Martedì 22 Gennaio 2019 | 13:10

NEWS DALLA SEZIONE

A Giuggianello
Rave party illegale in Salento: 5 denunciati per festa in capannone

Rave party illegale in Salento: cinque denunciati per festa in capannone

 
Nella notte
Tap, acqua contaminata: blitz delle Tute blu davanti ad azienda di Martano

Tap, acqua contaminata: blitz delle «Tute blu» davanti ad azienda di Martano

 
A Miggiano
Lecce, cade dal tetto di un capannone industriale: morto 72enne

Lecce, cade dal tetto di un capannone: morto 72enne

 
Lotta alla droga
Lecce, trovato con 7 chili di marijuana: arrestato 19enne

Lecce, nascondeva 7 kg di marijuana in garage: arrestato 19enne

 
Il gasdotto
Tap, al via l'esame dei periti della Procura: presente anche Emiliano

Tap, al via esame periti della Procura: in aula anche Governatore Emiliano

 
L'appello
L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

L'arcivescovo di Lecce Seccia con la Gazzetta: «Chi può intervenga»

 
la vertenza salento
Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

Lecce, gasdotto e risarcimenti, Minerva: «Presto un tavolo»

 
Truffa nel Leccese
Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

Alezio, estorce soldi ad anziano fingendosi il figlio di un vecchio amico malato

 
Ambiente
Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

Colombi e igiene, la Procura di Lecce apre un fascicolo

 
In Salento
Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

Taurisano, dopo incidente chiede aiuto: il «soccorritore» tenta di stuprarla

 
A Castrignano del Capo
Beve in un bar detersivo al posto dell'acqua: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

Chiede acqua in un bar e gli servono brillantante: asportato stomaco a 28enne nel Leccese

 

Era sulla A14

Uomo ucciso in casa a Cervia
localizzato un 26enne leccese

Il giovane aiutava in casa la vittima, colpita con un oggetto contundente, presumibilmente un coltello da cucina

carabinieri

GALATONE (Lecce) - Un’accesa lite e poi l’omicidio. A colpi di accetta o di un grosso coltello da cucina. Il presunto autore del delitto è Antonio Colopi, 21 anni, di Galatone, aspirante aiuto cuoco in un albergo di Cervia. Si è consegnato ai carabinieri dopo un tentativo di fuga. La vittima è un uomo di 56 anni, Ugo Tani, cuoco stagionale nello stesso albergo, residente in provincia di Ferrara. Quando i destini fra i due cuochi si siano incrociati lo stanno accertando i carabinieri. Della loro amicizia c’è traccia anche sui profili Facebook. Da qualche giorno, poi, dividevano pure la villetta di Pinarella di Cervia, sul litorale ravennate, località turistica dove d’estate è facile trovare un’occupazione stagionale.
L’omicidio è avvenuto ieri mattina. Ma il cadavere è stato scoperto solo intorno alle 13.35. Sono stati i parenti della vittima ad insospettirsi per il suo insolito silenzio. Per tutta la mattinata i tentativi di contattarlo erano stati inutili. Così sono andati a trovarlo nella villetta dove si era trasferito da una ventina di giorni. Quando hanno aperto la porta, lo hanno trovato steso per terra in una pozza di sangue. I sanitari del 118, giunti poco dopo, hanno capito che si trattava di omicidio ed hanno chiamato i carabinieri.
I sospetti si sono concentrati subito sul giovane di Galatone che la vittima - a quanto emerso dal lavoro degli investigatori - aveva preso con sé in previsione della prossima stagione lavorativa al mare e che gli dava anche una mano in casa. Da subito Antonio Colopi è risultato irreperibile. Non c’era traccia del coinquilino e neppure della Peugeot della vittima. Le ricerche sono scattate subito. Grazie al telefono cellulare (il giovane avrebbe contattato il suo avvocato) Antonio Colopi è stato localizzato sulla autostrada A14. Le ricerche - come riferiamo a lato - sono state estese anche nel Salento, sospettando che il giovane potesse essere diretto a casa. Lungo il tragitto, però, Colopi si è consegnato ai carabinieri di Lanciano. L’interrogatorio in caserma, davanti al pm, è andato avanti più a tarda ora.
Le sue dichiarazioni potrebbero essere determinanti per ricostruire quanto accaduto all’interno della villetta. I vicini hanno raccontato ai carabinieri di un litigio particolarmente acceso avvenuto in mattinata all’interno della villa.
Antonio Colopi è andato via da Galatone (dove vivono genitori e sorella) dopo la maggiore età. Si era trasferito al Nord e di recente aveva cominciato a lavorare come cuoco nello stesso hotel in cui prestava servizio Ugo Tani. Il lavoro in cucina ha rafforzato l’amicizia. E da un paio di settimane - come si diceva - erano andati a vivere nella villetta di Pinarella di Cervia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400