Domenica 16 Dicembre 2018 | 18:38

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Potentino
Picchia la moglie davanti al figlio: arrestato

Picchia la moglie davanti al figlio: arrestato

 
Il caso
Migranti, rivolta anche nel Cpr del Potentino: 2 arresti

Migranti, rivolta anche nel Cpr del Potentino: 2 arresti

 
Petrolio lucano
Basilicata, la Regione tra Eni e Total per incassare circa 60 milioni

Basilicata, la Regione tra Eni e Total per incassare circa 60 milioni

 
Il triste primato
Riciclaggio: in Basilicata crescono le operazioni sospette

Riciclaggio: in Basilicata crescono le operazioni sospette

 
Indagine Gdf
Lagonegro, imprenditore alimentare nasconde al fisco 400mila €

Lagonegro, imprenditore alimentare nasconde al fisco 400mila €

 
Petrolandia lucana
Basilicata si continua a pagare di più il carburante nonostante il petrolio

Basilicata si continua a pagare di più il carburante nonostante il petrolio

 
sanitopoli lucana
«Pittella, l’arresto un errore»: così la Cassazione boccia il Riesame

«Pittella, l’arresto un errore»: così la Cassazione boccia il Riesame

 
Consumatori di stupefacenti
Droga, segnalate 18 persone dai Carabinieri nel Potentino

Droga, segnalate 18 persone dai Carabinieri nel Potentino

 
Oggi reintegrato
Lagonegro, guidò bus di ditta concorrente, licenziato

Lagonegro, guidò bus di ditta concorrente, licenziato

 
verso le elezioni
Lagonegro, il M5S gioca a carte scoperte: ecco la sua squadra di Mattia

Lagonegro, il M5S gioca a carte scoperte: ecco la squadra di Mattia

 
Decrescita
Lucani condannati dalla montagna?

Lucani condannati dalla montagna?

 

Tra il 2010 e il 2012

Smaltimento rifiuti illeciti, 7 condanne a Potenza

Avevano percepito fondi pubblici dagli enti comunali per lo smaltimento dei rifiuti nelle discariche lucane

Smaltimento rifiuti illeciti, 7 condanne a Potenza

foto di repertorio

Il Tribunale di Potenza ha condannato a un anno di reclusione Giovanni Agoglia, Giovanni Castellano, Cosimo Guida, Gaetano Antonio Papaleo, Ida Zecconi, Raffaele Rosa (pena sospesa) e Paolo D’Angelo per traffico illecito di rifiuti in relazione a un’inchiesta del 2012 sulle attività di smaltimento e conferimento in discarica.


Tiziana Ferretti è stata invece assolta per non aver commesso il fatto. Gli imputati sono stati assolti dall’accusa di associazione per delinquere e truffa nei confronti dei Comuni, perché il fatto non sussiste. Il pm aveva chiesto pene fino a sei anni di reclusione. Tra il 2010 e il 2012, secondo quanto emerse dalle indagini, gli imputati avevano percepito fondi pubblici dagli enti comunali per lo smaltimento dei rifiuti nelle discariche lucane, senza però trattarli prima del conferimento e con codici diversi rispetto a quelli previsti dalle norme: a dicembre del 2012 furono eseguite cinque misure cautelari, di cui tre in carcere e due ai domiciliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400