Giovedì 21 Febbraio 2019 | 12:24

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
La decisione
Basilicata, Pittella fa marcia indietro: Trerotola è nuovo candidato centro sinistra

Elezioni in Basilicata, Pittella fa marcia indietro: al suo posto un farmacista

 
L'analisi
Badante di condominio: la creatività dei lucani

Badante di condominio: la creatività dei lucani

 
In Basilicata
Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

Elezioni, Carmen Lasorella rinuncia alla candidatura

 
La nomina
Basilicata, Berlusconi presenta il candidato unico del centro destra: è Bardi

Basilicata, Bardi candidato unico del centrodestra

 
Mobilità
Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

Trasporti pubblici lucani, fondi ordinari ma pochi bus: mancano 200 mezzi

 
Dal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
Nel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
Fotoreporter ferito
Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

Il San Carlo si offre di curare l'occhio di Micalizzi

 
L'invito
Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

Potenza, l'ospedale San Carlo si offre di curare il reporter ferito in Siria

 
«È un piano senza effetti»
Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

Basilicata, stop inceneritori nel 2020: Tar boccia ricorso ex Fenice

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

Catamarano in difficoltà, soccorso da Guardia Costiera al largo di Leuca

 
TarantoNel Tarantino
Tentò di uccidere due persone a S.Giorgio Jonico, pregiudicato si consegna ai cc

Tentò di uccidere 2 persone a S.Giorgio Jonico, 68enne si consegna ai cc

 
PotenzaL'intervista
Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

Lezioni di esorcismo a scuola, sacerdote: «Sarebbe servito»

 
BariPremiato a Rimini
Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

Viene da Monopoli il miglior burger gourmet italiano

 
Brindisil'emergenza
Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

Brindisi, allarme povertà: alla Caritas aumentano le richieste

 
FoggiaLa decisione
Foggia, dopo 14 anni chiude Unieuro, in 18 a casa

Foggia, dopo 14 anni chiude Unieuro, in 18 a casa

 
BatLa denuncia
Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

Barletta, stazione senza ascensore: non ha mai funzionato

 
Materail Truffatore è barese
Si fa dare 3 Rolex da negoziante fingendo di essere figlio di un amico: arrestato a Matera

«Mio padre è tuo amico», si fa dare 3 Rolex da rivenditore: arrestato a Matera

 

Spopolamento

I 101 paesi «fantasma» della Basilicata

Il 77% dei comuni lucani non superano i 5mila abitanti: negli ultimi 20 anni la fuga per assenza di servizi e lavoro

craco

Sono ben 101 i Comuni lucani che soffrono di un disagio insediativo: lo rivela il dossier di Legambiente «Piccolo (e fuori dal) comune. Cosa sta cambiando nell’Italia dei piccoli comuni», che ha analizzato la situazione dei piccoli comuni italiani e le difficoltà che essi vivono. In Basilicata il 77% dei comuni ricade in questa categoria, vale a dire nel gruppo la cui dimensione demografica non supera i 5 mila abitanti: questi centri negli ultimi 25 anni hanno riscontrato un calo corposo di popolazione, la cui causa principale è la carenza di lavoro e di servizi.
L’allarme lanciato da Legambiente ha rivelato che, in Italia, l’85% dei Comuni (6.875) ha meno di 10 mila abitanti; 5.627 di questi enti non raggiungono i 5 mila residenti; ben 3.532 (vale a dire il 43,8% del totale) restano, invece, sotto i 2 mila. Non si tratta di un pericolo marginale, quindi: nei 2.430 Comuni italiani a rischio sopravvivenza, infatti, risiedono quasi 3 milioni e mezzo di persone, il 5,8% della popolazione del «Bel Paese».
Centri lucani come San Paolo Albanese, Carbone, Craco, Calciano, Ginestra, Oliveto Lucano, Fardella e Calvera, solo per citarne alcuni, rischiano, dunque, di scomparire, visto che rientrano ampiamente nel novero di quei municipi che, in 25 anni in Italia, hanno perso complessivamente ben 675mila abitanti: un calo del 6,3%, mentre nello stesso periodo la popolazione italiana cresceva del +7%, con oltre 4 milioni di cittadini in più rispetto al 1991. La differenza demografica tra i piccoli centri e quelli più grandi, dunque, è netta, aggirandosi intorno al 13%. Significa che, in Italia, in un quarto di secolo una persona su sette se n’è andata dai piccoli Comuni.
La densità è scesa a 36 persone per chilometro quadrato: 13 volte in meno rispetto agli insediamenti con oltre 5 mila abitanti. In quest’Italia in miniatura, dall’anima rurale, gli over 65 sono aumentati dell’83% a fronte degli under 14.
Dalla sostanziale parità si è passati a oltre due anziani per ogni giovanissimo. Il pericolo è che i borghi siano destinati a diventare i paesi fantasma del terzo millennio: per combattere questa eventualità sarebbe necessario dotare i comuni dei servizi minimi o prevedere incentivi, come avvenuto a Montemurro, dove l’esecutivo guidato dal sindaco Senatro Di Leo ha approvato una delibera con la quale riconosce una somma di 4.000 euro ad ogni famiglia residente, che nel 2016 metterà al mondo un figlio o lo adotterà. In Basilicata è la prima di misura di questo genere: mira, evidentemente, a combattere lo spopolamento che attanaglia la nostra regione.
Ma lo spopolamento, però, si combatte anche incoraggiando la valorizzazione del patrimonio pubblico abbandonato.
Sono molte le abitazioni vuote: in alcuni casi addirittura una su tre. Se in molti comuni italiani si vendono gli immobili pubblici ad 1 euro, purché l’acquirente li ristrutturi e li utilizzi, in Basilicata c’è anche chi, come il Comune di Latronico, per valorizzare il patrimonio ha dato vita al progetto «La Tua Casa a Latronico»: il progetto vuole offrire la possibilità al turista di considerare l’acquisto o l’affitto di un immobile, oppure dare la possibilità ai residenti di sfruttare internet per mettere in evidenza il proprio immobile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400