Mercoledì 22 Maggio 2019 | 22:36

NEWS DALLA SEZIONE

MARINA MILITARE
A Taranto i nuovi gioielli tecnologicidal 10 giugno ecco Martinengo e Trieste

A Taranto i nuovi gioielli tecnologici dal 10 giugno ecco Martinengo e Trieste

 
ESERCITO
Foggia, il 21° Reggimento artiglieriasi addestra nel poligono Torre di Nebbia

Foggia, il 21° Reggimento artiglieria
si addestra nel poligono Torre di Nebbia

 
ESERCITO
La Brigata Pinerolo modello da imitareLa visita del capo di Stato maggiore Farina

La Brigata Pinerolo modello da imitare: la visita del capo di Stato maggiore Farina

 
ESERCITO
Matera, il saluto ai fanti piumaticoncluso il raduno nazionale

Matera, il saluto ai fanti piumati
concluso il raduno nazionale

 
AERONAUTICA MILITARE
Gioia, è partita la missione Black Shieldil 36° Stormo vigila sullo spazio aereo rumeno

Gioia, è partita la missione Black Shield
il 36° Stormo vigila sullo spazio aereo rumeno

 
ESERCITO
A Matera raduno nazionale bersaglieriIl 19 maggio la sfilata dei 100mila

A Matera raduno nazionale bersaglieri
Il 19 maggio la sfilata dei 100mila

 
ESERCITO
Iraq, missione Prima Particaa casa gli ultimi militari pugliesi

Iraq, missione Prima Partica
a casa gli ultimi militari pugliesi

 
ESERCITO
Foggia, rimossa dagli artificieriuna bomba dell'ultima guerra

Foggia, rimossa dagli artificieri
una bomba dell'ultima guerra

 
AERONAUTICA MILITARE
Bari, borsa di studio capitano Oriologiovedì la cerimonia di consegna

Bari, borsa di studio capitano Oriolo
giovedì la cerimonia di consegna

 
AERONAUTICA MILITARE
Bari, Oncoematologia pediatricale Frecce tricolori donano un sorriso

Bari, Oncoematologia pediatrica
le Frecce tricolori donano un sorriso

 
IL GIALLO
Trovato morto per strada a Parigi007 salentino in servizio all'Aise

Trovato morto per strada a Parigi
007 salentino in servizio all'Aise

 

Il Biancorosso

L'ANALISI
Bari, 10 milioni di euro per il mercatoDe Laurentiis vuole crescere in fretta

Bari, 10 milioni di euro per il mercato: De Laurentiis vuole crescere in fretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoTaranto
Ex Ilva, Usb minaccia azioni legali su graduatorie esuberi

Ex Ilva, Usb minaccia azioni legali su graduatorie esuberi

 
BariL'enfant prodige
Mola, baby genio a 8 anni vince i nazionali dei Giochi Matematici

Mola, baby genio a 9 anni vince i nazionali dei Giochi Matematici

 
BatDopo la scossa
Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

Terremoto in Puglia, domani riaprono le scuole a Bisceglie

 
MateraL'idea
Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

Matera 2019: mille studenti in marcia per la «Cultura»

 
LecceÈ in prognosi riservata
Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

Nardò, esplode distributore di bevande: grave operaio 23enne

 
Foggianel foggiano
mattinata

Mafia, amministrazione giudiziaria per ditta allevamento a Mattinata

 
BrindisiDopo la denuncia
Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

Erchie, picchia e minaccia la moglie per anni: arrestato

 
PotenzaL'operazione
GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

GdF, a Lauria scoperti 5 lavoratori in nero

 

i più letti

L'intervista

Bari, mercoledì è il giorno delle Frecce tricolori: parla il Generale Colagrande

Lo show torna dopo due anni, ci sono anche i velivoli da addestramento: «Un regalo alla città»

frecce tricolori

Tornano a Bari dopo due anni per la Sagra di San Nicola le «Frecce Tricolori». Appuntamento sul lungomare Nazario Sauro il pomeriggio dell’8 maggio per un vero e proprio «Air Show» con l’esibizione di vari velivoli dell’Aeronautica militare e dell’Aero club di Bari. Farà gli «onori di casa» il generale Aurelio Colagrande, 56 anni, originario de L’Aquila, comandante della 3ª Regione Aerea / Comando scuole Aeronautica militare.
Generale Colagrande, ci spieghi: le manovre spericolate e spettacolari delle Frecce Tricolori sono esercizi fine a se stessi o no?
«Le manovre effettuate in volo dalle Frecce Tricolori sono tutt’altro che spericolate. Infatti, sono preparate, studiate ed utilizzate in fase addestrativa per le esigenze di carattere operativo e diventano parte integrante delle abilità sviluppate da tutti i piloti militari. Conseguentemente, quando quelle manovre diventano figure eseguite sinergicamente da un assetto di dieci velivoli, enfatizzate dal rilascio della scia tricolore, assumono una connotazione di spettacolarità, peraltro apprezzata in tutto il mondo».
Perché il «San Nicola Air Show»?
«Come ormai tradizione, l’Aeronautica Militare per rimarcare il solido legame col territorio, offre il suo tributo al santo patrono della città di Bari. Faremo le prove martedì 7 maggio intorno alle 15,30 per poi mostrarci con il nostro spettacolo completo il giorno dopo, sempre verso le 15,30. Quest’anno, in via del tutto eccezionale, la consueta esibizione della Pattuglia acrobatica nazionale sarà arricchita dalla presenza dei velivoli utilizzati per l’addestramento dei piloti militari che, come noto, è competenza del Comando delle Scuole con sede proprio sul lungomare di Bari, e dai velivoli stanziati sul territorio pugliese, utilizzati quotidianamente per la difesa e sicurezza dello spazio aereo, per il trasporto sanitario d’urgenza, la ricerca e soccorso di persone in difficoltà, per il supporto alla Protezione civile nei casi di pubbliche calamità, per il trasporto in sicurezza di pazienti».
Comando Scuole / 3ª Regione Aerea a Bari da decenni. Qual è il rapporto fra l’Arma Azzurra e la città?
«È uno dei tre comandi di vertice dell’Aeronautica militare, cui è affidata la selezione, reclutamento, formazione e addestramento di tutto il personale nonché dei piloti che vengono poi impiegati nei reparti operativi al servizio della sicurezza del Paese e per il quotidiano soccorso delle vite umane. Siamo qui dagli anni Trenta, ritenendoci parte integrante e perfettamente integrata nel territorio barese, ed è proprio per questo motivo che vogliamo condividere con la gente, la passione profusa nel nostro agire quotidiano, per palesare cosa sia la nostra Forza armata: un’Aeronautica che lavora, silenziosamente, con umiltà con senso del dovere e con professionalità, che opera, s’impegna, soffre e rischia nel rispetto dei nostri valori fondanti. Con questo nostro tributo a San Nicola, il santo delle genti, vogliamo testimoniare la vicinanza al territorio e, più in generale, il costante impegno profuso nel servire la collettività, all’insegna di un messaggio significativo e concreto “con la gente, per la gente, proiettati al futuro, attenti al presente”».
Prevedibili cambiamenti per l'Aeronautica militare in Terra di Bari?
«Mi sento di asserire serenamente che Bari non è assolutamente a rischio, il legame che c’è tra l’Aeronautica militare e la regione Puglia, ed in particolare con Bari, è solido e strettissimo, ormai facciamo parte del tessuto territoriale, pertanto, questo rapporto è destinato a perdurare nel tempo».
La prospettiva di accedere ai ranghi più alti dell’Aeronautica militare è ancora allettante per i giovani d'oggi? E qual è il grado di attrattività dell’Aeronautica militare per i giovani pugliesi?
«Ritengo di poter affermare che i giovani d’oggi seguono sempre con molta attenzione ed interesse la Forza armata e, come sempre, ambiscono ad accedervi attraverso i nostri concorsi. Nello specifico, guardando il trend pluriennale delle domande, a parte una naturale oscillazione, non si registrano particolari disaffezioni. I giovani che ambiscono a un futuro in Forza armata, oltre a possedere eccellenti qualità psico-fisiche, culturali, morali e caratteriali, devono avere un notevole spirito di adattamento e sacrificio, nonché essere fortemente motivati. Il grado di attrattività per i giovani, da sempre è stimolato da una forte connotazione tecnologica e futuristica che contraddistingue l’Arma azzurra sin dalla sua nascita. In particolare per i pugliesi, l’attrattività è presumibilmente correlata anche alla forte presenza dell’Aeronautica militare sul territorio, con basi di eccellenza sia nell’ambito formativo che operativo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400