Sabato 19 Settembre 2020 | 07:45

NEWS DALLA SEZIONE

L'annuncio
Potenza, conclusi lavori manutenzione: si riavviano impianti a Tempa Rossa

Potenza, conclusi lavori manutenzione: si riavviano impianti a Tempa Rossa

 
Il caso
Potenza, licenziato per il Covid . «È stato in Sardegna...»

Melfi, operaio licenziato perché ha preso il Covid: «È stato in Sardegna»

 
il bonus
Basilicata, 400 euro a famiglie lucane meno abbienti per acquistare pc portatili

Basilicata, 400 euro a famiglie lucane meno abbienti per acquistare pc portatili

 
Il fatto
Potenza, dipendente delle Poste truffava i pensionati

Potenza, dipendente delle Poste truffava i pensionati

 
Il caso
Caccia al posto fisso: nel Potentino in 700 per 4 assunzioni come dipendenti comunale

Caccia al posto fisso: nel Potentino in 700 per 4 assunzioni al Comune

 
Il caso
Omofobia, Napoli si scusa ma la mozione regge l'urto

Omofobia in Basilicata: Napoli si scusa, ma la mozione regge l'urto

 
Nel Potentino
Noepoli: in fiamme 4 ettari di vegetazione, distrutti

Noepoli: in fiamme 4 ettari di vegetazione, distrutti

 
Università
Unibas, eletto il nuovo rettore con 266 voti: è Ignazio Mancini

Unibas, eletto il nuovo rettore con 266 voti: è Ignazio Mancini

 
Università
Potenza, Sole traccia un bilancio sull'Unibas: il rettore sarà Mancini

Potenza, Sole traccia un bilancio sull'Unibas: il rettore sarà Mancini

 
edilizia scolastica
Potenza, riapertura scuole: pronte il 99% delle aule

Potenza, riapertura scuole: pronte il 99% delle aule

 
dati regionali
Coronavirus, in Basilicata 5 nuovi tamponi positivi su 497 tamponi: i contagi tutti a Matera

Coronavirus, in Basilicata 5 nuovi tamponi positivi su 497: i contagi tutti a Matera

 

Il Biancorosso

calcio
Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

Bari, ceduti Terrani al Como e Costa alla Virtus Entella

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoTensione
Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

Mittal Taranto, fermata impianti: sindacati pronti a mobilitazione

 
Baril'annuncio
Bari, Disney Store annuncia chiusura: domani sciopero e sit-in dei lavoratori

Bari, Disney Store annuncia chiusura: domani sciopero e sit-in dei lavoratori

 
LeccePaura contagio
Lecce, studente positivo a scuola: controlli in un istituto superiore

Lecce, studente positivo al Covid: controlli in un istituto superiore

 
Foggiala tragedia
Foggia, malore alla guida e finisce contro auto in sosta: muore un 65enne

Foggia, malore alla guida e finisce contro auto in sosta: muore un 65enne

 
Materaarcheologia
Matera, sarà restaurata la balena «Giuliana»

Matera, sarà restaurata la balena «Giuliana»

 
PotenzaL'annuncio
Potenza, conclusi lavori manutenzione: si riavviano impianti a Tempa Rossa

Potenza, conclusi lavori manutenzione: si riavviano impianti a Tempa Rossa

 
BatIl caso
Canosa, «No a ristoranti o bar nell’ex Filantropica»

Canosa, «No a ristoranti o bar nell’ex Filantropica»

 
BrindisiL'evento
Brindisi, per il «Giro d’Italia» del 9 ottobre scuole chiuse e viabilità modificata

Brindisi, per il «Giro d’Italia» del 9 ottobre scuole chiuse e viabilità modificata

 

i più letti

traffico

Basilicata: automobili troppo vecchie, inquinanti e pericolose

Le auto sulle strade lucane sono tra le più vecchie dell'intero paese

Basilicata: automobili troppo vecchie, inquinanti e pericolose

In Basilicata sette autovetture su dieci hanno più di dieci anni. Lo rivela Open Parco Veicoli, il database dell’Aci sul parco veicolare italiano, dal quale si apprende che il venticinque per cento dei veicoli hanno tra i dieci e i quindici anni, il venti tra i quindici e i venti, il quattordici per cento tra i venti e trenta anni e, addirittura, quasi il nove per cento ha oltre trenta anni. Ad essi si aggiunge un altro sedici per cento di autovetture che risultano avere un’età tra i cinque e i dieci anni, mentre solo il tredici per cento ha meno di cinque anni. Avere un parco macchine sostanzialmente vetusto comporta in prima battuta qualche rischio in più sulla strada, a motivo del fatto che ingranaggi e motori di auto vecchie non sono sinonimo di sicurezza. Ma c’è almeno un altro dato da considerare: avere auto non nuove significa anche produrre un maggiore impatto ambientale, visto che i motori di ultima generazione sembrerebbero essere più “verdi” di quelli precedenti. Da questo punto di vista, il database dell’Aci conferma che la Basilicata è poco “green” dal momento che solo una sola autovettura su dieci risulta essere “Euro 6”, appena il tredici è “Euro 5”, mentre ben il ventisette per cento è “Euro 4”.

Tutto il resto, cioè la metà delle auto che circolano in Basilicata, è al di sotto di questa soglia. Passando all’alimentazione, si scopre che il parco macchine lucano è composto soprattutto da auto alimentate a gasolio: ben il cinquantacinque per cento, infatti, ha motore diesel, mentre quelle a benzina sono il trentanove per cento. Solo il sei per cento circa è alimentato con motori diversi (gasolio liquido, metano, ibrido, elettrico).

Anche questo dato conferma la scarsa attenzione dei lucani al verde. Ma, scendendo nei dettagli geografici, è più green Potenza o Matera? Secondo l’Aci in entrambe le città capoluogo le auto sono vetuste, anche se a Matera la percentuale è di poco inferiore rispetto a Potenza: nel primo caso, infatti, le auto con più di dieci anni sono il cinquantanove per cento, nel secondo il sessantadue. In entrambi i capoluoghi, poi, prevale, il diesel: a Matera con il cinquantuno per cento della auto (quelle a benzina, invece, sono il quaranta per cento), a Potenza con il quarantotto (e quarantatré a benzina). Il quattordici per cento della auto che circolano nei dei capoluoghi è “Euro 6”, mentre le automobili “Euro 5” sono il diciassette per cento a Matera e il quindici a Potenza, dove, però, è particolarmente significativo il dato che registra un dieci per cento di auto “Euro 0”, a conferma della vetustà del parco macchine. Il discorso non cambia, di fatto, nel caso dei motocicli: anche in tal caso, infatti, sono molti di più quelli con un’età superiore ai dieci anni, all’incirca il settantacinque per cento, praticamente tre su quattro, rispetto al resto della “platea” dei motocicli lucani. Dati che probabilmente meriterebbero maggiore attenzione: nella terra della Fca di San Nicola di Melfi, infatti, è un vero e proprio controsenso avere un parco auto così vecchio. Se ci fossero maggiori incentivi, probabilmente la situazione sarebbe migliore. Per tutti, non solo per chi costruisce e vende automobili.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie