Venerdì 20 Settembre 2019 | 09:18

NEWS DALLA SEZIONE

Sul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
Tragedia sfiorata
Potenza, in fiamme bus pieno di studenti: tutti illesi, danni a 3 auto

Potenza, in fiamme bus pieno di studenti: tutti illesi, danni a 3 auto

 
A Chiaromonte
In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

In casa fucili e piante di cannabis: arrestato 31enne nel Potentino

 
A Sant'Arcangelo
Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

Piante di marijuana sul terrazzo, arrestato 46enne

 
La decisione
Concorsi in Regione, giunta dispone scorrimento graduatorie

Concorsi in Regione, giunta dispone scorrimento graduatorie

 
A Londra
Birra lucana bissa titolo campione del mondo

Birra lucana bissa titolo campione del mondo

 
La challenge
Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

Avigliano, avvistata «Samara» nella notte: è arrivata in Basilicata

 
A reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
Le dichiarazioni
AstroSamantha a Potenza, «L'esperienza con la Cina? Molto significativa»

AstroSamantha a Potenza, «L'esperienza con la Cina? Molto significativa»

 
Ambiente
Tempa Rossa, sorpresa gas: ai lucani vanno le briciole

Tempa Rossa, sorpresa gas: ai lucani vanno le briciole

 
Legge Lorenzin
Basilicata, tutti i bambini vaccinati: nessuno stop all'ingresso delle scuole

Basilicata, tutti i bambini vaccinati: nessuno stop all'ingresso delle scuole

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 

i più letti

Parità di genere

Paesi lucani in cerca di assessori donna: parte il bando

Donne e quote rosa in politica, i casi di Vaglio e Venosa

Paesi lucani in cerca di assessori donna: parte il bando

Parità tra sessi o semplice moda del momento storico? La parità di genere è un’effettiva conquista delle donne, oppure si tratta di un mero capriccio, di una parte politica in particolare, perché le donne non hanno bisogno di «quote rosa» e sanno farsi valere da sole? Nel dubbio, anche in Basilicata impazza la questione della parità di genere.

La recente maxi tornata amministrativa ha imposto agli onori delle cronache la necessità di rispettare quanto prevede la legge in merito (56-14, cosiddetta legge Delrio), facendo emergere però casi limite come quello di Vaglio (dove non si è votato, ma il sindaco ha difficoltà a reperire un assessore di sesso femminile) e di Venosa. Nella città di Orazio si è andati alle urne e la nuova maggioranza pentastellata, con il sindaco eletto Marianna Iovanni in testa, ha optato per un esecutivo quasi tutto al femminile: quattro donne e un solo uomo. È giusto o no? Di sicuro non è stata rispettata la normativa. La Consigliera per le Pari Opportunità della Basilicata, Ivana Pipponzi, non a caso ha stigmatizzato entrambe le situazioni: per Vaglio, infatti, c’è stato addirittura un ricorso al Tar, mentre nel caso di Venosa, Pipponzi ha richiamato il nuovo sindaco al rispetto della normativa. Casi limite, certo. Il tema, però, non cambia: è giusto normare un ambito come quello della parità di genere, oppure la composizione delle giunte è bene che venga decisa da sindaci ed esponenti politici locali sulla base sia delle competenze che delle necessità partitiche? Temi ormai ampiamente dibattuti e, forse, vetusti. Oggi, infatti, si «tira dritto» verso un dato acquisito: le donne in Italia, tanto nel mondo del lavoro quanto in quello politico-amministrativo, rimangono penalizzate.

Lo dicono i numeri. Pertanto, normare questo ambito prevedendo il rispetto delle cosiddette «quote rosa» si è reso necessario. D’altra parte, sappiamo bene che il nostro è un Paese nel quale se non si interviene con le «maniere forti», le cose non cambiano mai. Prendiamo il caso della tutela dell’ambiente: spesso è dovuta intervenire la magistratura per interrompere situazioni incresciose, perché, altrimenti, la politica avrebbe continuato a lavarsene le mani. Stessa e identica situazione in questo ambito: c’è voluta una legge (e anche una sentenza del Consiglio di Stato, la numero 46 del 2015) che facesse rispettare un’equa composizione degli organi esecutivi comunali e regionali. Al netto di questo, però, in Basilicata ci sono casi limite (in entrambi i sensi, cioè con presunte penalizzazioni per tutti e due i sessi) come quelli di Vaglio e di Venosa. Ma anche tanti casi di segno opposto. Ad iniziare da Pisticci, uno dei centri più popolosi in regione, dove sindaco e vice sindaco sono entrambe donne (rispettivamente, Viviana Verri e Maria Grazia Ricchiuti). In generale, e anche in attesa di conoscere il nuovo esecutivo di Potenza a guida leghista, la parità di genere può dirsi rispettata in Basilicata. Anche nei centri minori. Dove, pur con le difficoltà dovute a spopolamento ed emigrazione, i primi cittadini mostrano spesso sensibilità verso il tema, oltre alla necessità di rispettare la legge. Morale della favola? Non sarà ancora la «Repubblica delle donne», ma la Basilicata su questo tema mostra di essere cambiata.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie