Mercoledì 26 Febbraio 2020 | 09:19

Il Biancorosso

Serie C
Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza

Bari in trasferta a Terni per non perdere la speranza: ma niente tifosi

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecce“Final Blow”
Lecce, associazione mafiosa dedita allo spaccio e gioco d'azzardo: 70 arresti

Lecce, associazione mafiosa dedita a spaccio, armi e gioco d'azzardo: 70 arresti VD

 
FoggiaLe ordinanze
Foggia, incendiarono mezzi raccolta rifiuti, arresti nella notte

Foggia, incendiarono mezzi raccolta rifiuti, arresti nella notte

 
BrindisiL'indagine
Inchiesta porto Brindisi, chiuse indagini per 13 persone

Inchiesta porto Brindisi, chiuse indagini per 13 persone

 
BariL'udienza
Acquaviva, uccise il marito a coltellate: chiesto processo per 29enne

Acquaviva, uccise il marito a coltellate: chiesto processo per 29enne

 
TarantoI controlli
Taranto, due arresti per droga: in manette 21enne e 40enne

Taranto, due arresti per droga: in manette 21enne e 40enne

 
MateraIl concorso
Racconti, foto, ricette e poesie per promuovere il pane di Matera

Racconti, foto, ricette e poesie per promuovere il pane di Matera

 
BatTeppisti
Trani, vandali in azione nel mirino auto e fioriere

Trani, vandali in azione nel mirino auto e fioriere

 

i più letti

Parisi scarcerato, in strada i fuochi d'artificio

BARI - Mezz'ora di fuochi di artificio in strada nelle vicinanze del carcere, in barba anche all'ordinanza di divieto di botti emessa dal sindaco a fine 2015: così ieri sera è stata festeggiata in città dai suoi amici la scarcerazione del boss della mala barese 'Savinuccio' Parisi. In mattinata c'era stato un carosello di auto nella zona della sua abitazione, al quartiere Japigia.

Ieri la Corte d'appello di Bari aveva assolto e scarcerato Parisi, sottoponendolo solo alla misura della sorveglianza speciale. Il pluripregiudicato, capo dell'omonimo clan mafioso, il 15 gennaio 2015 era stato condannato a 5 anni e 4 mesi di reclusione dal gup del Tribunale di Bari perché accusato di aver commesso due estorsioni nel 2007 e nel 2008, aggravate dal metodo mafioso, e dall'aver commesso i reati mentre era sottoposto alla misura della sorveglianza speciale. Per i due episodi il pm Federico Perrone Capano aveva chiesto la condanna a 18 anni al termine del processo con rito abbreviato.

Il giudice di primo grado aveva condannato il boss per il primo episodio, riconoscendo anche le contestate aggravanti, e lo aveva assolto dal secondo. Nell'ambito di questo procedimento Savinuccio era detenuto dal dicembre 2013. Ieri sera Parisi è andato alla caserma dei carabinieri, al quartiere Carrassi, per la notifica della misura della sorveglianza speciale. Ne è uscito senza aprire bocca, tra una ressa di giornalisti, cameraman e fotografi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie