Sabato 15 Dicembre 2018 | 12:16

NEWS DALLA SEZIONE

LA VISITA
Il ministro Trenta in Afghanistandai militari della Brigata Pinerolo

Il ministro Trenta in Afghanistan
dai militari della Brigata Pinerolo

 
AERONAUTICA MILITARE
Il congedo di Palantra si avvicina Chiarello presidente dei sottufficiali

Il congedo di Palantra si avvicina
Chiarello presidente dei sottufficiali

 
LA STORIA 1933
Decennale della Regia Aeronauticail Re passa in rassegna 4mila piloti

Decennale della Regia Aeronautica
il Re passa in rassegna 4mila piloti

 
LA STORIA
Il bimotore Savoia Marchetti S 55uno dei simboli del progresso italiano

Il bimotore Savoia Marchetti S 55
uno dei simboli del progresso italiano

 
LA STORIA 1930
Inaugurazione aeroporto di Bariintitolato a Umberto di Savoia

Inaugurazione aeroporto di Bari
intitolato a Umberto di Savoia

 
BALCANI
Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

Kosovo, l'attività del 5° Reggimento alpini

 
ESERCITO
Calendario, l'uomo e la tecnologia

Calendario, l'uomo e la tecnologia

 
AERONAUTICA MILITARE
Calendario, storie e immagini

Calendario, storie e immagini

 
L'ESERCITAZIONE
Rivivi la  "Mangusta" interforze

Rivivi la "Mangusta" interforze

 
MARINA MILITARE
Noi siamo la Marina: gli incursori

Noi siamo la Marina: gli incursori

 
MARINA MILITARE
Calendario, palombari e incursori

Calendario, palombari e incursori

 

AERONAUTICA MILITARE

Amendola ospita i comandanti operativi
Meeting sui velivoli di quinta generazione

Il Flyng course torna in Italia. E si parla di innovazione

Amendola ospita i comandanti operativi Meeting sui velivoli di quinta generazione

Il comandante della Squadra Aerea (CSA), generale Fernando Giancotti ha presieduto l’Air Forces Operational Commanders’ Meeting che si è svolto presso il 32° Stormo di Amendola nell’ambito del 4° Flying course del Tactical leadership programme (TLP). 

L’evento, unico nel suo genere, ha visto la partecipazione dei comandanti operativi, o loro rappresentanti, delle Forze aeree di alcuni dei Paesi aderenti (Belgio, Francia, Germania, Grecia, Olanda, Usa). Dopo la presentazione del 32° Stormo da parte del colonnello Davide Marzinotto, il colonnello Paolo Rubino ha illustrato le fasi salienti del 4° Flying course ed il generale Giancotti ha posto in risalto le prospettive e l’approccio dell’Aeronautica militare italiana verso la 5a generazione. Successivamente, ogni singolo rappresentante ha potuto evidenziare il proprio punto di vista e le lezioni apprese, al fine di rendere patrimonio comune le rispettive esperienze e competenze. 


Alla fine della giornata, si è svolta una visita presso “la cittadella JSF”, sede del 13° Gruppo Volo ed al "Deployable, Air control centre, Recognized air picture production centre, Sensor fusion post" (DARS), dipendente dal Reparto mobile di comando e controllo (RMCC) di Bari Palese, rischierato sul sedime di Amendola per il TLP. L’occasione ha suscitato grande interesse negli ospiti internazionali. L’approccio italiano alla quinta generazione, primo a conseguire la capacità operativa iniziale in Europa, è stato molto apprezzato per la qualità e l’efficacia dei risultati conseguiti e per i concetti fortemente innovativi implementati anche nello sviluppo di cultura e processi organizzativi capaci di supportare e promuovere una vera e propria trasformazione complessiva del sistema operativo A.M.

Anche il 4° Flying course, per la prima volta in Italia dopo molti anni, ha rappresentato un importante passo nella transizione verso il concetto di 5a fenerazione, mediante il primo utilizzo in operazioni congiunte del velivolo F-35 in interfaccia con sistemi d’arma di 4a generazione. L’integrazione del sistema d’arma JSF all’interno dell’Aeronautica militare rappresenta la trasformazione capacitiva della Forza armata verso la quinta generazione: l’F-35, definito come “Sistema di sistemi”, si pone quale moderno strumento per affrontare gli odierni scenari operativi, ad elevata connotazione interforze e basati sulla superiorità informativa. Il successo riscontrato in termini di partecipazione ed interesse anche per questo incontro ai massimi livelli operativi, così come avvenuto per il 4° Flying course e per la dichiarazione della iniziale capacità operativa (IOC) del velivolo F-35, testimonia  dunque la valenza e l’apprezzamento da parte delle Forze aeree internazionali dell’innovativo approccio alle tematiche di 5a generazione e delle metodologie all’avanguardia proposte dall’Aeronautica militare. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400