Martedì 17 Settembre 2019 | 00:03

NEWS DALLA SEZIONE

Calcio
Fantantonio Cassano riparte «studiando» da direttore sportivo

Fantantonio Cassano riparte «studiando» da direttore sportivo

 
Calcio
Nocerina-Foggia, scontri tra gli ultras prima della partita: due feriti

Nocerina-Foggia, scontri tra gli ultras prima della partita: due feriti

 
La cerimonia
Roma, i big del nuoto pugliese alla corte di Mattarella

Roma, i big del nuoto pugliese alla corte di Mattarella

 
Unico pugliese
A nuoto da Capri a Napoli, l'impresa del 18enne nocese Stefano Perta

A nuoto da Capri a Napoli, l'impresa del 18enne nocese Stefano Perta

 
Basket
La perduta generazione Nba aspettando il Real Spagnolo

La perduta generazione Nba aspettando il Real Spagnolo

 
Il caso
Via del Mare, amichevole Lecce-Cosenza 2-1: primo gol di Babacar

Via del Mare, amichevole Lecce-Cosenza 2-1: primo gol di Babacar

 
Dopo l'oro dell'under 19
Volley, parla Fanizza: «I miei azzurrini pronti per la pallavolo di alto livello»

Volley, parla Fanizza: «I miei azzurrini pronti per la pallavolo di alto livello»

 
Il match
Raffo Cup a Taranto, blackout allo stadio e la curva si accende con i cell

Raffo Cup a Taranto, blackout allo stadio: curva illuminata con i cell

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari pensa in grande, la Reggina per volare

Bari pensa in grande, la Reggina per volare

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaLotta alla droga
Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

Cagnano Varano, spunta piantagione di 100 piante di marijuana: arrestato 56enne

 
BariIl bando
Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

Servizio civile all'Università di Bari: 118 posti per giovani volontari

 
MateraNel Materano
Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

Frana Pomarico, Bardi: «In arrivo un piano specifico per le nuove case»

 
Tarantonel tarantino
Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

Manduria, operai sfruttati e sottopagati: sospesa attività caseificio, 3 denunce

 
LecceLa tragedia
Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

Stroncato da infarto per strada: muore sindaco di San Pietro in Lama

 
BatL'evento
Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

Andria, la festa patronale si chiude con Avitabile e l'Orchestra Popolare Notte della Taranta

 
PotenzaLa challenge
Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

 
BrindisiL'omicidio
Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: domani i funerali

Brindisi, 19enne ucciso con 3 colpi alla testa: oggi i funerali

 

i più letti

L'impresa in Russia

Parabita, Erika Gaetani nuota nell’oro: è campionessa europea

«Gareggiare per l’Italia è stata un’emozione indescrivibile»

Parabita, Erika Gaetani nuota nell’oro: è campionessa europea

LECCE - È salentina la campionessa europea juniores dei 200m dorso. Erika Gaetani ha messo tutte le contendenti dietro di sé nella finalissima di giovedì sera, nuotando in 2:10.28; tempo che le è valso il nuovo record italiano juniores e la medaglia d’oro ai campionati Europei juniores di nuoto 2019 a Kazan, in Russia.
La 15enne originaria di Parabita, da tempo ai vertici del panorama del nuoto giovanile italiano ed europeo, è stata protagonista di una gara avvincente e combattuta.

Il finale al cardiopalmo ha visto contendersi la vittoria tra l’italiana e la britannica Honey Osrin, con un entusiasmante testa a testa negli ultimi 50 metri. Ad avere la meglio, per soli due centesimi, è stata l’azzurra. Le due nuotatrici hanno adottato una strategia analoga, essendo partite con un ritmo basso, aumentato sensibilmente a metà gara, per poi dare il tutto per tutto nell’ultima vasca. La Gaetani l’ha spuntata grazie al piccolo vantaggio accumulato dopo il giro di boa dei 100 metri. La Osrin non è riuscita a colmare il divario ed ha chiuso al secondo posto. Terza piazza per la bielorussa Anastasiya Shkurdaim staccata di 1.56, autrice di un’importante rimonta sull’austriaca Lena Grabowoski, che non è stata in grado di reggere il ritmo forsennato valsole il comando sino agli ultimi 50 metri.

«Rappresentare l’Italia - dichiara a caldo Erika Gaetani - è un sogno che si realizza. Riuscire a conquistare un oro agli Europei con i colori azzurri è un’emozione indescrivibile. Sono felicissima».
Erika Gaetani, così come la galatinese Elisa Mele, che ai campionati Europei di Kazan ha portato alla finale le tre staffette nelle quali ha preso parte (4x100 stile, 4x100 mista e 4x100 mx mista), è affiliata alla società Olimpica Salentina che si allena nella struttura Euroitalia di Casarano, sotto la guida tecnica di Gianni Zippo.
Comprensibilmente emozionato il coach Zippo.

«C’è poco da dire - commenta Zippo - alla vigilia dei campionati mi sarei accontentato della sola partecipazione, invece stanno arrivando così tanti risultati che mi lasciano senza parole. Conosco i miei atleti e le loro potenzialità, ma una competizione di questo tipo è una storia a sé. C’è da gestire non solo la gara, ma anche l’ansia e la tensione. Erika ha fatto registrare il quarto tempo mai nuotato in Italia dopo tre atlete che hanno fatto la storia del nuoto italiano: Margherita Panziera, Alessia Filippi e Federica Pellegrini. Stiamo parlando di qualcosa di straordinario. Se pensiamo che il tempo per l’accesso alle Olimpiadi è di 2.09.6 e che Erika ha nuotato in 2:10.28, possiamo ben sperare. E poi c’è da considerare un gran campionato Europeo per Elisa Mele, che ha portato tre staffette in finale». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie