Martedì 27 Settembre 2022 | 17:33

In Puglia e Basilicata

ELEZIONI POLITICHE 2022

Centrodestra

43,79%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

26,13%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,79%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,43%

Movimento 5 Stelle

Centrodestra

44,02%

Fratelli d'Italia con Giorgia Meloni


Forza Italia


Lega per Salvini Premier


Noi Moderati / Lupi – Toti – Brugnaro – UDC

Centrosinistra

25,99%

Partito Democratico – Italia Democratica e Progressista


Alleanza Verdi e Sinistra


Impegno Civico Luigi Di Maio – Centro Democratico


+Europa

Terzo Polo

7,74%

Azione – Italia Viva – Calenda

M5S

15,55%

Movimento 5 Stelle

 

Storia a 4 zampe

Cani e gatti: l’obesità non solo per il cibo

gatto e cane

La «bilancia» può prevenire rischi e correggere stili di vita e comportamenti alimentari. Il professor Biagi: «Il sovrappeso è causato dalla castrazione ma anche da eccessi, alimentazione scorretta e malattie»

10 Aprile 2022

Raffaella Direnzo

L'alimentazione è una parte importante della gestione di alcune malattie legate al cibo. Secondo studi clinici, gli alimenti funzionali forniscono benefici per la salute se consumati regolarmente nell'ambito di una dieta variata: modificano la fisiologia gastrointestinale, promuovono cambiamenti nei parametri biochimici, migliorano le funzioni cerebrali e possono ridurre o minimizzare il rischio di sviluppare patologie specifiche.

I disturbi nutrizionali più comuni, infatti, oltre ad essere associati a fattori predisponenti, come castrazione o disfunzioni endocrine o intolleranze, sono causa di carenze e eccessi - abuso di mangimi complementari o ricorso a diete casalinghe fai da te non ben formulate -, afferma il Prof. Giacomo Biagi, Dipartimento di Scienze mediche veterinarie UniBo, past president della Società italiana di Alimentazione e nutrizione animale (Siana).

OBESITÀ Tra le malattie con cause strettamente legate all'alimentazione, l’obesità è quella connessa all'eccessiva somministrazione di calorie. Cani e gatti possono aumentare molto rapidamente di peso, per cui è importante che i proprietari siano molto attenti alla quantità di cibo e di calorie che somministrano; se si nota che l'animale tende ad ingrassare è bene consultare un nutrizionista per essere certi che, riducendo la quantità di cibo, non si riducano solo le calorie - che è il nostro obiettivo – ma anche l'assunzione di proteine, vitamine, minerali, evidenzia il docente. Nel caso del gatto bisogna considerare che questi sono quasi sempre sterilizzati e vivendo in appartamento sedentariamente - ciò può portarli ad alimentarsi e ad ingrassare facilmente - hanno dei fabbisogni energetici molto bassi. Quando un animale è gravemente obeso il dimagrimento richiede mesi e mesi di lavoro. La restrizione calorica e lo stimolo all’attività fisica sono fondamentali per il dimagrimento: l'obiettivo è quello che il gatto perda l’1-2% del proprio peso a settimana - in un mese il 7-8% -.
MALASSORBIMENTO «Il malassorbimento intestinale è tipico di cani e gatti che soffrono di patologie che riguardano l'apparato digerente – intestino e pancreas in particolare -. Nel caso delle patologie intestinali croniche, continua il Prof. Biagi, il trattamento prevede il cambio di cibo dell'animale ricorrendo a diete appositamente formulate ed alla somministrazione di microrganismi probiotici, che aiutano a migliorare la composizione del microbiota intestinale».
Il malassorbimento può essere causato anche da un'insufficienza del pancreas esocrino, che non produce più gli enzimi digestivi. In questo caso l'animale va trattato con diete molto digeribili, addizionate dagli enzimi pancreatici esogeni, per tutto il corso della vita.

MALNUTRIZIONE La malnutrizione può essere dovuta a ridotta assunzione di calorie o alla carenza di qualche nutriente essenziale. L’animale, oltre ad apparire dimagrito, presenterà un mantello sgraziato, primo segnale che ci racconta che in quell'animale esiste un problema di carenza di vitamine o di un elemento minerale o di acidi grassi essenziali.
In altri casi un animale che non assume abbastanza proteine, oltre alla ridotta riduzione della massa magra e della muscolatura, può sviluppare gravi problematiche a livello cardiaco e di sistema immunitario. Nel gatto è nota la carenza di taurina - più rara nel cane -, causa di insufficienza cardiaca, ma, la diffusione dei mangimi completi ha fortemente ridotto la comparsa di carenze nutrizionali, sottolinea il Professore.

MALATTIE RENALI L'aspetto più importante nella gestione del paziente - cane o gatto - con malattia renale è l’assunzione di cibo speciale. Purtroppo, però, le diete renali spesso sono poco appetibili ed i pazienti renali soffrono di nausea - non gradendo l'alimento -. Una dieta pensata per gestire la malattia correttamente, dal punto di vista nutrizionale, può far progredire lentamente l’evoluzione clinica nel gatto, allungare i tempi di vita e migliorarne la qualità. Nel caso del cane, purtroppo, la malattia tende a progredire più rapidamente ma la dieta specifica è comunque importantissima. Far bere di più il gatto lo aiuta a produrre urine più diluite e ad eliminare quei cristalli presenti nelle urine che potrebbero organizzarsi a calcoli – calcolosi, urolitiasi -, conclude il Prof. Biagi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725