo tra le parti, ArcelorMittal Italia ha manifestato piena disponibilità all’esame, verifica nonché rettifica di eventuali presunte anomalie riscontrate da parte sindacale nel processo di selezione, così come la possibilità di accedere ad ulteriori informazioni di dettaglio, se richieste». L’azienda ribadisce, infine, il suo «impegno di perseguire un atteggiamento di piena collaborazione con tutti i soggetti coinvolti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400