Venerdì 19 Aprile 2019 | 10:43

NEWS DALLA SEZIONE

La curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
A potenza
Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

Ospedale San Carlo, da giugno sospesi 14 ambiti intramoenia

 
Nel Potentino
Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

Melfi, costrinse compagna incinta a prostituirsi: arrestato

 
Parco del Pollino
Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

Il parco naturalistico «Viggianello Waterland» diventa realtà

 
Stalking
Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

Melfi, chiedeva sesso alla sua ex minacciando il «revenge porn»

 
La terra trema
Paura nella notte nel Potentino: scossa di terremoto di magnitudo 2.9

Paura nella notte nel Potentino: scossa di terremoto di magnitudo 2.9

 
Neo governatore
Regione Basilicata, arriva l'insediamento di Bari

Basilicata, Bardi insediato: è presidente della Regione

 
Sentenza
Potenza, abusò di minori in casa famiglia e clinica: condannato a 9 anni

Potenza, abusò di minori in casa famiglia e clinica: condannato a 9 anni

 
Il punto
Basilicata, 10 comuni ad alto rischio Radon

Basilicata, 10 comuni ad alto rischio Radon

 
Nel Potentino
Avigliano, principio d'incendio su scuolabus, salvi alunni

Avigliano, principio d'incendio su scuolabus, salvi alunni

 
Era senza patente
Melfi, sorvegliato speciale non rispetta l'alt: denunciato

Melfi, sorvegliato speciale non rispetta l'alt: denunciato

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiNel Brindisino
Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

Fasano, GdF sequestra 570mila euro di beni a ex contrabbandiere

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

A potenza

Post sessista su Facebook, dirigente sospeso

L'incipit del post: «Sono brutte, nessuno se le fila, neanche un migrante che non vede una donna da anni...»

Costa molto caro un «like» messo su post di Facebook

E la Fora, una delle due aziende che compongono l’associazione temporanea di imprese che si occupa della radioterapia, e che da sola segue anche il servizio degli screening oncologici, da lunedì ha sospeso il dirigente del «post sessista» Salvatore Conte. Sospeso dall’incarico svolto presso il San Carlo di Potenza, ma, a quanto si è saputo, resta in organico nell’azienda in attesa di una collocazione.
Conte era finito al centro della bufera dopo un post pubblicato su Facebook dall’incipit «Sono brutte, nessuno se le fila, neanche un migrante che non vede una donna da anni...» in cui esprimeva apprezzamenti volgari e sessisti contro donne e che lo stesso aveva poi spiegato di aver indirizzato verso alcune non citate o meglio identificate donne che sospettava avessero scritto lettere anonime contro di lui.


Fatto sta che un linguaggio decisamente pesante e inopportuno (specie per una persona che doveva seguire gli screening oncologici rivolti proprio all’universo femminile, quali quelli per il tumore al seno e al collo dell’utero) aveva suscitato una serie di reazioni, sia nel mondo politico (a sollevare per primo il caso era stato il Consigliere regionale Giannino Romaniello dei Leu) che nel mondo sindacale, con Angelo Summa e tutta la Cgil che avevano preso decisamente posizione per la rimozione del dirigente. Una situazione che si era aggravata dopo che i lavoratori e le lavoratrici e degli screening oncologici della Regione avevano denunciato di subire «continue angherie» e di essere «costretti ad operare in un clima vessatorio» in una lettera. Lettera dalla quale sarebbero state ritirate alcune firme, con la Cgil nuovamente all’attacco che, per mezzo del segretario Summa, ha denunciato come «Conte, responsabile amministrativo dello screening di Basilicata, si è rimesso in movimento minacciando le lavoratrici e paventando loro il licenziamento se non avessero ritirato il comunicato».


Dopo questa serie di polemiche la vicepresidente della Regione, Flavia Franconi, aveva convocato l’azienda per lo scorso venerdì (incontro è poi slittato a ieri) e col massimo esponente della giunta in carica il presidente della Fora, Carlo Degano, «ha assunto - si legge in un comunicato della Regione - l’impegno ad attivarsi sollecitamente e personalmente per verificare che non si concretizzino ulteriormente condizioni che possano pregiudicare la Sanità lucana». In realtà la sospensione era stata già decisa il giorno prima, ma, anche da tentativi di verifica diretta, non è emerso che i vertici societari abbiano ritenuto di parlarne alla vicepresidente Franconi. A tutto ieri pomeriggio, insomma, per la Regione la «revoca» (in realtà una sospensione dall’incarico come detto) restava solamente una «voce».
Il caso, comunque, non è chiuso. E oggi la Filcams Cgil tornerà a parlare nella propria assemblea delle presunte minacce ai lavoratori per ritirare la firma dalla lettera di denuncia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400