Sabato 06 Marzo 2021 | 03:31

NEWS DALLA SEZIONE

Nuove proposte
Il foggiano Gaudiano trionfa a Sanremo Giovani

Sanremo 2021, il foggiano Gaudiano trionfa nella categoria giovani

 
Questa sera
Sanremo Giovani, «Rosso Gargano» tifa Gaudiano

Sanremo Giovani, «Rosso Gargano» tifa Gaudiano

 
agroalimentare
Potenza, pop corn nel paniere lucano tutelato dal ministero

L'America è qui: Il popcorn di Castronuovo finisce nel paniere lucano

 
il festival
Sangiorgi canta a Sanremo: «4 marzo ‘43 mi ricorda mio padre»

Sangiorgi canta a Sanremo: «4 marzo ‘43 mi ricorda mio padre»

 
oggi in via parisi
Altamura non dimentica: un murale dedicato a Domi

Altamura non dimentica: un murale dedicato a Domi

 
sapori in trasferta
Lecce, i pasticciotti alla melagrana conquistano gli Emirati Arabi

Lecce, i pasticciotti alla melagrana conquistano gli Emirati Arabi

 
Il personaggio
La sfida di Vincenzo, il barman partito da Cassano per incantare i britannici

La sfida di Vincenzo, il barman partito da Cassano per incantare i britannici

 
Il personaggio
Talenti in fuga: sara, scienziata di Mola alla corte della Nasa

Talenti in fuga: Sara, scienziata di Mola alla corte della Nasa

 
L'intervista
Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

 
A ground zero
La chiesa di San Nicola a New York risplende con i marmi del Partenone

La chiesa di San Nicola a New York risplende con i marmi del Partenone

 
L'intervista
Francesca Barra, «Io travolta dal talento visionario di Achille Lauro»

Francesca Barra, «Io travolta dal talento visionario di Achille Lauro»

 

Il Biancorosso

Serie C
Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

Calcio Bari, ridotta la squalifica di Bianco, ok con Potenza

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNuove proposte
Il foggiano Gaudiano trionfa a Sanremo Giovani

Sanremo 2021, il foggiano Gaudiano trionfa nella categoria giovani

 
BariMisure restrittive
Covid 19 a Bari, stop all'asporto dalle 18 nei fine settimana: l'ordinanza

Covid Bari, stop all'asporto nei fine settimana a partire dalle 18: l'ordinanza

 
PotenzaL'idea
Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

Basilicata, nozze in zona rossa: gli invitati ricevono il pranzo a casa

 
TarantoLa storia
Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

Martina Franca, Graziana e il Covid sconfitto: «La malattia ci invita a riflettere»

 
LecceLa curiosità
Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

Le si rompono le acque e partorisce di notte in treno: il bimbo nasce sull'Intercity Torino-Lecce

 
Brindisiil blitz
Brindisi, riciclaggio e appropriazione indebita: 10 arresti all'alba

Ostuni, scacco a clan per riciclaggio e appropriazione indebita: 9 ordinanze Vd

 
MateraIl caso
Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

Migranti, nel Materano al via progetti per accoglienza lavoratori

 
BatL'emergenza
Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

Covid nella BAT, oltre 200 contagi tra bimbi e ragazzi in nove comuni

 

i più letti

Cultura e spettacoli

Bari, con Roberta Peroni torna al Petruzzelli la musica che palpita

La giovane bacchetta barese da martedì sul podio

Bari, con Roberta Peroni torna al Petruzzelli la musica che palpita

BARI - La sua prima volta sul podio del teatro Petruzzelli risale a poco più di dieci anni fa, quando da studentessa della classe di direzione d’orchestra di Rino Marrone, al Conservatorio Piccinni di Bari, condusse l’Ouverture de Il cappello di paglia di Firenze di Nino Rota. Adesso Roberta Peroni, direttrice d’orchestra barese, continua con prestigio a misurare il proprio talento: dal 2017 è direttore musicale di palcoscenico per la Fondazione Petruzzelli, dopo gli studi confluiti nei diplomi di pianoforte e composizione, nel Master in direzione d’orchestra alla Royal Danish Academy e nella laurea in giurisprudenza. Dopo due Family Concert diretti l’anno scorso e i matinée del progetto Educational del politeama, sarà lei la protagonista di un ritorno molto simbolico ai concerti nel Petruzzelli, dopo il lockdown: martedì 30 giugno, alle 19,30 (e in replica l’1, 2, 3, 4 e 6 luglio), dirigerà l’Orchestra d’Archi del Petruzzelli con un programma dedicato a Mozart (Serenata K.525 Eine kleine Nachtmusik), Britten (Simple Symphony), Respighi (Antiche danze ed arie per liuto, terza suite), due brani tratti dalle Variazioni su un tema elisabettiano (Quick and Gay di Britten e Finale e Fuga à la gigue di William Walton) e Dvořák (Serenata per archi Op. 22).
Intanto la Fondazione Petruzzelli, dopo il successo delle numerose prenotazioni per questo concerto, ne ha annunciati altri due, per il 7 e 8 luglio (sempre alle 19,30) con il Coro del Petruzzelli diretto da Fabrizio Cassi.

Sempre eventi gratuiti per massimo 200 persone: ci si può prenotare a partire dall’1 luglio, scrivendo alla mail botteghino@fondazionepetruzzelli.it, specificando la data di interesse. Quanto al concerto diretto da Peroni, l’unione di serenate, arie e danze svela un impaginato di notevole fascino.

«Sono molto grata alla Fondazione Petruzzelli per la straordinaria possibilità che mi sta dando - spiega Roberta -, per tutti noi musicisti questi concerti segnano un ritorno al lavoro che amiamo. Con un programma molto accattivante e impegnativo al tempo stesso. Il Mozart di Eine Kleine è lo stesso che al tempo componeva Don Giovanni. È una serenata che ha dentro di sé anche una componente oscura e notturna, con tinte che dall’apparente solarità trascolorano in qualcosa di inquieto. La Simple Symphony elabora dei temi che Britten aveva scritto da bambino, con un movimento interno energico e virtuosistico, fino al lirismo meraviglioso della Sarabanda sentimentale: tanto che è sgorgato con grande naturalezza dagli archi dell’orchestra, appena l’abbiamo iniziato a provare. Una buona dose di cuore richiede anche Dvořák: la Serenata op. 22 resta un brano piuttosto difficile nella gestione del fraseggio. Respighi, come i due gioielli di Britten e Walton tratti dalle Variazioni su un tema elisabettiano, vivifica il passato musicale con una timbrica moderna, in una chimica sonora che ha qualcosa di magico: da qui l’attenzione estrema alla scrittura e alla doppia sensibilità musicale che gli autori hanno voluto dare, fondendo il nuovo e l’antico».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie