Lunedì 27 Gennaio 2020 | 13:17

NEWS DALLA SEZIONE

Post elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
Sanità
Potenza, 70 posti a rischio tra infermieri e «oss» all’ospedale San Carlo

Potenza, 70 posti a rischio tra infermieri e «oss» all’ospedale San Carlo

 
L'inchiesta
Valigia di cartone sostituita dal trolley, ma pugliesi e lucani restano emigranti

Valigia di cartone sostituita dal trolley, ma pugliesi e lucani restano emigranti

 
Città europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
la tragedia
Tifoso investito nel Potentino: alle 15 i funerali a Rionero

Tifoso investito nel Potentino: centinaia di persone ai funerali di Tucciariello a Rionero

 
Produzione
Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

 
Le indagini
Tifosi investiti in Basilicata: avviata autopsia sul cadavere della vittima

Tifosi investiti in Basilicata: avviata autopsia sul cadavere della vittima

 
Dopo la tragedia
Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

Tifosi investiti, l'autista di Melfi resta in carcere: indagato per omicidio

 
I dati del 2019
Potenza, allarme inquinamento: per 50 giorni superato il limite dello smog

Potenza, allarme inquinamento: per 50 giorni superato il limite dello smog

 
dopo la tragedia
Tifosi investiti: cominciati interrogatori dei 26 arrestati

Tifosi investiti, Prefetto: «Morte non resti senza conseguenze»

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Perrotta salva il Bari al Granillo: 1-1 in casa della Reggina. La diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl caso
Taranto, fiamme e fumo all'ex Ilva, i cittadini fanno esposto a Mittal contro emissioni

Taranto, fiamme e fumo all'ex Ilva, i cittadini fanno esposto a Mittal contro emissioni

 
MateraIl caso
Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

Matera, hanno tentato di truffare una nonnina: in due agli arresti domiciliari

 
PotenzaPost elezioni
Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

Regionali in Calabria, governatore lucano Bardi: «Al Sud FI è la casa dei moderati»

 
LecceNel centro storico
Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

Lecce, Ztl: parte la rivolta dei commercianti

 
BrindisiShoah
Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

Giorno della Memoria, il messaggio di Liliana Segre a studenti di Fasano: «Siate vigili»

 
BatCultura
Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

Andria, Castel del Monte nella top 30 dei monumenti più visitati d'Italia

 

i più letti

traffico

Basilicata: automobili troppo vecchie, inquinanti e pericolose

Le auto sulle strade lucane sono tra le più vecchie dell'intero paese

Basilicata: automobili troppo vecchie, inquinanti e pericolose

In Basilicata sette autovetture su dieci hanno più di dieci anni. Lo rivela Open Parco Veicoli, il database dell’Aci sul parco veicolare italiano, dal quale si apprende che il venticinque per cento dei veicoli hanno tra i dieci e i quindici anni, il venti tra i quindici e i venti, il quattordici per cento tra i venti e trenta anni e, addirittura, quasi il nove per cento ha oltre trenta anni. Ad essi si aggiunge un altro sedici per cento di autovetture che risultano avere un’età tra i cinque e i dieci anni, mentre solo il tredici per cento ha meno di cinque anni. Avere un parco macchine sostanzialmente vetusto comporta in prima battuta qualche rischio in più sulla strada, a motivo del fatto che ingranaggi e motori di auto vecchie non sono sinonimo di sicurezza. Ma c’è almeno un altro dato da considerare: avere auto non nuove significa anche produrre un maggiore impatto ambientale, visto che i motori di ultima generazione sembrerebbero essere più “verdi” di quelli precedenti. Da questo punto di vista, il database dell’Aci conferma che la Basilicata è poco “green” dal momento che solo una sola autovettura su dieci risulta essere “Euro 6”, appena il tredici è “Euro 5”, mentre ben il ventisette per cento è “Euro 4”.

Tutto il resto, cioè la metà delle auto che circolano in Basilicata, è al di sotto di questa soglia. Passando all’alimentazione, si scopre che il parco macchine lucano è composto soprattutto da auto alimentate a gasolio: ben il cinquantacinque per cento, infatti, ha motore diesel, mentre quelle a benzina sono il trentanove per cento. Solo il sei per cento circa è alimentato con motori diversi (gasolio liquido, metano, ibrido, elettrico).

Anche questo dato conferma la scarsa attenzione dei lucani al verde. Ma, scendendo nei dettagli geografici, è più green Potenza o Matera? Secondo l’Aci in entrambe le città capoluogo le auto sono vetuste, anche se a Matera la percentuale è di poco inferiore rispetto a Potenza: nel primo caso, infatti, le auto con più di dieci anni sono il cinquantanove per cento, nel secondo il sessantadue. In entrambi i capoluoghi, poi, prevale, il diesel: a Matera con il cinquantuno per cento della auto (quelle a benzina, invece, sono il quaranta per cento), a Potenza con il quarantotto (e quarantatré a benzina). Il quattordici per cento della auto che circolano nei dei capoluoghi è “Euro 6”, mentre le automobili “Euro 5” sono il diciassette per cento a Matera e il quindici a Potenza, dove, però, è particolarmente significativo il dato che registra un dieci per cento di auto “Euro 0”, a conferma della vetustà del parco macchine. Il discorso non cambia, di fatto, nel caso dei motocicli: anche in tal caso, infatti, sono molti di più quelli con un’età superiore ai dieci anni, all’incirca il settantacinque per cento, praticamente tre su quattro, rispetto al resto della “platea” dei motocicli lucani. Dati che probabilmente meriterebbero maggiore attenzione: nella terra della Fca di San Nicola di Melfi, infatti, è un vero e proprio controsenso avere un parco auto così vecchio. Se ci fossero maggiori incentivi, probabilmente la situazione sarebbe migliore. Per tutti, non solo per chi costruisce e vende automobili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie