Sabato 20 Ottobre 2018 | 09:24

NEWS DALLA SEZIONE

Consegnate al comune
Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolte 4mila firme

Petizione genitori tarantini per chiudere Ilva, raccolt...

 
Nel Tarantino
S.G. Jonico, autocarro investe e uccide ciclista 80enne

San Giorgio Jonico, autocarro investe e uccide ciclista...

 
Dopo l'intervento
Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemelli

Taranto, bimba gettata dal balcone: trasferita al Gemel...

 
Lotta allo spaccio
Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un casolare: 2 arresti

Marina di Ginosa, ritrovati 60 kg di marijuana in un ca...

 
Il caso
Taranto, provocò un incidente in cui una bimba rimase gravemente ferita: a giudizio 23enne

Taranto, provocò incidente e bimba perse una mano: a gi...

 
Il siderurgico
Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori ancora al buio

Ilva, il tempo stringe: chi assumerà Mittal? Lavoratori...

 
A Sava (TA)
Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per droga: arrestato 17enne

Taranto, estorce 1.500 euro e minaccia un 15enne per dr...

 
Sanità
Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

Vivibilità ospedali, asl Taranto prima in Puglia

 
Nel Tarantino
Scarico di acque reflue a Martina Franca, sequestrato depuratore aziendale

Scarico di acque reflue a Martina Franca, sequestrato d...

 
Taranto
Staff al comune, 3 indagati per truffa e abuso d'ufficio

Staff al comune, 3 indagati per truffa e abuso d'uffici...

 
Droga
Trasportava 4 chili di eroina: arrestato albanese a Taranto

Trasportava 4 chili di eroina: arrestato albanese a Tar...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

chiesto intervento Arpa

Forte odore gas a Taranto
cittadini: in zone Ilva ed Eni

Forte odore gas a Tarantocittadini: in zone Ilva ed Eni

TARANTO - Nella tarda serata di ieri e in nottata la città di Taranto è stata invasa da un forte odore di gas. Numerosissime le segnalazioni ai vigili del fuoco, all’Arpa, all’Asl e alle forze dell’ordine. Anche sui social network centinaia sono stati i commenti con l’invito degli ambientalisti a indicare orario e zona in cui sono stati avvertiti i cattivi odori, che in molti attribuiscono alle emissioni provenienti dalla zona industriale, dove sorgono gli stabilimenti Ilva ed Eni. Asso-Consum si è rivolta ad Arpa Puglia spiegando che «molti cittadini hanno lamentato disagi fisici (bruciore agli occhi, al naso, mal di testa e nausee)».

All’agenzia regionale di protezione ambientale è stato rivolto l'appello ad «attivare tutte le procedure necessarie ad individuare la provenienza ed eventuali rischi per l'incolumità».

Alle 16.30 di oggi, intanto, presso l’aula conferenze dell’ex Ospedale Testa, Asl Taranto e Arpa Puglia incontreranno, per una riunione già programmata, le associazioni ambientaliste tarantine in merito agli aggiornamenti sulle attività del Tavolo Istituzionale Arpa-Asl. Saranno presenti Stefano Rossi (Commissario Straordinario Asl Taranto); Vito Bruno (Direttore Generale Arpa Puglia); Michele Conversano (Direttore Dipartimento di Prevenzione Asl Taranto); Roberto Giua (Direttore Centro Regionale Aria di Arpa Puglia); e Alessandra Nocioni (Centro Regionale Aria di Arpa Puglia).

SINDACO CHIEDE CHIARIMENTI - In riferimento alle segnalazioni di emissioni odorigene fortemente percepite in città nella tarda serata di ieri, l’Amministrazione comunale di Taranto «ha immediatamente attivato l’interlocuzione, per il tramite degli uffici competenti, con gli Enti preposti al fine di comprendere le cause di quanto avvenuto». Lo rende noto Palazzo di città.

"Allo scopo di valutare eventuali azioni - aggiunge il sindaco Rinaldo Melucci - da parte dell’Amministrazione siamo in attesa di conoscere gli esiti di tali indagini, mantenendo alta la vigilanza». Numerosissime erano state le segnalazioni relative a un forte odore di gas avvertito in città. L’Azienda sanitaria locale ha invece comunicato lo slittamento dell’incontro già programmato per questo pomeriggio con le associazioni ambientaliste in merito agli aggiornamenti sulle attività del Tavolo Istituzionale Arpa-Asl.

«Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, vista l’importanza - viene spiegato - della riunione inizialmente fissata per oggi, e considerata la determinante volontà di essere presente alla stessa, chiede gentilmente un differimento di qualche giorno della suddetta per garantire la sua presenza in quanto non aggiornato in tempo utile per poter disdire impegni istituzionali precedentemente assunti»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400