Giovedì 06 Ottobre 2022 | 00:16

In Puglia e Basilicata

il festival

Sanremo, la versione di Morgan: «Bugo voleva liberarsi di me»

Sanremo, la versione di Morgan: «Bugo voleva liberarsi di me»

È Castoldi a rompere il silenzio sulla squalifica, racconta la sua versione tra sabotaggi e malumori

08 Febbraio 2020

Bianca Chiriatti

La notizia ha raggiunto le tendenze mondiali su Twitter: all'1.44 della quarta serata del Festival di Sanremo 2020, Morgan e Bugo sono saliti sul palco per cantare la loro 'Sincero', ma il primo ha cominciato a cantare travisando le parole, “Le brutte intenzioni la maleducazione/la tua brutta figura di ieri sera/la tua ingratitudine, la tua arroganza/fai ció che vuoi mettendo i piedi in testa... Ringrazia chi ti ha portato su questo palco”, il secondo coglie l'attacco, si infuria e va via.

Squalificati per defezione, sono le 2.30 quando in sala stampa all'Ariston arrivano i discografici di Bugo per spiegare che loro non gestiscono Morgan, ed era considerato un 'ospite' nel featuring con Bugo. Eppure è proprio Castoldi a rompere il silenzio, all'alba, lo fa, tra gli altri, con Ernesto Assante di Repubblica, che lo raggiunge telefonicamente, e con Paolo Giordano de Il Giornale, che lo incontra nella sua terrazza dell'hotel accanto al teatro.

Morgan racconta la sua versione: i problemi con Bugo c'erano da tempo, parla di un management del compagno di avventure che gli ha messo i bastoni fra le ruote, parla di sabotaggi nelle prove della cover, spartiti scambiati, sue idee bocciate a prescindere. Sempre stando al suo racconto, Bugo non gli parlerebbe da giorni, pretenderebbe la presenza del suo manager a ogni loro incontro.

Insomma, le questioni fra i due non sarebbero buone da giorni, e la situazione sul palco è degenerata. Ormai all'alba, Red Ronnie sulla sua pagina Facebook aggiunge un tassello a questa vicenda, pubblicando il lunghissimo messaggio che gli ha inviato Morgan dopo le prove generali della serata dedicata alle cover, in cui denuncia situazioni di mobbing (si può leggere a questo link).

La conferenza stampa congiunta prevista oggi pomeriggio alle 16 è, ovviamente, annullata. Il management di Bugo fa sapere che sta cercando di chiedere un incontro tra il loro artista e i giornalisti. Ma a prescindere da come siano andate le cose (c'è ancora il punto di vista di Cristian Bugatti da ascoltare), una punta di dispiacere c'è per due motivi. Il primo: la canzone era musicalmente bella, sul palco delle prove generali eseguita in maniera energica e piacevole. Il secondo: è finita un'amicizia, vera, tra due artisti che si sono sempre stimati e spalleggiati. E quando finisce un'amicizia, non è mai bello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725