Venerdì 17 Settembre 2021 | 22:24

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Controlli del Comune

Pisticci, nuovi prelievi
allo scarico «Tecnoparco»

Pisticci, nuovi prelieviallo scarico «Tecnoparco»

PISTICCI - Nuova “visita” allo scarico S1 dell’impianto di Tecnoparco, a Pisticci scalo. Nel pomeriggio di venerdì, infatti, una delegazione del Comune, accompagnata da agenti del Corpo di Polizia Locale e dai tecnici di un laboratorio accreditato, si è recata in Valbasento per effettuare nuovi prelievi allo scarico suddetto, stavolta in autonomia rispetto alle precedenti attività di monitoraggio. I campionamenti autonomi, ha reso noto il Comune, sono stati effettuati per verificare la congruenza ai parametri di legge delle attività dell’impianto di proprietà della società consortile, che come è noto ha un capitale misto, pubblico-privato: il 40 per cento, infatti, è di proprietà del Consorzio per lo sviluppo industriale della provincia di Matera, e, dunque, della Regione.

«Abbiamo deciso di procedere a nuovi controlli anche dopo le notizie dal pozzo di re-iniezione di Costa Molina, a Montemurro, pervenute nei giorni scorsi, proprio per verificare che l’impianto di Tecnoparco tratti sostanze che siano entro i parametri previsti dalla legge – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Salvatore De Angelis –. La nostra è una costante attività di controllo che va avanti sin dal nostro insediamento e, per questa occasione, abbiamo deciso di recarci direttamente sul luogo dello scarico per effettuare campionamenti autonomi, invitando poi la società a presenziare con un prelievo in contraddittorio sul campione medio relativo alle tre ore».

I motivi, in buona sostanza, sono noti: «La nostra azione – ha infatti aggiunto De Angelis – vuole fare chiarezza sulla situazione dei reflui presso Tecnoparco, anche perché, ad oggi, le ultime note ufficiali, inviate dall’amministrazione comunale alla Regione dopo i fatti di Costa Molina, sono rimaste prive di riscontri». Infine, ha concluso l’assessore, «come fatto finora, i risultati delle analisi saranno pubblicati sul sito del Comune di Pisticci». Va infatti ricordato che non è la prima volta che Palazzo Giannantonio decide di campionare le acque di scarico di Tecnoparco: già in altre tre occasioni, infatti, tale attività era stata posta in essere, ma i risultati erano sempre stati di conformità ai tetti massimi imposti dalla legge e, dunque, in regola. C’è attesa, evidentemente, anche per l’esito di questo campionamento per capire qual è lo stato delle acque monitorate. [p.miol.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie