Lunedì 11 Novembre 2019 | 21:27

NEWS DALLA SEZIONE

idee in cucina
Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

 
cibo
Allarme da Gravina: «Il fungo cardoncello è a rischio estinzione»

Allarme da Gravina: «Il fungo cardoncello è a rischio estinzione»

 
La storia
Muro di Berlino, quel tunnel di 126 scavato da un ragazzo di Vieste

Muro di Berlino, quel tunnel della libertà di 126 metri scavato da un ragazzo di Vieste nel 1962

 
Dopo 27 tornei
Golf, il pugliese Laporta re del Challenge tour 2019

Golf, il pugliese Laporta re del Challenge tour 2019

 
musica e mala
De Martino, il neomelodico che canta «la mala» sceglie il San Paolo di Bari per il nuovo video: polemiche

De Martino, il neomelodico che canta «la mala» sceglie il San Paolo di Bari per il nuovo video: polemiche

 
teatro
Compagnia Dialettale Biscegliese: la storia diventa argomento di una tesi di laurea

Compagnia Dialettale Biscegliese: la storia diventa argomento di una tesi di laurea

 
le orme
Dinosauri? Passarono anche da Gravina

Dinosauri? Passarono anche da Gravina

 
Il personaggio
«Mago Nicola», la star pugliese della tv in rovina: «Non ho più nulla, intestai tutto alla mia ex»

«Mago Nicola», la star pugliese della tv in rovina: «Non ho più nulla, intestai tutto alla mia ex»

 
L'intervista
Mecna in concerto a Maglie: «ll mio viaggio tra le note di 'Neverland'»

Mecna in concerto a Maglie: «ll mio viaggio tra le note di 'Neverland'»

 
verso il festival
Area Sanremo, tra gli 8 vincitori anche le pugliesi Camilla Magli e Gabriella Martinelli

Area Sanremo, tra gli 8 vincitori anche le pugliesi Camilla Magli e Gabriella Martinelli

 
l'iniziativa
In bici da Bergamo a Taranto: 33enne raccoglie 24mila euro per bimbi dell'ospedale jonico

In bici da Bergamo a Taranto: 33enne raccoglie 24mila euro per bimbi dell'ospedale jonico

 

Il Biancorosso

dopo il derby
Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

Vivarini guarda la classifica: «Dobbiamo alzare il passo»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariPuglia
Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

Influenza, primi due casi a Bari: colpiti due bambini. Il ceppo è quello dei vaccini in uso

 
MateraAllerta meteo
Maltempo, sindaco Matera ordina chiusura scuole martedì

Maltempo, sindaco Matera ordina chiusura scuole martedì

 
Tarantonel Tarantino
Grottaglie, in aeroporto trovato ordigno bellico inesploso

Grottaglie, in aeroporto trovato ordigno bellico inesploso

 
Lecceidee in cucina
Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

Solidarietà a Balotelli: a Lecce nasce il «pasticciotto nero»

 
BatLa denuncia
Andria, è allarme furti in ospedale

Andria, è allarme furti in ospedale

 
Brindisiil cantiere
Brindisi, ordigno bellico durante lavori al multisala: piano evacuazione per 50mila persone

Brindisi, ordigno bellico durante lavori al multisala: piano evacuazione per 50mila persone

 
Potenzail rapporto
Fabbisogni standard: Basilicata tra gli ultimi

Fabbisogni standard: Basilicata tra gli ultimi

 

i più letti

letteratura

«I Formiconi», nasce la collana sulla Puglia intellettuale

L'iniziativa editoriale è diretta da Oscar Iarussi e Pasquale Martino

«I Formiconi», nasce la collana sulla Puglia intellettuale

Nino Rota, nel 2020 un volume su di lui

La fiducia nel fatto che l’azione della cultura potesse incidere in maniera determinante nei processi di cambiamento politico-sociali della metà del Novecento, in una regione, la Puglia, che già allora presentava le caratteristiche di «laboratorio» e soprattutto vantava una classe intellettuale tra le più floride del tempo. Lo teorizzò Tommaso Fiore nel suo Formiconi di Puglia – Vita e cultura in Puglia (1900-1945) pubblicato nel 1962 da Lacaita (editrice di Manduria in provincia di Taranto, specializzata in studi meridionalistici) dieci anni dopo Un popolo di formiche che apparve nella collana I libri del Tempo degli Editori Laterza.

Oggi «I Formiconi» tornano per iniziativa della casa editrice pugliese Radici Future. Riprende le parole di Tommaso Fiore infatti, il nome della nuova collana editoriale di Radici Future, diretta dal giornalista della Gazzetta, saggista e scrittore Oscar Iarussi e dal professor Pasquale Martino, che narra la capacità innovativa di uomini e donne dalla metà del secolo scorso agli anni Duemila di lasciare un’impronta significativa in Puglia e al Sud.

La presentazione ieri mattina, a Bari, nel caffè letterario «Portineria 21», con i due direttori editoriali, e Vitantonio Loprieno, vicepresidente di Radici Future, coordinati dalla giornalista Annamaria Minunno. Il primo libro della collana è Gino Giugni – Il coraggio dell’innovazione (pp. 125, euro 14), dedicato al giuslavorista di origini genovesi, che per quindici anni, dal 1960 al 1975, insegnò nell’Università di Bari e proprio negli anni baresi (era il 1969) fu eletto presidente della commissione incaricata di elaborare lo statuto dei lavoratori. Firma il volume Roberto Voza, ordinario di Diritto del Lavoro nell’Università degli Studi di Bari, dove dirige il Dipartimento di Giurisprudenza.

«I Formiconi non sono più soltanto i nativi di Puglia dei quali parlava Fiore – ha spiegato Martino -, ma anche gli adottati, come appunto Giugni, che sono arrivati nella nostra terra per lavoro o per altre ragioni, e hanno prodotto fatti rilevanti, in Puglia, al Sud, o nel resto d’Italia e all’estero. La collana quindi si può identificare come una sorta di “mappa” che attraverso percorsi individuali di donne e uomini che hanno incrociato, la Puglia segnando la storia e la cultura contemporanee. Alla ricerca di un Sud non sempre conosciuto, che ha aperto spazi e visioni di cui nessuno può più fare a meno».

Oscar Iarussi ha commentato: «Con questa nuova iniziativa editoriale si vanno a cercare, con rigore e spirito divulgativo, gli incunaboli rilevanti del ‘900 e si rinverdiscono personalità che hanno avuto una relazione provvida con il Sud e la Puglia. Il nodo essenziale è rilevare che la Puglia diventa sempre interessante e splende di luce propria nei momenti in cui è eretica. Questo è avvenuto soprattutto nella storia del Novecento. E parlando di Giugni potremmo dire che la sua eresia sta nella sua collocazione politica. Ma perché parlare oggi di queste figure? Non certo a scopo celebrativo, ma per renderle attuali e proiettarle nell’agone della postmodernità, facendone conoscere la storia ai giovani del nostro tempo». Loprieno ha evidenziato che la collana con i protagonisti di Puglia e del Sud dagli Anni Cinquanta ai giorni nostri è infatti indirizzata soprattutto ai giovani che spesso non conoscono personaggi e vicende cha hanno segnato la nostra storia recente. E un modo di avvicinare i giovani a queste iniziative è sicuramente quello di farli interagire con il progetto, ecco perché Radici Future ha voluto che il layout della collana venisse realizzato dagli studenti di un istituto professionale di Savona che hanno partecipato a un progetto della casa editrice.

È intervenuto anche l’autore del volume su Giugni, Roberto Voza che ha sottolineato come il giuslavorista concepisse «il diritto come un progetto politico vero e proprio, sovvertendo quindi l’insegnamento dogmatico del diritto stesso ed era convinto che la più grande rivoluzione del Novecento fosse da rintracciare nell’avvento dello stato sociale».
Il secondo volume de «I Formiconi» sarà dedicato a Nino Rota, raccontato dallo storico della musica moderna e contemporanea Pierfranco Moliterni, presente ieri mattina. Anche il maestro Rota, come è noto, non era pugliese, ma era nato a Milano; a Bari però fu a lungo direttore del Conservatorio «Niccolò Piccinni». Il volume Nino Rota – L’“ingenuo candore” di un musicista del Novecento sarà in libreria nei primi mesi del 2020

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie