Lunedì 19 Aprile 2021 | 06:14

NEWS DALLA SEZIONE

Marina Militare
Portaerei Cavour, nelle acque americane l'addestramento per gli F35B

Portaerei Cavour, nelle acque americane l'addestramento per gli F35B

 
La crisi
L'Esercito dona aiuti alla Caritas di Barletta

L'Esercito dona aiuti alla Caritas di Barletta

 
solidarietà
L'Esercito dona uova di Pasqua a 37 bambini ospiti del Cara di Bari

L'Esercito dona uova di Pasqua a 37 bambini ospiti del Cara di Bari

 
Con l'82° Reggimento
Barletta, nella caserma «Stella» 50 fanti della Pinerolo pronti all'azione

Barletta, nella caserma «Stella» 50 fanti della Pinerolo pronti all'azione

 
Il caso
Taranto, la portaerei Cavour conclude prove in mare con gli F35

Taranto, la portaerei Cavour conclude prove in mare con gli F35

 

Il Biancorosso

Serie c
Calcio Bari, Carrera: con Palermo buona prestazione di carattere

Calcio Bari, Carrera: con Palermo buona prestazione di carattere

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariMaltempo
Primavera tardiva, in arrivo piogge e temporali su Bari e provincia

Primavera tardiva, in arrivo piogge e temporali su Bari e provincia

 
TarantoIl caso
Taranto, boom di vaccinazioni al Centro Commerciale Portale dello Ionio: tutti con AstraZeneca

Taranto, boom di vaccinazioni al Centro Commerciale Porta dello Ionio: tutti con AstraZeneca

 
LecceIl caso
Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

Lecce, minaccia e maltratta compagna: arrestato 55enne

 
BatIl caso
L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

L'allarme del procuratore Nitti: «La Bat è preda delle mafie»

 
MateraIl virus
Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

Salgono a 9 i paesi in rosso in Basilicata: guardia alta su altri 6

 
PotenzaIl caso
Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

Franco Pepe, il re della pizza «sbarca» in Basilicata al San Barbato di Lavello

 
FoggiaIl caso
Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

Foggia, accoltellato nel ghetto: 3 ferite di striscio a petto, il giovane se la caverà

 
BrindisiIl caso
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Pressioni su ex dirigente del Comune: indagato il sindaco di Brindisi

 

i più letti

marina militare

Taranto, un mare di euro per 4 nuovi sommergibili: ecco i killer degli abissi

Contratti da un miliardo e mezzo per quattro nuovi U212 con Finmeccanica e Leonardo

Taranto, un mare di euro per 4 nuovi sommergibili

TARANTO - «È difficile capire quando fermarsi in una gara di resistenza». È questa una delle frasi-chiave del «film dei film» sulla guerra sottomarina di questi ultimi decenni «Caccia a Ottobre Rosso» (1990, protagonista principale Sean Connery).

E se era costituita dalla Guerra Fredda la «gara» evocata da Bart Mancuso, nel film il comandante del sottomarino statunitense che intercettò il sommergibile nucleare sovietico «disertore», nella nuova corsa al riarmo fra Est e Ovest e delle manovre militari sui due fronti all'ombra della pandemia «made in China» piomba la notizia di un contratto da un miliardo e 350 milioni di euro siglato da Fincantieri e l'«Occar» («Organisation Conjointe de Cooperation en matiere d’Armement», organizzazione congiunta di cooperazione in materia d'armamenti con sede a Bonn, diretta all'ammiraglio in congedo Matteo Bisceglia, originario di Manfredonia, in Capitanata, fino al 18 settembre 2019 al vertice di Navarm, la Direzione degli Armamenti Navali di Roma) per costruire due nuovi sommergibili (più altri due in opzione) U212NFS (U212 Near Future Submarine, sommergibile del «prossimo futuro») destinati alla Marina Militare. I battelli, a propulsione diesel, saranno costruiti nei cantieri di Muggiano (La Spezia).

Il valore complessivo della commessa per i nuovi «killer degli abissi» con capacità «stealth» (minima o nessuna tracciabilità ai sensori deli avversari) è di 2 miliardi e 628 milioni di euro (come è programmato nel Documento programmatico pluriennale 2020-2022 della Difesa) e la prima tranche di 1,35 miliardi riguarda la costruzione dei primi due sommergibili coprodotti da Fincantieri con le industrie tedesche Hdw e Nswe.

«Le prime due unità verranno consegnate nel 2027 e nel 2029 sostituendo altrettanti sottomarini della classe Sauro risalenti alla metà degli anni ’80 e non più adeguati alle future sfide operative» rende noto la Marina Militare che nella stazione navale di Taranto ha il «grosso» delle sue forze subacquee.

Sono qui di stanza infatti due vecchi «Classe Sauro» (il «Primo Longobardo» e il «Gianfranco Gazzana Priaroggia») e tre «classe Todaro» (gli U212-A, sulla base dei quali saranno sviluppati i prossimi U-212NFS; sono il «Salvatore Todaro», lo «Scirè» e il «Pietro Venuti»). Gli altri tre sommergibili risultano di base fra Augusta (due «Classe Todaro» in Sicilia) e La Spezia (il «Romeo Romei» Classe Todaro).

Ma la «lista della spesa» non è finita. Contemporaneamente è stato firmato un altro contratto tra i gruppi industriali Leonardo e Fincantieri, del valore di circa 150 milioni di euro, per la fornitura di equipaggiamenti per i primi due sottomarini U212NFS. Il contratto prevede la progettazione e realizzazione di un «Combat Management System» (sistema di controllo e comando del combattimento) di nuova generazione.

La Leonardo fornirà, inoltre, un laboratorio di simulazione e addestramento che verrà installato presso il Centro addestramento sommergibili della Marina Militare di Taranto, nonché supporto logistico iniziale, incluso l’addestramento del personale e un primo set di pezzi di ricambio.

Questo secondo contratto dovrebbe essere compreso nel più ampio programma «Bcwcs», «finalizzato all'aggiornamento del software del sistema di comando e controllo dei sottomarini U212» si legge sempre nel documento programmatico-finanziario del ministero della Difesa, con la previsione di un fabbisogno complessivo di fondi per due milioni e 530 milioni di euro.

Il «carrello» si completa infine con i primi 36 milioni di euro su 154 milioni e 400mila previsti per riarmare i sommergibili U-212 con l'arma denominata «siluro pesante» «Black Shark Advanced» prodotto dalla società «Wass» del Gruppo Leonardo-Finmeccanica.
«L'accordo per gli U212NFS, di strategica importanza, doterà la Marina militare e la sua componente sommergibili di mezzi altamente tecnologici in grado di eccellere nella dimensione subacquea e di svolgere, nell’attuale scenario geo-politico, un ruolo fondamentale per la salvaguardia degli interessi del Paese» ha commentato il capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone.

«A cosa servono i sottomarini? Non solo difesa. Anche: libertà di navigazione, antipirateria, sicurezza, vie di approvvigionamento energetico, rispetto del Diritto internazionale, lotta al terrorismo, tutela delle infrastrutture marittime, controllo della presenza dei cetacei» ha commentato con una nota Fincantieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie