Giovedì 05 Agosto 2021 | 13:44

NEWS DALLA SEZIONE

La curiosità
È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo

È nel Potentino il ponte tibetano più lungo del mondo

 
nel foggiano
I carabinieri salvato il gatto dal fuoco

I carabinieri salvano il gatto dal fuoco

 
il piano strategico
Pnrr, ecco il patto tra i 41 sindaci del Barese

Pnrr, ecco il patto tra i 41 sindaci del Barese

 
Il 30 luglio
Brindisi, in scena «Un'Odissea infinita» con Enzo Decaro

Brindisi, in scena «Un'Odissea infinita» con Enzo Decaro

 
L'evento
Sui tetti dell'ospedale di Taranto arrivano i supereroi per bimbi malati

Sui tetti dell'ospedale di Taranto arrivano i supereroi per bimbi malati

 
La curiosità
Centrini e merletti al vento, ecco l'installazione da cartolina a Cisternino

Centrini e merletti al vento, ecco l'installazione da cartolina a Cisternino

 
Spettacolo
Notte della Taranta, Madame e Menozzi maestri concertatori

Notte della Taranta, Madame e Menozzi maestri concertatori

 
Il giallo
Morto lo pneumologo magliese De Donno: avviò la cura del plasma iperimmune

Morto il medico di origini salentine De Donno: avviò la cura del plasma iperimmune

 
Il concerto
Mola di Bari, il sound delle campagne messo in musica dall'Orchestra dei braccianti

Mola di Bari, il sound delle campagne messo in musica dall'Orchestra dei braccianti

 
Turismo
In Puglia arriva l'ok alla legge che tutela le botteghe storiche

In Puglia arriva l'ok alla legge che tutela le botteghe storiche

 
Giovedì
Monopoli, serata all'Assunta con la musica di Don Backy

Monopoli, serata all'Assunta con la musica di Don Backy

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più visti della sezione

i più letti

Sul web

Pinuccio racconta Pierino e il Lupo: l'evento online dal Piccinni con l'Orchestra Metropolitana

Prokopiev incontra Salvini & Co.: ecco come l'attore barese ha riadattato la storia

Pinuccio racconta Pierino e il Lupo: l'evento online dal Piccinni con l'Orchestra Metropolitana

Non è la prima volta che l’attore barese Alessio «Pinuccio» Giannone, noto per essere tra i più apprezzati inviati del tg satirico «Striscia la notizia», nonché per le sue irriverenti telefonate ai politici diventate virali suoi social, si cimenta in teatro con Pierino e il lupo, straordinaria favola musicale dal compositore russo Sergej Prokofiev. Pinuccio lo farà in diretta streaming sulla pagina Facebook del comune di Bari (https://www.facebook.com/cittametropolitanabari) stasera, domenica 22 alle 20.30 dal palco del teatro Piccinni con l’Orchestra Sinfonica Metropolitana diretta da Giovanni Rinaldi, la cui direzione artistica è del maestro Marco Renzi.

L’iniziativa rientra nella programmazione «a distanza» realizzata in collaborazione con la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri. I suoni e le immagini si mescolano in un’opera che ha il nobile scopo di educare bambini e adulti, alla conoscenza dei principali strumenti dell’orchestra, dei loro timbri ed espressività. Pinuccio racconta la storia di Pierino e dei suoi amici animali rivisitandola in chiave ironica, con chiari riferimenti all’attualità.

«Può sembrare blasfemo – anticipa Giannone -, ma non sono riuscito a sottrarmi alla tentazione di attualizzare l’opera di Prokofiev. Ci saranno un po’ tutti a fare compagnia a Pierino e agli altri personaggi della storia. Da Lopalco a Salvini, passando per Albano, Decaro ed Emiliano: ho voluto dare una ventata di attualità al testo. Spero non me ne vorrà Prokofiev, ma alcune vicende della storia sembravano calate a pennello sulla nostra quotidianità».

Ha trovato difficoltà nell’adattarlo?
«No, anche perché la magia del teatro ti rende tutto più facile. Inoltre, a dare una linea comica all’opera di Prokofiev ci pensa la realtà che ci circonda con presidenti di enti regionali che si affidano al pendolo o a continui cambi di decisioni sulla gestione dell’emergenza coronavirus. Tutto questo è veramente comico anche al di fuori del palcoscenico. Il teatro è già in crisi, poi ci si mettono anche loro a toglierci il lavoro come comici».

Cosa l’affascina di quest’opera?
«Mi ha sempre stregato per la meravigliosa bravura di Prokofiev di accostare dei suoni a delle immagini e a dei personaggi. Da amante dei gatti, ad esempio, trovo nelle note scritte dal compositore russo per il clarinetto, una vera trasposizione in suono del gatto, con le sue movenze, i suoi furbeschi attacchi e i suoi leggiadri balzi. La musica in generale è per me un riferimento importantissimo. Sono cresciuto con la consapevolezza che chi riesce ad apprezzare un’opera di Mozart, Puccini, Prokofiev ma in generale un’opera di musica classica è sicuramente un uomo migliore».

Che «favola» stiamo vivendo in questo periodo, soprattutto per chi è abituato a confrontarsi con il pubblico in sala?
«Una platea vuota è sicuramente una delle immagini più struggenti che un amante del teatro può vedere. Però in quella platea vuota riesco a guardare un pubblico diverso fatto di persone che attraverso uno smartphone, un computer o un tablet possono avvicinarsi ad un mondo, forse troppo spesso relegato a una nicchia di “eletti”. Amo pensare che in questo periodo attraverso questi mezzi ci sia un maggiore coinvolgimento del pubblico avvicinano anche le nuove generazioni al teatro; e sono certo che grazie a questi mezzi, qualcuno, quando sarà finita l’emergenza, avrà la curiosità di entrarci fisicamente. Se così fosse questo potrebbe il giusto finale di una favola, il vero “e vissero felici e contenti” di una fiaba che per ora si è fermata nella parte più triste della storia».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie