Martedì 22 Gennaio 2019 | 23:33

LETTERE ALLA GAZZETTA

Che guaio la Gran Bretagna fuori dall’Ue

Anche David Cameron lascia. Si stanno dimettendo tutti i fautori della Brexit. Per il cambiamento – dicono – occorrono volti nuovi. Il voto ha rappresentato una netta sconfitta per i sostenitori di una forte integrazione europea dopo la Seconda guerra mondiale.
Theresa May, attuale ministra dell’Interno britannico, è stata indicata come la sostituta di Cameron. La May è così la prima donna a Dowing street, ben 26 anni dopo Margaret Thatcher.
Secondo me, l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea è da considerarsi negativamente. È, tuttavia, un severo monito contro l’apparato burocratico di Bruxelles, troppo artificioso e distante dal comune cittadino, e una politica economica che parla quasi sempre tedesco.

Fabio Sìcari, Bergamo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400