Venerdì 07 Agosto 2020 | 17:22

NEWS DALLA SEZIONE

A Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 
l'iniziativa
Matera, intitolato belvedere sui Sassi a Emilio Colombo

Matera, intitolato belvedere sui Sassi a Emilio Colombo

 
Allarme covid 19
Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

Ferrandina, altri 10 migranti in fuga dal centro di accoglienza: hanno violato la quarantena

 
L'EROSIONE
Metaponto, il maltempo taglia la spiaggia

Metaponto, il maltempo taglia la spiaggia: lidi in ginocchio

 
La novità
Rete 5G: a Matera nascerà la Casa delle Tecnologie

Rete 5G: a Matera nascerà la Casa delle Tecnologie

 
MIGRAZIONE
I migranti all'Old West di Ferrandina: chi scappa dalla fame chi dalla Siria

I migranti all'Old West di Ferrandina: chi scappa dalla fame, chi dalla Siria

 
l'emergenza
Ferrandina, arrivano i migranti ma fra tanti timori

Ferrandina: arrivano i migranti ma fra tanti timori

 
IL SALVATAGGIO
Policoro, dopo le cure la tartaruga Ramona torna in mare

Policoro, dopo le cure la tartaruga Ramona torna in mare

 
I dati della Capitale della Cultura
Matera 2019: ben 1200 eventi e venduti oltre 74mila passaporti

Matera 2019: ben 1200 eventi e venduti oltre 74mila passaporti

 
maltrattamenti tra le mura domestiche
Matera, picchia a minaccia la compagna: 53enne allontanato dalla casa familiare

Matera, picchia a minaccia la compagna: 53enne allontanato dalla casa familiare

 
VERSO LE ELEZIONI
Voto a Matera, il sindaco si ripresenterà come consigliere

Voto a Matera, il sindaco si ripresenterà come consigliere

 

Il Biancorosso

serie c
La C del Bari sarà da brividi grandi firme nel girone Sud

La C del Bari sarà da brividi: grandi firme nel girone Sud

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantola denuncia
Mittal Taranto, Al Bano: ««L'Ilva ha assicurato posti di lavoro e posti al cimitero»

Mittal Taranto, Al Bano: «L'Ilva ha assicurato posti di lavoro e posti al cimitero»

 
Potenzala denuncia
Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto ormai livello di guardia»

Coronavirus migranti in Basilicata, Bardi: «Situazione ha raggiunto livello di guardia»

 
Barimaltrattamenti in famiglia
Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne violento

Bari, picchia la moglie e le rompe il naso davanti a figli piccoli: arrestato 20enne

 
Leccegiornalismo
Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

Rai, la salentina Marilù Lucrezio alla sede di Bruxelles

 
Batl'evento
Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

Trani, l'11 agosto appuntamento con Neri Marcorè tra cinema, canzoni e imitazioni

 
Brindisinel Brindisino
Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

Ceglie Messapica: banditi rapinano banca in pieno giorno, via con il bottino

 
FoggiaOCCUPAZIONE
Centri impiego «barricati, colpa del Covid: non si entra

Foggia, centri impiego «barricati», colpa del Covid: non si entra

 
MateraA Ferrandina
Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

Coronavirus, positivi 20 migranti arrivati dalla Sicilia e ospiti in struttura del Materano

 

i più letti

Manutenzione

Matera, la vasca della Villa non più una palude

Sostituite due pompe che si erano bruciate

Matera, la vasca della Villa non più una palude

Matera -  Da alcuni giorni è ritornata a zampillare, trasparente, l’acqua della vasca monumentale in marmo posizionata al centro della villetta comunale di via XX Settembre, intitolata all’Unità d’Italia. A causa della rottura di due pompe che regolano i giochi d’acqua oltre che le operazioni di depurazione e di riciclo, il «catino» che regala anche un po’ di frescura ai visitatori era diventato qualcosa di simile ad una pozza di acqua torbida, putrescente e stagnante.

Efficace la metafora partorita daa Antonio Andrisani, attore e regista, sul suo profilo Facebook. "Attrattori turistici. La palude della villetta comunale", ha scritto per denunciare l'indecente stato in cui era ridotata la vasca. «Quando ero ragazzino c'erano i pesci rossi, oggi c'è il mostro della laguna nera», ha aggiunto evocando il film del regista Jack Arnold, in bianco e nero, un cult dell'horror negli anni '50. L'orrore era dato dal colore dell'acqua e dalla poltiglia verdastra, punteggiata da macchie più scure, che si presentava agli occhi dei frequentatori della villetta. Facile vederci anche il mostro squamato del film, con un po' di fantasia. «L'accostamento, quasi naturale, è puramente estetico. Perché, quando ti trovavi lì davanti, quello che vedevi, di fatto, era una palude. Amando molto il cinema e anche il genere horror, mi è sembrato potesse sbucare da un momento all'altro il mostro squamato», spiega Andrisani. «Mio figlio ogni volta ci versa l'acqua della sua bottiglietta perché dice: così gli uccellini possono bere un po' d'acqua pulita», ha commentato un'amica.

È trascorso quasi un anno dalla riapertura al pubblico di questa area verde, che è già tanto aver definito villetta, essendo più simile ad una aiuola, per la sua esiguità, a conclusione di interventi di riqualificazione costati circa 800 mila euro. Progetto a tempi di record, ma consegna dei lavori in ritardo di cinque mesi, quasi il triplo della durata stabilita. Uno dei pregi dell’opera ultimata è il ripristino della vasca di marmo, che era lesionata in più punti ed era stata abbandonata, dopo esser stata dismessa trent'anni fa in attuazione di un altro progetto di riqualificazione.

La gioia però è durata poco. Dopo pochi mesi di vita la vasca ha smesso di emettere il getto d’acqua e cominciato a somigliare ad un acquitrino. È stato come rivedere una immagine del passato, quando la villetta versava in una condizione di incuria e abbandono che ha reso necessaria un'altra spesa per rimetterla a nuovo. La causa di tutto è stata l’avaria delle due pompe, congegni che sono stati anche il tallone d'Achille della fontana ferdinandea ricollocata da 11 anni in piazza Vittorio Veneto, ma che dal 1958 era stata rimontata, ironia della sorte, proprio nella Villetta comunale. «Capisco che una pompa si possa rompere. Ma nel giro di una mezza giornata dovrebbe essere riparata o sostituita perché avere una vasca in quelle condizioni non è un bello spettacolo per chi frequenta la Villetta», osserva Andrisani.

«Non ne parliamo», taglia corto Giuseppe Tragni, assessore all’Ambiente, dopo aver tanto insistito, e imprecato, con gli uffici comunali per la soluzione del problema. «A causa dell’alluvione dello scorso novembre – spiega – le pompe si erano bruciate. Ripararle non è stato possibile. Abbiamo dovuto sostituirle. E ci sono state consegnate solo qualche giorno fa. È stata fatta una pulizia accurata e dal primo luglio la vasca ha ripreso a funzionare regolarmente. Nello stesso tempo abbiamo approfittato per fare un po’ di manutenzione generale a tutta la parte impiantistica della villetta».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie