Domenica 16 Maggio 2021 | 01:52

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

 
Le esequie
Ex carabiniere ucciso a Copertino: sulla bara fiori e cappello Arma

Ex carabiniere ucciso a Copertino: sulla bara fiori e cappello Arma

 
Il caso
Lecce, oggi tra incertezze parte l’estate 2021

Lecce, oggi tra incertezze parte l’estate 2021

 
L'emergenza
Lecce, il Covid molla la presa

Lecce, il Covid molla la presa

 
L'iniziativa
Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

Il riso della Coldiretti contro gli scafisti

 
Turismo
Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

Otranto e Bari regine sulla stampa internazionale

 
Emergenza migranti
Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo 13 migranti

Santa Maria di Leuca, intercettata un’imbarcazione con a bordo un gruppo di 13 migranti

 
Ambiente
Melpignano, sequestrata una cava abusiva

Melpignano, sequestrata una cava abusiva

 
Ambiente
Depuratore di Porto Cesareo, per ora nessuno scarico in battigia

Depuratore di Porto Cesareo, per ora nessuno scarico in battigia

 
La convocazione
Pallavolo, convocato nell'under 21 il salentino Davide Russo

Pallavolo, convocato nell'under 21 il salentino Davide Russo

 
L'inchiesta
Tricase, muore dopo l'intervento: due medici a processo

Tricase, muore dopo l'intervento: due medici a processo

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, in dubbio Celiento e Cianci per il derby con il Foggia

Bari calcio, in dubbio Celiento e Cianci per il derby con il Foggia

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

Veglie, beccato con oltre 2kg di marijuana in auto : «L'ho trovata in un casolare»

 
BariLotta al virus
È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto

È corsa ai vaccini in Puglia: in tilt sistemi online di prenotazione a Bari e Taranto. Fimmg denuncia: «Fragili in attesa per disorganizzazione»

 
BatIl percorso
Domani al via la Mezza maratona di Barletta

Domani al via la Mezza maratona di Barletta

 
BrindisiL'operazione
Fasano, nell’aia nascondeva 13 chili di marijuana sottovuoto

Fasano, nell’aia nascondeva 13 chili di marijuana sottovuoto

 
MateraI dati
Covid 19, a Matera ci sono i primi segnali di ripresa per il turismo

Covid 19, a Matera ci sono i primi segnali di ripresa per il turismo

 

i più letti

Nel Salento

Guagnano, partorisce bimba morta: c'è l'inchiesta

Due visite all'ospedale di Galatina avrebbero escluso problemi, malgrado perdite e dolori. Poi la tragedia

sede tribunale di Lecce

Ha perso la bimba che portava in grembo al nono mese di gravidanza, dopo due giorni fra perdite e dolori. Così una donna e il suo compagno, di Guagnano, hanno deciso di sporgere denuncia presentandosi in commissariato al fine di verificare con esattezza cosa sia accaduto. E adesso il caso è approdato in Procura.
Nessuna accusa, solo il dramma di una coppia che chiede di comprendere perché quella creaturina che scalciava pronta a venire al mondo, abbia smesso di vivere poco prima.

Stando a quanto messo nero su bianco dai genitori sulle due denunce-querele presentate al commissariato di Galatina a fine marzo, e suffragato da documentazione allegata, i primi problemi sono arrivati il 24 marzo, quando la donna, giunta ormai tra la 37esima e la 38esima settimana di gravidanza, ha riscontrato perdite scure e, dopo aver consultato il ginecologo, si è sottoposta ad una visita in ospedale a Brindisi per poi fare ritorno a casa.
Due giorni dopo nuove difficoltà, la gestante si è presentata in ospedale a Galatina dove «sono stata sottoposta a tre tamponi vaginali – racconta -. Dopo i controlli sono stata invitata a fare rientro a casa perché la situazione a dire del personale medico era normale». Il 27 marzo nuove perdite per cui la donna si è presentata presso lo stesso ospedale, intorno alle 17, comunque fiduciosa del fatto che «avvertivo la bambina che portavo in grembo particolarmente attiva, scalciava ripetutamente».
Tracciato, visita, ecografia, assistenza e tutto ciò che era necessario per la mamma e la piccola c’è stato. Ma la situazione è precipitata, a tarda ora. Se la prima ecografia dava “esito favorevole alla prosecuzione della gravidanza” più tardi, da un nuovo controllo, sarebbe emersa l’assenza di battito della piccola. Il giorno dopo, il 28 marzo scorso «sono stata sottoposta a parto naturale – denuncia la mamma – durante il quale ho espulso la bimba priva di vita». Ora vuole capire perchè. La coppia è assistita dagli avvocati Antonio Scardia e Orazio Vesco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie