Venerdì 04 Dicembre 2020 | 12:19

NEWS DALLA SEZIONE

Storie
Altamura, il coraggio di Claudia: positiva al Covid si è curata da sola

Altamura, il coraggio di Claudia: positiva al Covid si è curata da sola

 
La polemica
Il «colosso» di San Nicola è al centro della tempesta

Il «colosso» di San Nicola è al centro della tempesta

 
Architettura
Taranto, dopo 50 anni «rinasce» la Concattedrale, tributo a Gio Ponti

Taranto, dopo 50 anni «rinasce» la Concattedrale, tributo a Gio Ponti

 
Arte
Storia da film per un quadro: sequestro-bis del Capogrossi

Storia da film per un quadro: sequestro-bis del Capogrossi

 
Di Acquarica di Lecce
Tutti pazzi per Massimo, il salentino campione dell'Eredità per 31 puntate: ecco chi è

Tutti pazzi per Massimo, il salentino campione dell'Eredità per 31 puntate: ecco chi è

 
In anteprima
«I quotidiani ti aiutano a leggere la realtà»: lo spot istituzionale invita alla lettura

«I quotidiani ti aiutano a leggere la realtà»: lo spot istituzionale invita alla lettura

 
la scoperta
Altamura, studio sui denti dell'uomo del Neanderthal svela che era adulto e malato

Altamura, studio sui denti dell'uomo del Neanderthal svela che era adulto e malato

 
nel Barese
Molfetta, nuova data italiana per i Cigarettes After Sex al Luce Music Festival

Molfetta, nuova data italiana per i Cigarettes After Sex al Luce Music Festival

 
La testimonianza
Putignano, parla Annarita, medico Usca: «Per i malati siamo angeli»

Putignano, parla Annarita, medico Usca: «Per i malati siamo angeli»

 
nel foggiano
Apricena, il paese approda su YouTube con un canale istituzionale

Apricena, il paese approda su YouTube con un canale istituzionale

 
Pittura e note
Notaristefano, il giovane creativo di Massafra fa vibrare la sua arte ad Amsterdam

Notaristefano, il giovane creativo di Massafra fa vibrare la sua arte ad Amsterdam

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, uomini contati nel reparto difensivo: Celiento è la certezza

Bari, uomini contati nel reparto difensivo: Celiento è la certezza

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Maltempo, tromba d'aria in zona industriale Soleto-Galatina: danni ad aziende

Maltempo, tromba d'aria in zona industriale Soleto-Galatina: danni ad aziende

 
TarantoLo stabilimento
Grottaglie, non solo Boeing: spunta il progetto di un drone europeo

Grottaglie, non solo Boeing: spunta il progetto di un drone europeo

 
Brindisinel Brindisino
Oria, nasce il «teatro da asporto»: gli spettacoli arrivano sotto casa

Oria, nasce il «teatro da asporto»: gli spettacoli arrivano sotto casa

 
BariOspedale Covid
Acquaviva, l'ospedale Miulli diventa set di una fiction: scoppia la polemica

Acquaviva, l'ospedale Miulli diventa set di una fiction: scoppia la polemica

 
BatLa decisione
Trani, contributi-Covid ai cittadini: 429mila euro con i buoni spesa

Trani, contributi-Covid ai cittadini: 429mila euro con i buoni spesa

 
FoggiaGuardia di Finanza
Vendevano gasolio illegalmente: scoperti 2 depositi nel Foggiano, 7mila litri sequestrati

Vendevano gasolio illegalmente: scoperti 2 depositi nel Foggiano, 7mila litri sequestrati

 
MateraL'operazione
Sfruttamento prostituzione, sgominata a Matera banda italo-cinese: 4 arresti

Facevano prostituire donne cinesi, sgominata banda a Matera: 4 arresti VD

 
Potenzamaltempo
Potenza, voragine in centro: sprofonda pensilina

Potenza, voragine in centro: sprofonda pensilina

 

i più letti

Letteratura

«Millennial cooking», ecco il libro della chef leccese Isabella Potì

Da Forbes alla tv, continua l'ascesa del talento pugliese

«Millennial cooking», ecco il libro della chef leccese Isabella Potì

Intrecciare la cucina tradizionale pugliese alle caratteristiche della cucina dei grandi chef europei, condendo il tutto con una dose fondamentale di passione per la vita e per tutto ciò che può esprimerla, alla quale si aggiunge una predilezione per l’arte culinaria che la accompagna sin da bambina.
Aveva infatti nove anni Isabella Potì quando decise che da grande avrebbe fatto la chef, o meglio, la pastry chef. Nata a Roma, da madre polacca e madre leccese, vive a Lecce dove e head chef di un noto ristorante stellato gestito dal suo compagno. Ha perfezionato la sua esperienza in pasticceria moderna e classica con i migliori chef d’Europa e nel 2017 è stata inserita da Forbes tra i trenta giovani under trenta più influenti d’Europa, ed è anche presidente di una squadra di rugby. Nel 2018 entra a far parte del mondo televisivo come giudice del programma Il ristorante degli chef su Rai2. Ora Potì è anche autrice di un volume per Rai Libri: Millennial cooking (euro 18).

Potì, cosa significa essere una «millennial chef»?
«Significa essere una professionista del settore al passo con i tempi, andare alla stessa velocità del mondo. Oggi uno chef non si dedica esclusivamente alla cucina, ma è anche imprenditore, comunicatore. Io cerco di conciliare tutti questi aspetti della mia professionalità che ritengo essenziali».

Nel suo libro quali sono le ricette che caratterizzano la nuova cucina pugliese?
«Le ricette riprendono le tradizioni salentine, che ovviamente ho appreso, ma in commistione con gli insegnamenti di grandi maestri che ho frequentato in tutta Europa. E si parte sempre dal gusto che è al centro della nostra filosofia, e non da ricette di base. Il gusto che è identificativo di un territorio per intraprendere quello che è un vero e proprio viaggio nei sapori ».

Quanto Salento c’è nel suo modo di cucinare?
«Tanto, perché appunto la visione è differente, ma il gusto è proprio quello».

Negli ultimi anni, anche grazie a trasmissioni televisive di successo, siamo stati abituati a conoscere chef uomini. Le donne, hanno spazio adeguato in questo mondo?
«Anche qui vale il discorso che per me vale in ogni ambito. Non credo ci sia ostilità da parte degli uomini nei confronti delle donne in questo campo, ma per fattori storici siamo ancora in minoranza. Fino a qualche anno fa le donne cucinavano solo nelle proprie case, oggi invece stiamo vincendo questa battaglia, e anche in tv ci sono tante donne chef. Anche io sono entrata a far parte del mondo della Tv da chef, ad esempio. L’importante però è non fare le vittime, le donne devono conquistare il loro giusto ruolo senza piagnistei».

Tanti traguardi, ma qual è il suo sogno?
«Lo sto realizzando giorno dopo giorno, ed è sicuramente quello di completare appieno la nostra masseria 4.0 a Scorrano, con il ristorante, nel quale si useranno materie prime autoprodotte, e pensiamo di avere il tutto pronto di qui a un paio d’anni».

Come vive questo periodo così incerto?
«Non possiamo negare che questo è un periodo di crisi, ma anche in questo caso sono convinta che l’atteggiamento non deve essere quello di piangersi addosso, ma di guardare avanti con convinzione rispetto ai propri obiettivi, magari anche differenziando gli interessi, ma comunque di essere propositivi».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie