Giovedì 24 Settembre 2020 | 16:37

NEWS DALLA SEZIONE

l'anniversario
Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

Matera, quel 21 settembre che cambiò la nostra storia

 
Il fatto
Bernalda, pensione, da 30 anni rivendica adeguamento

Bernalda, storia di ordinaria burocrazia: da 30 anni rivendica adeguamento pensione

 
maltrattamenti in famiglia
Matera, picchia la moglie e le distrugge il telefonino: arrestato 45enne violento

Matera, picchia la moglie e le distrugge il telefonino: arrestato 45enne violento

 
Tutela consumatori
Matera, cresce prezzo pane: Coldiretti chiede incontro con panificatori

Matera, cresce prezzo pane: Coldiretti chiede incontro con panificatori

 
Nuovi talenti
Giovane biologa tra i finalisti al premio «Giovedì scienza»

Matera, giovane biologa tra i finalisti al premio «Giovedì scienza»

 
Elezioni 2020
In Puglia e Basilicata si è votato in 71 Comuni: dalle 9 lo spoglioMatera exit poll: vantaggio di Sassone

Comunali, a Trani è Bottaro bis. Ballottaggio a Modugno, Corato, Andria e nella città dei Sassi. Matera, sfida Sassone-Bennardi

 
controlli della ps
Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

Policoro, era ai domiciliari e spacciava in casa eroina e cocaina: 30enne in carcere

 
Vendita fasulla
Montalbano Jonico, acquista online play station ma era una truffa: denunciata donna campana

Montalbano Jonico, acquista online play station ma era una truffa: denunciata donna campana

 
Il caso
Elezioni, fotografano schede votate: 2 denunciati a Matera

Elezioni, fotografano schede votate: 2 denunciati a Matera

 

Il Biancorosso

NEWS DALLE PROVINCE

LecceL'omicidio dell'arbitro
Fidanzati uccisi a Lecce, in forse i funerali in piazza a Seclì

Fidanzati uccisi a Lecce, in forse i funerali in piazza a Seclì

 
FoggiaL'incidente
Vico del Gargano, schianto frontale tra moto e auto: muore sul colpo 31enne

Vico del Gargano, schianto frontale tra moto e auto: muore sul colpo 31enne

 
BariIl processo
Pop Bari, al via maxu udienza anti Covid a Bitonto con centinaia di parti civili

Pop Bari, al via maxi udienza anti Covid a Bitonto con centinaia di parti civili: anche i commissari

 
NewsweekL'evento
Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

Castellaneta, i segreti dei 100 anni di nonna Angela? Una vita in campagna

 
PotenzaL'opera
Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

Potenza, un team italo svizzero restaurerà il Ponte Musmeci

 
Batpost voto
Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

Trani, con il Bottaro bis ecco il nuovo consiglio comunale

 
Brindisiil provvedimento
Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

Ostuni, truffava commercianti e imprenditori: 49enne arrestato dalla Ps

 

i più letti

l'emergenza

Ferrandina: arrivano i migranti ma fra tanti timori

Sono arrivati una quindicina su 100 annunciati e hanno mostrato segni di insofferenza

Ferrandina, arrivano i migranti ma fra tanti timori

FERRANDINA - «Siamo sempre stati un paese accogliente che ha fatto della tolleranza e dell’inclusione un valore distintivo ma riteniamo che l’immobile privato alla stazione di Ferrandina non sia nelle condizioni di poter garantire adeguatamente l’ospitalità di cento migranti provenienti dalla Sicilia, tanto più con le prescrizioni del distanziamento sociale dovute al Covid-19».

Lo dichiara Gennaro Martoccia, sindaco a capo di una coalizione di centrosinistra, che non nasconde i propri timori per la decisione del Ministero dell’Interno di sistemare, attraverso la Prefettura di Matera, cento migranti tunisini provenienti da Porto Empedocle in prossimità di quello che ora è anche lo scalo della città di Matera. Nella serata di sabato l’arrivo e già ieri una quindicina di migranti avrebbe mostrato segnali di insofferenza con qualche tensione di troppo. La preoccupazione di Martoccia non è soltanto di rassicurare la comunità ma è sostanzialmente dettata da una valutazione che attiene l’ubicazione logistica scelta. «Il prefetto di Matera, Rinaldo Argentieri – afferma Martoccia –, ha ufficialmente comunicato che le cento persone sono state tutte sottoposte a tampone e sono risultate tutte negative al Covid-19, pur dovendo rigorosamente rispettare l'obbligo di quarantena. La Prefettura di Matera, organo locale del Ministero degli Interni, ha individuato nella “Old West” allo scalo di Ferrandina la struttura che dovrà temporaneamente ospitare parte dei 100 migranti, che pure dovranno essere collocate in diverse strutture di accoglienza». Il sindaco ha avuto un lungo colloquio telefonico con il prefetto. La vicenda di Irsina, dove alcuni migranti ospitati a Villa Signoriello erano stati trovati positivi al Covid-19, mette gli amministratori locali in guardia.

«Riteniamo che la struttura allo scalo di Ferrandina possa ospitare 50 al massimo 60 migranti, ma 100 credo che sia impossibile per assicurare loro una sistemazione decorosa e assoluta in sicurezza. Peraltro parliamo di un immobile che per circa un anno è stato chiuso».
Questa mattina Martoccia effettuerà un sopralluogo. «Siamo certi che la Prefettura di Matera, in accordo con il Ministero degli Interni, garantirà la sicurezza sanitaria delle persone ospitanti ed una sorveglianza sanitaria attiva e un controllo della struttura costante in modo da scongiurare eventuali contagi all'interno delle strutture di accoglienza».

In paese sono già ospitati una trentina di migranti e non ci sono problemi con la comunità locale. «In ossequio ad un protocollo sottoscritto dalla precedente Amministrazione comunale ospitiamo trenta migranti. Quanto ai cittadini tunisini destinati allo scalo forse sarebbe stato opportuno che le autorità competenti facessero prima un sopralluogo per valutare se il sito fosse adatto ad ospitare cento persone. Ho sentito l'obbligo morale, da sindaco, di informare la mia comunità di scelte centrali che, in ogni caso, non ci devono vedere spettatori passivi ma protagonisti attivi di un fenomeno complesso che deve saper coniugare il diritto alla vita e alla dignità con il diritto alla salute personale e collettiva.

Pur nella consapevolezza che quello delle migrazioni è una questione globale; che, inoltre, è un obbligo morale e civile salvare vite e al contempo essere solidali con le comunità siciliane che pure hanno e stanno affrontando costantemente l'emergenza sbarchi, in qualità di sindaco – conclude Martoccia – mi sono sentito in dovere di comunicare al prefetto la mia contrarietà in ragione della inadeguatezza della struttura ospitante, a cui si aggiunge l’imminente inizio lavori per un importante investimento turistico presso la stazione scalo di Ferrandina-Matera».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie